Virgilio Sport

Lazio ko, addio Europa League: furia Sarri per il gol della condanna

La Lazio esce dall'Europa League dopo la sconfitta col Feyenoord per 1-0: Sarri e i capitolini condannati alla Conference League per una rete molto contestata.

Pubblicato:

La Lazio perde a Rotterdam contro il Feyenoord 1-0 ed esce dall’Europa League: biancocelesti terzi nel girone e agli spareggi di Conference League. Furia dei capitolini dopo la rete dei padroni di casa.

Feyenoord-Lazio, tante occasioni nei primi 45′

Tante occasioni nel primo tempo a Rotterdam. Il Feyenoord ha subito una grande occasione, ma Danilo dopo lo scivolone di Patric non ne approfitta calciando fuori. La Lazio però risponde subito con Anderson, che con un bel destro colpisce la traversa dopo il tocco provvidenziale di Bijlow.

I biancocelesti spingono e vanno vicino al vantaggio con Cancellieri: il tiro a giro finisce sul fondo di pochissimo. Poco dopo diventano protagonisti i due portieri: Bijlow con un’uscita fondamentale con Lazzari davanti la porta, Provedel con una parata su Paixao.

Feyenoord-Lazio, biancocelesti dicono addio All’Europa League

Nel secondo tempo Anderson ha un’occasione gigantesca a tu per tu col portiere avversario, che però riesce a murare la conclusione del brasiliano. Al 64′, il Feyenoord la sblocca: Gimenez è abile a far sbattere Patric su Provedel in uscita e successivamente a buttare la palla dentro. I padroni di casa spingono e colpiscono poco dopo il vantaggio un palo dalla distanza con Kokcu. La squadra di Sarri è costretta a trovare il gol per qualificarsi (in caso anche col primo posto) e spinge, ma alla fine il Feyenoord resiste e batte i biancocelesti 1-0, che chiudono in 10 per l’espulsione di Romero.

Feyenoord-Lazio, il tabellino

RETI: 64′ Gimenez

FEYENOORD (4-3-3): Bijlow; Geertruida, Trauner, Hancko, Lopez; Q. Timber, Szymanski, Kokcu; Dilrosun, Danilo Pereira, Paixao. A disp.: Marciano, Wellenreuther, Pedersen, Bjorkan, Rasmussen, Jahanbakhsh, Hartman, Wieffer, Walemark, Benita, Gimenez, Bullaude. All.: Arne Slot

LAZIO (4-3-3): Provedel; Lazzari, Casale, Patric, Hysaj; Milinkovic, Marcos Antonio, Basic; Cancellieri, Felipe Anderson, Zaccagni. A disp.: Maximiano, Magro, Romagnoli, Marusic, Radu, Gila, Cataldi, Vecino, Luis Alberto, Pedro, Romero. All.: Maurizio Sarri

ARBITRO: Irfan Peljto

Feyenoord-Lazio, come ha arbitrato Peljto

Gestione non ottima dei cartellini da parte di Peljto, ma il grave errore lo commette durante l’occasione del gol del Feyenoord: netta la spinta di Gimenez su Patric che va a sbattere su Provedel, successivamente l’attaccante 21enne la butta dentro. Per l’arbitro il contatto è leggero, ma comunque la spinta è furba ed efficace. Peljto espelle anche Romero in 30″ per doppia ammonizione per proteste eccessive.

Lazio, le parole di Sarri

Queste le parole di Sarri ai microfoni di Dazn al termine dei Feyenoord-Lazio: “Abbiamo avuto un atteggiamento buono per tutta la partita, non abbiamo concesso molto. Abbiamo creato 4-5 volte la situazione per mettere un giocatore davanti al portiere e non abbiamo segnato, siamo stati puniti per questo. Ho visto una squadra viva, determinata, pronta a lottare. Una sconfitta a livello episodico, ma la squadra non mi ha deluso”.

Sul gol preso, Sarri è una furia: “Quando abbiamo battuto il centro era il ventitreesimo, siamo stati cinque minuti fermi. Vorrei avere un’idea del tempo effettivo che è stato giocato da quell’episodio alla fine, perché avremo giocato quattro cinque minuti effettivi, quindi… Rimpianti? Abbiamo sbagliato una partita. A Graz abbiamo fatto un buon pareggio, in casa con gli austriaci se rimaniamo in parità numerica la portiamo in fondo. Purtroppo abbiamo sbagliato completamente la partita con il Midtjylland”.

Lazio ko, addio Europa League: furia Sarri per il gol della condanna Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...