,,
Virgilio Sport SPORT

L'Italia nel segno del gruppo: 25 i giocatori schierati da Mancini

Nelle prime tre partite della fase a gironi, Mancini ha fatto debuttare tutti i giocatori presenti in rosa ad eccezione di Meret.

Tre vittorie, sette goal realizzati e zero subiti. L’Italia archivia come meglio non si può la pratica della fase a gironi prendendosi, di forza, il pass buono per accedere alla top 16 di Euro 2020. Sabato 26 giugno, a Londra, il primo dentro-fuori sulla strada degli Azzurri. Avversario Austria o Ucraina.

Un cammino che, fino a questo momento, se non rasenta la perfezione ci manca davvero poco. La Nazionale di Roberto Mancini ha convinto in lungo in largo per gioco, mentalità e soprattutto per la capacità di interpretare al meglio qualsiasi situazione di gara.

Uno spartito recitato alla perfezione da tutto il gruppo tricolore. Il gruppo, appunto, il vero segreto di un’Italia che piace e che vuole arrivare il più lontano possibile. La situazione di classifica – con la qualificazione già messa in tasca dopo due turni – ha permesso al Ct di Jesi di operare un ampio ma saggio turnover nell’ultima uscita contro il Galles griffata dal goal vittoria di Matteo Pessina che nelle prime due partite aveva messo insieme appena quattro minuti complessivi.

Oltre al centrocampista dell’Atalanta c’è stato spazio anche per i vari Bastoni e Raspadori, i più giovani del gruppo, senza dimenticare Castrovilli, Chiesa, Bernardeschi, Toloi, Belotti, Emerson Palmieri e persino la passerella concessa a Sirigu. Su tutti, ovviamente, una menzione speciale la merita Marco Verratti, rientrato proprio ieri (con una gran prova) dopo lo stop per infortunio.

Calciatori che hanno lasciato ad altri le luci della ribalta nei primi 180′ del torneo prima di mettere in cascina minuti preziosi nell’ultimo atto della prima fase.

Morale della favola: l’Italia vola nel segno del gruppo, autentico valore aggiunto di questa spedizione. Numeri alla mano, si trovano solo conferme: eccezione fatta per Alex Meret, infatti, chiamato come terzo portiere in occasione dei primi Europei itineranti, i restanti 25 calciatori della rosa hanno messo piede in campo fornendo in proporzioni logicamente differenti il proprio contributo alla causa.

Un segnale di compattezza straordinario. Al netto del valore assoluto dei singoli, Mancini ha avuto il merito di sapere coinvolgere tutti e di porre tutti sullo stesso piano. E’ la ricetta segreta di un’Italia che vuole proseguire la propria corsa il più a lungo possibile, con la speranza che Londra sia solo una delle prossime tappe.

OMNISPORT | 21-06-2021 10:28

L'Italia nel segno del gruppo: 25 i giocatori schierati da Mancini Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...