Virgilio Sport

La Juventus saluta Nedved e Arrivabene e fa infuriare i tifosi

Con una nota apparsa sul proprio sito ufficiale, la Juventus si congeda da Pavel Nedved e Maurizio Arrivabene, che domani con l'insediamento del nuovo CdA diranno addio al club

17-01-2023 18:09

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Sport Specialist

Giornalista pubblicista, redattore, divulgatore. E' una delle anime video del sito: racconta in immagini un evento e lo fa come pochi altri

Con la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione di domani, 18 gennaio 2023, la Juventus entra nella nuova era e chiude un capitolo fatto di successi, campioni e persone capaci di portare il club alla conquista di ben 19 trofei, ma compromesso dalle vicende giudiziarie che stanno investendo il club in questi mesi.

Tra i protagonisti c’è sicuramente l’ormai ex vice-presidente, Pavel Nedved, ma anche l’ultimo amministratore delegato, Maurizio Arrivabene, che domani lasceranno ufficialmente i loro rispettivi incarichi dopo dopo le dimissioni del 28 novembre 2022. Sul suo sito ufficiale, la Juventus ha pubblicato un sentito saluto e ringraziamento a Nedved e Arrivabene, scatenando non poche polemiche sui social.

Nedved e Arrivabene, cammini diversi in società

Nove scudetti consecutivi, cinque Coppa Italia, cinque Supercoppa Italia. I tredici anni di presidenza di Andrea Agnelli sono scanditi da successi e impreziositi dal record di 102 punti nella stagione del trentesimo scudetto, condivisi in larga parte anche con Pavel Nedved, vicepresidente dal 23 ottobre 2015, dopo essere entrato in dirigenza nel 2010 e aver difeso i colori bianconeri in campo dal 2001 al 2009. Nel mezzo, anche due finali di Champions League, l’approdo a Torino di un campione come Cristiano Ronaldo e stagioni indimenticabili. Per Maurizio Arrivabene, il cammino alla Juventus è stato più corto, con l’ingresso del CdA avvenuto nel 2012 e la nomina ad Amministratore delegato a giugno 2021.

Tifosi Juve infuriati dopo l’addio congiunto a Nedved e Arrivabene

Due percorsi distinti e arrivati a incrociarsi solo nell’ultimo periodo, che però la Juventus ha deciso di congedare con un unico comunicato. Scelta che non è andata proprio a genio ai tifosi della Vecchia Signora che, sui social, non hanno mancato di rimarcare il proprio disappunto.

Qualcuno scrive: “Ma quale grazie. Anzi SCUSA Pavel per essere stato affiancato a quell’altro“, e ancora: “Grazie Nedved! ma aspetta chi é quell’altro?”, “Ringraziare Arrivabene solo se sei l’AD di una società rivale. Sennò non si spiega”, “Pavel più di 20 anni di Juventus forse ne meritava uno a parte di ringraziamento“, “Arrivabene come Attila dove arriva lui non cresce più l’erba. Nedved sarà sempre parte della nostra storia. Perché li avete messi sullo stesso piano?“.

I tifosi non perdonano Arrivabene

Tanti, poi, quelli che dimostrano di non aver ancora digerito l’addio di Paulo Dybala e la, fin qui sfortunata, scelta di riportare a Torino Paul Pogba. “Arrivabene per cosa dovremmo ringraziarlo? Per i mesi di parole poco carine a Paulo? Per essersi rimangiato un accordo?”, chiede un tifoso e un altro commenta: “Arrivabene è l’ultima persona che dovremmo ringraziare sinceramente”, “Arrivabene pugno duro durato meno di un gatto in tangenziale. Gestione dei rinnovi allucinante e il nostro 10 se lo godono a Roma“, “Lo sbirro coi capelli bianchi ha fatto solo danni, non ci mancherà per niente”.

Il comunicato della Juventus

Di seguito il comunicato ufficiale rilasciato dalla Juventus sul suo proprio sito per salutare e ringraziare Nedved e Arrivabene:

GRAZIE, PAVEL NEDVED E MAURIZIO ARRIVABENE

Pavel Nedved e Maurizio Arrivabene da domani, mercoledì 18 gennaio 2023, non faranno più parte del Consiglio di Amministrazione di Juventus. Il loro addio, dopo le dimissioni del 28 novembre 2022, sarà effettivo con la nomina del nuovo CdA.

Pavel ha dato tutto per la Juventus. Da giocatore prima, da membro del CdA e Vicepresidente poi. Volgendo lo sguardo al campo per lui parlano i numeri: 327 presenze, lo straniero che ne ha collezionate di più nella storia del club, 65 gol e una ricca collezione di trofei, tra cui spicca, a livello personale, il Pallone d’Oro conquistato nel 2003.

Nel 2009, dopo aver appeso gli scarpini al chiodo, comincia la sua seconda vita bianconera. Nel 2010 entra nel Consiglio di Amministrazione, nel 2015 diventa Vicepresidente del club, e anche in questa nuova veste continua a vincere. Sarebbe impossibile descrivere in poche parole il percorso vissuto insieme. Restano i ricordi straordinari delle vittorie conquistate fianco a fianco e di tutti i momenti condivisi in questi anni.

Le strade della Juventus e Maurizio Arrivabene si sono incontrate, invece, nel 2012 con il suo ingresso nel Consiglio di Amministrazione, poi dal 1° luglio 2021 l’assunzione delle deleghe per la gestione dell’Area Football di Juventus e da novembre 2021 il ruolo di Chief Executive Officer. In questi mesi ha messo al servizio di Juventus la sua esperienza e la sua competenza, definendo le strategie societarie con lo sguardo volto al futuro e al miglioramento costante.

A entrambi va il ringraziamento di Juventus per il lavoro svolto e la passione messa giorno dopo giorno nell’affrontare le sfide quotidiane.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE B:
Brescia - Palermo
Sudtirol - Lecco
Ternana - Parma

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...