Virgilio Sport

Le pagelle di Juventus-Roma 1-0: Vlahovic rinato, Rabiot letale. Dybala c'è, Lukaku no

Top e flop della partita Juventus-Roma, valevole per la 18° giornata di serie A 2023/2024: assist geniale di Vlahovic, Dybala non soffre il 'suo' stadio, Llorente in affanno.

30-12-2023 22:41

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

La Juventus supera la Roma nell’ultima partita del 2023 e si porta a -2 dall’Inter capolista. A decidere la sfida dello Stadium è Rabiot, su assist di un rinato Vlahovic. Le pagelle di tutti i calciatori di Juventus e Roma, top e flop del big match dello Stadium, il voto all’arbitro Sozza e il tabellino della partita valevole per la 18a giornata di campionato nella nostra analisi.

Juventus-Roma, la chiave della partita

Allegri senza timore: c’è il giovane turco Yildiz, galvanizzato dal gol al Frosinone, e non Chiesa accanto a Vlahovic. Kristensen e Zalewski sulle fasce per Mourinho, Bove confermato a centrocampo, in attacco la Roma si presenta col grande ex Dybala e Lukaku, che in estate ha sfiorato il bianconero. Partono bene gli ospiti che, dopo soli 4′, vanno a un passo dal gol: la girata di Cristante, sporcata da Vlahovic, si stampa sul palo. I padroni di casa provano a sfondare con Vlahovic, che si rende pericoloso a più riprese. I capitolini rispondono soprattutto con Dybala, che, defilato sulla destra, mette in mezzo palloni invitanti su cui i compagni non riescono a intervenire. Al 30′ Dybala sfiora il gol dell’ex con una conclusione che fa la barba al palo, favorita da un rinvio di testa impreciso di Danilo. Poco prima dell’intervallo è la Juve ad andare vicinissima al vantaggio con Kostic, ma Ndicka salva sulla linea.

Rivivi tutte le emozioni di Juventus-Roma

A inizio ripresa Juve avanti: splendido assist di Vlahovic per Rabiot che batte Rui Patricio in uscita. Il gol cambia la storia del match: la squadra di Allegri si abbassa per pungere in ripartenza, la Roma alza il baricentro. L’assalto degli uomini di Mourinho non sortisce effetto, anzi sono i bianconeri ad andare a un passo dal raddoppio su tiro a botta sicura di McKennie dopo una strepitosa cavalcata di Chiesa. Vince la Juventus, che, ora, vede la vetta distante solo due punti.

Juventus, cosa ha funzionato

La solita Juve: prestazione solida, di sostanza, compatta. Molto bene Vlahovic, che sta ritrovando la condizione migliore. Ottima la sua prestazione, e non solo per l’assist.

Roma, cosa non ha funzionato

Anche in questo caso vien da dire la solita Roma. Dybala a parte, i giallorossi hanno fatto troppo poco per impensierire la porta difesa da Szczesny.

Le pagelle della Juventus

  • Szczesny 6: Non è chiamato a interventi particolarmente impegnativi.
  • Gatti 6: Centimetri e potenza: l’ex Frosinone non corre rischi.
  • Bremer 6,5: Il brasiliano contiene Lukaku, che, a onor del vero, fa poco per rendersi pericoloso.
  • Danilo 5,5: Un suo disimpegno errato di testa quasi consente a Dybala di sbloccare il match.
  • Weah 6: Ha un compito ben preciso: limitare le scorribande di Zalewski, tenendolo basso. Missione compiuta.
  • McKennie 6+: Solito dinamismo per l’americano, ormai diventato un titolarissimo per Allegri. Nel finale sfiora il raddoppio. Rugani (sv dal 95′).
  • Locatelli 6: Prestazione ordinata, in linea con le sue precedenti prove.
  • Rabiot 7: Nel primo tempo sonnecchia, poi alla prima occasione colpisce: letale.
  • Kostic 6,5: Nel primo tempo è la sua l’occasione più pericolosa della Juve, ma Ndicka compie un intervento straordinario sulla linea e salva. Ci mette lo zampino nel gol di Rabiot. Iling-Junior (6 dal 75′).
  • Vlahovic 7: Ci prova in tutti i modi, anche in rovesciata. Usa il fisico, sfonda, è sempre presenze nelle azioni offensive bianconere e regala un super assist a Rabiot: Dusan sembra recuperato fisicamente e mentalmente. Milik (5,5 dal 75′).
  • Yildiz 6+: Allegri gli concede ancora fiducia dopo il gol al Frosinone e il 18enne turco risponde con una prestazione vivace e senza timore. La sensazione è che abbia davvero tutte le qualità per sfondare. Chiesa (6,5 dal 65′: imprendibile quando parte in contropiede. Trova anche il gol, ma è annullato per fuorigioco).

