Virgilio Sport

La moviola di Lazio-Inter, focus sul gol di Lautaro e sui rigori negati

Luca Marelli analizza ai raggi X la gara dell'Olimpico e la prova dell'arbitro Fabbri, scelto a sorpresa dal designatore Rocchi

Pubblicato:

Quando sono state diramate le designazioni arbitrali per la terza giornata di A in molti si sono sorpresi nel vedere Fabbri scelto per dirigere il big-match tra Lazio e Inter. Ci si aspettava un internazionale ma Rocchi ha preferito puntare sul fischietto di Ravenna che pure è reduce da una stagione tra alti e bassi. Come se l’è cavata il direttore di gara romagnolo nella partitissima dell’Olimpico?

Inter: Per Marelli è regolare il gol di Lautaro

E’ stata una gara non facile per Fabbri, che spesso ha lasciato correre in diverse azioni ma non ci sono stati molti episodi discussi. Le proteste maggiori ci sono state in occasione della rete del momentaneo pareggio dell’Inter firmata da Lautaro.

Inter: De Vrij era solo in fuorigioco passivo

Ad analizzare il caso alla moviola è Luca Marelli. L’ex arbitro comasco, oggi opinionista di Dazn, spiega cosa è successo in occasione del gol nerazzurro: “Al momento del colpo di testa di Dumfries l’argentino è in posizione regolare. Chi è in offside è invece De Vrij, ma si tratta di un fuorigioco passivo. Lautaro arrivava da dietro e lo teneva in gioco Milinkovic”. Rivedendo le immagini, è però Immobile a tenere in gioco il 10 interista, anche se la sostanza non cambia.

Inter, gli altri casi da moviola

Poche le altre azioni da segnalare. Sul gol del vantaggio laziale di Felipe Anderson è Alessandro Bastoni a tenerlo in gioco. Al 42′ sarebbe rigore per intervento di Zaccagni su Denzel Dumfries, Fabbri fa proseguire e il VAR non interviene solo perché c’è un precedente fuorigioco di Romelu Lukaku. Sul gol del 3-1 di Pedro prima che subentri lo spagnolo Matteo Darmian sgambetta Immobile: non avesse segnato Fabbri avrebbe assegnato rigore alla Lazio.

Dopo le designazioni Marelli aveva commentato così la scelta di Rocchi: “Nessuno si aspettava Fabbri ma dopo la prima giornata era stato lui l’arbitro che mi aveva sorpreso di più, in Verona-Napoli mi aveva convinto, non lo amo per come si pone in campo ma mi ha convinto. Non sarà facile, a Roma spesso ha sbagliato partite, ricordo un Lazio-Juve inguardabile, l’Olimpico non è un campo facile per lui. Deve rilanciarsi, ha chiuso una stagione mediocre con sole 10 gare arbitrate in A che è poco per uno che aveva ambizioni di diventare arbitro internazionale. Sono curioso di vederlo”

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...