,,
Virgilio Sport

La moviola di Roma-Betis, aveva ragione Mourinho a lamentarsi dell'arbitro?

La prova del fischietto sloveno Jug all'Olimpico in Europa League analizzata ai raggi X da Luca Marelli di Dazn

07-10-2022 08:55

Era la terza volta che l’arbitro sloveno Jug incrociava le strade della Roma in Europa: prima della gara di ieri sera all’Olimpico contro il Betis, Jug aveva già incontrato i giallorossi 2 volte. La prima nel novembre del 2020, quando la Roma vinse 5-0 contro il Cluj in Europa League. La seconda, coincidente con l’esordio di José Mourinho sulla panchina giallorossa, nel 2-1 (gol di Pellegrini e Shomurodov) in trasferta di Conference League contro il Trabzonspor. Ieri però è andata male, malissimo.

Roma beffata, Mourinho si lamenta dell’arbitro

Illusorio il gol su rigore di Dybala, la Roma è stata prima raggiunta e poi superata nel finale dagli spagnoli, finendo in 10 per l’espulsione di Zaniolo e ora la situazione in classifica nel girone di Europa League è piuttosto precaria.

Come accade non di rado a fine partita Mourinho se l’è presa anche con l’arbitro dicendo: “Su Zaniolo io non ho visto nulla, ma l’assistente era lì davanti e quindi qualcosa avrà visto. Peccato però che non abbia visto un altro giallo per Pezzella che sarebbe stato così espulso”. Ma come ha diretto Jug?

Roma: L’arbitro Jug bocciato dai giornali

Per tutti la sua porva è stata insufficiente. In particolare il Corriere dello sport scrive

“incapace di tenere la partita sotto controllo, due mass confrontation per decisioni non congrue (se si ferma il gioco da una parte per un infortunio, bisogna fare lo stesso dall’altra parte). Censurabile però la reazione di Zaniolo che scalcia Alex Moreno (si rotola a terra, poi però pare miracolato quando il pallone arriva dalle sue parti), il rosso è inevitabile”.

Jug non aveva visto neanche il rigore per la Roma al 31′ per fallo di mano di Ruibal staccato dal corpo in area di rigore ma viene richiamato al monitor dal VAR Pol van Boekel e assegna il rigore ineccepebile. Ibanez forse sfiora il pallone, il braccio però è largo.

L’episodio di cui si lamenta Mourinho accade invece al 77′: ennesimo fallo di Pezzella, questa volta su Zaniolo: Jug concede il fallo ma non ammonisce l’ex Fiorentina. Cinque minuti dopo arriva il giallo a Pezzella, che trattiene Belotti per la maglia e viene ammonito ma sarebbe stato il secondo giallo come rileva Luca Marelli.

Per Marelli c’era già il primo giallo per per Pezzella

L’ex arbitro comasco a Dazn spiega: “Quando Zaniolo sta per entrare in area si tratta di una situazione ‘spa’, una di quelle che prevedono l’ammonizione senza discussioni. Pezzella andava ammonito e questo avrebbe influenzato il suo intervento successivo su Belotti. In quel caso ha rimediato il primo giallo. Fosse sarebbe stato espulso oppure avrebbe dovuto lasciare Belotti andare verso la porta”

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...