Le pagelle della Roma

  • Rui Patricio 6: Nulla può sull’uscita alla disperata su Rabiot. Evita il raddoppio sulla conclusione sotto misura di McKennie.
  • Mancini 6,5: Una chiusura provvidenziale in scivolata su tiro a botta sicura di Vlahovic.
  • Llorente 5: Soffre costantemente la fisicità di Vlahovic e la freschezza di Yildiz.
  • Ndicka 6,5: Nega il gol a Kostic con un salvataggio mostruoso di testa sulla linea.
  • Kristensen 5,5: In più di una circostanza sfonda sulla destra, sfruttando anche la presenza di Dybala che preferisce cercare spazi sulla sua fascia. Ma nell’azione che porta al vantaggio della Juve non è esente da colpe.
  • Cristante 5,5: Dopo 4′ mette i brividi allo Stadium centrando il palo con un tiro di collo esterno. Protagonista in negativo in occasione del gol di Rabiot.
  • Paredes 6: Contro la sua ex squadra ci tiene a fare bella figura. Ma non lascia il segno pur mettendoci impegno. El Shaarawy (sv dal 74′).
  • Bove 5,5: Preferito a Pellegrini perché serve battagliare in mediana, il talentino giallorossa non si tira certo indietro. Anche se non sempre è ordinato. Pellegrini (5,5 dal 64′:a differenza della sfida col Napoli non incide).
  • Zalewski 6: Weah riesce a contenerlo e il polacco è costretto a rinunciare alle sue scorribande sulla corsia laterale. Azmoun (sv dall’80’).
  • Dybala 6,5: Inutile girarci intorno: dopo una vita in bianconero, tornare nel posto dove hai vinto e sei stato un idolo non dev’essere mai facile. Ma l’argentino è un campione e accantona le emozioni: dai suoi piedi nascono le azioni più pericolose della Roma.
  • Lukaku 5: Il belga non riesce a rendersi pericoloso in quello che poteva essere il suo stadio.

Top e flop di Juventus-Roma

Top

  • Vlahovic e Rabiot (Juve): Il serbo è rinato, il centrocampista francese è spietato.
  • Dybala e Ndicka (Roma): L’argentino, grande ex di turno, è l’unico che prova ad accendere la luce; il difensore ex Eintracht salva un gol fatto sulla linea.

Flop

  • Danilo (Juve): ‘Regala’ un assist di testa a Dybala, che per poco non segna.
  • Llorente, Lukaku (Roma): Quanta sofferenza per il difensore. Big Rom non si vede mai.

La pagella dell’arbitro

  • Sozza 6,5: Tiene bene le redini di una partita corretta. Regolare il gol di Rabiot come certificato dal fuorigioco semiautomatico. Giusto annillare il raddoppio di Chiesa nel finale, perché quella di Pellegrini non è una giocata ma una deviazione.

Il tabellino di Juventus-Roma

Juventus (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Danilo; Weah, McKennie (95′ Rugani), Locatelli, Rabiot, Kostic (75′ Iling-Junior); Vlahovic (75′ Milik), Yildiz (65′ Chiesa). A disp.: Pinsoglio, Perin, Daffara, Garofani, Huijsen, Miretti, Nicolussi Caviglia, Nonge, Mancini. All. Massimiliano Allegri

Roma (3-5-2): Rui Patricio, Mancini, Llorente, Ndicka; Kristensen, Cristante, Paredes (74′ El Shaarawy), Bove (64′ Pellegrini), Zalewski (80′ Azmoun); Dybala, Lukaku. A disp.: Boer, Svilar, Golic, Celik, Karsdorp, Renato Sanches, Pagano, Spinazzola, Belotti, Pisilli, Joao Costa, Cherubini. All. José Mourinho

Arbitro: Sozza

Ammoniti: Paredes, Locatelli

Marcatore: 47′ Rabiot

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...