Virgilio Sport

La favola del Sangiuliano, la terza squadra di Milano in Lega Pro

Il deby tra Milan e Inter coincide col debutto dei gialloverdi in serie C: la straordinaria cavalcata di un club che cinque anni fa era in Seconda Categoria.

Pubblicato:

La favola del Sangiuliano, la terza squadra di Milano in Lega Pro Fonte: Facebook

I grandi campioni, quelli di Milan e Inter, sono impegnati nel derby, davanti agli 80mila di San Siro. Ma, più o meno in contemporanea, a qualche chilometro di distanza c’è un’altra squadra milanese in campo. Una squadra che festeggia una circostanza storica: la sua prima partita di sempre in un torneo professionistico, la Lega Pro. Oggi per gli appassionati meneghini è il gran giorno del ‘Derby della Madonnina’, ma non solo. La terza realtà cittadina, il Sangiuliano, affronta infatti a Seregno il Mantova nella prima giornata del campionato di serie C.

Dal Borgolombardo al Sangiuliano: la storia del club

A essere precisi, si tratta della squadra di San Giuliano Milanese, comune di quasi 40mila abitanti a una quindicina di chilometri dal capoluogo. Fondato nel 1968 come Società Sportiva Borgolombardo, il Sangiuliano – semplicemente “Sangiu” per i suoi tifosi – ha assunto varie denominazioni nel corso della sua parabola calcistica. Nel 2018, ad esempio, è diventato Asd Città di San Giuliano 1968. Nel 2021 si è fuso col NibionnOggiono diventando Sangiuliano City Nova Fc, a giugno 2022 è diventato infine Sangiuliano City srl.

Sangiuliano: in cinque anni dalla Seconda Categoria alla C

Quella del Sangiuliano, colori sociali giallo e verde, è stata una scalata verso le categorie più nobili del calcio italiano dapprima lenta e poi impetuosa. Negli anni 80 le prime esperienze in Promozione, poi tantissima Prima Categoria e, nel 2017, la retrocessione in Seconda. Ripartito dal basso, il sodalizio dell’hinterland milanese in cinque anni ha raggiunto la serie C. Nel 2018 il ripescaggio in Prima Categoria, nel 2019 il salto in Promozione, nel 2020 l’approdo in Eccellenza seguito l’anno successivo dallo storico passaggio in D. Nel 2022, dopo una cavalcata irresistibile, la promozione in serie C.

La cavalcata del Sangiuliano in serie D: i protagonisti

Il giorno della storia è stato il 27 aprile 2022, quando il Sangiuliano piegando 5-1 il Franciacorta si è assicurato il successo con tre turni d’anticipo nel girone B del campionato di serie D. Impresa che porta la firma del tecnico Andrea Ciceri, del capocannoniere Pietro Cogliati (18 reti in 38 partite), degli altri attaccanti Carlo Emanuele Ferrario (15) e Matteo Barzotti (14), dei rocciosi difensori Matteo Bruzzone e Simone Zanon e del faro di centrocampo Frenci Qeros, albanese classe 1999. E il meglio deve ancora venire, perché il Sangiuliano ha tutta la volontà di costruire un progetto duraturo nel tempo, come assicurato dalla famiglia Luce, al vertice della società.

La Rocca Brivio nel simbolo societario del Sangiuliano

Pur essendo considerata a tutti gli effetti la terza squadra di Milano, il Sangiuliano è molto legato alla sua cittadina d’origine. Nello stemma societario, recentemente modificato, figura un disegno di Rocca Brivio, meraviglioso palazzo nobiliare simbolo di San Giuliano Milanese. L’obiettivo è di tornare il prima possibile a giocare nello stadio di Riozzo, per cui si sono resi necessari lavori di adeguamento alla nuova categoria. Per il momento il Sangiuliano disputerà le partite casalinghe a Seregno o a Sesto San Giovanni, rappresentante ideale di tutta la città metropolitana di Milano.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...