Virgilio Sport

Lazio, addio Champions League: il derby è della Roma

Paulo Fonseca saluta come si deve l'Olimpico di Roma nell'ultima partita in casa della sua gestione: finisce 2-0 con gol di Mkhitaryan e Pedro, la squadra di Inzaghi dice addio alle ultime speranze di lottare per i primi quattro posti.

Pubblicato:

La Roma si prende il Derby della Capitale, rifilando un 2-0 secco alla Lazio di Simone Inzaghi che non ammette repliche. Partita equilibrata con occasioni da entrambe le parti, ma la Roma è più brava ad affondare due stoccate decisive nel finale di entrambi i tempi: sullo scadere nella prima frazione ci pensa Mkhitaryan a battere Reina, nel secondo tempo è il turno di Pedro di mettersi in proprio e chiudere i giochi. 

Le formazioni iniziali:

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Muriqi, Immobile. All. S. Inzaghi

ROMA (4-3-3): Fuzato; Karsdorp, Mancini, Ibanez, Bruno Peres; Cristante, Darboe, Pellegrini; Mkhitaryan, Dzeko, El Shaarawy. All. Fonseca

La prima parte del primo tempo è una fase di puro studio tra le due squadre, che mantengono il possesso palla ma non sfondano. La prima vera occasione è sui piedi di Luis Alberto al 27imo: errore in disimpegno di Ibanez, Milinkovic ruba palla e scarica per lo spagnolo. Destro di prima, ottimo intervento del portiere.

Al minuto 30 Dzeko va vicino al gol, con una torsione che finisce sul fondo su assist di Bruno Perez. Un minuto dopo invece è la Lazio a rendersi pericolosissima, con un gol annullato per fuorigioco a Muriqi, che aveva depositato in rete a tu per tu con Fuzato.

Il match però prima dell’intervallo si sblocca. È la Roma a trovare il vantaggio con Mkhitaryan: azione individuale di Dzeko che salta Acerbi e una volta sul fondo mette a rimorchio. L’armeno arriva con il tempo giusto e al volo supera Reina.

Il secondo tempo inizia con la Lazio che tiene palla e con la Roma bravissima a chiudere tutti gli spazi, ed infatti la prima vera occasione del secondo parziale è per Bryan Cristante: contropiede della Roma su gran palla di Pellegrini, cross di El Shaarawy, controllo con il petto e conclusione dell’ex Atalanta. Pallone alto di poco.

Occasionissima per la Lazio, poi, al minuto 75 con il solito Ciro Immobile: tacco pazzesco dell’attaccante della Lazio, bravo il portiere a coprire il primo palo. C’era comunque fuorigioco, quindi in caso di gol sarebbe intervenuto il VAR.

Ma se la regola “gol sbagliato, gol subito” si conferma aurea nel mondo del calcio, ecco che la Roma trova il raddoppio subito dopo grande ad un gol di Pedro: fa tutto lui, grandissima rete. L’ex Barcellona riceve palla sulla trequarti, serpentina e si porta il pallone sul sinistro e fa esplodere un mancino imparabile sul primo palo. 2-0 Roma e partita che prende la direzione di Trigoria.

Nonostante la sconfitta, non cambia di molto la situazione di classifica delle due squadre. La Lazio rimane a quota 67, troppo lontana per puntare alla Champions League. Idem la Roma, che è attualmente settima a 61 punti (-5 dalla Lazio), con ormai aperte solamente le porte dell’Europa League. Attenzione anche al Sassuolo, ottavo, che a 56 punti può insidiare i giallorossi.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...