,,
Virgilio Sport SPORT

Europei, albo d'oro. Tutte le squadre vincitrici

L'elenco completo delle squadre che hanno vinto il Campionato Europeo di calcio. Dal 1960 a oggi. La vittoria italiana del 1968

Il Campionato Europeo di calcio, o più semplicemente “gli Europei” è la competizione che ogni 4 anni mette di fronte le squadre nazionali dei paesi del continente europeo: dall’Italia all’Inghilterra, dalla Francia alla Germania, dalla Spagna alle nazioni più piccole come Estonia, San Marino o Moldova. A queste per la verità si aggiungono anche le rappresentative che non fanno geograficamente parte del vecchio continente come Israele, Turchia, Kazakistan ma che si sono aggregate per varie motivazioni. Quindi sarebbe più corretto dire che al campionato Europeo partecipano tutte le rappresentative nazionali degli stati che sono iscritti all’Uefa.

La prima edizione del Campionato Europeo è stata disputata nel 1960, le sue fasi finali si concentrano di solito in un mese a fine stagione calcistica, quindi abitualmente nel mese di giugno, con intervalli di 4 anni intervallandosi perfettamente con i campionati Mondiali. Il format degli Europei è cambiato nel corso degli anni. C’è sempre una lunga fase preliminare, di solito a gironi, per scremare le squadre e ridurle a un numero ristretto che disputano la fase finale, quella in cui si assegna il trofeo. La fase finale è molto cambiata nel corso delle edizioni. Di solito le prime partite sono a gironi e poi le successive a eliminazione diretta. Quindi è un format che più o meno ricorda quello della Champions.

L’edizione 2020 – che si disputa nel 2021 per il rinvio causa Covid – da questo punto di vista non fa eccezione. Ma ci sono due particolarità: è la prima volta che partecipano 24 squadre ed è la prima volta che le fasi finali non si disputano in una nazione definita ma le varie partite si disputano in 10 stadi di 10 città di diversi paesi europei, una edizione “itinerante”.

L’albo d’oro dei campionati Europei presenta solo in parte rispondenza con quello della Coppa del Mondo. Forse proprio perché a metà tra un mondiale e l’altro e quindi in concomitanza con esaurimenti di cicli, ricambi generazionali e altro, non sempre le squadre vincitrici sono quelle che hanno appena vinto il Mondiale o che lo avrebbero poi vinto 2 anni dopo. A conferma di questo le due vincitrici più antiche Unione Sovietica e Spagna non ebbero nessun riconoscimento ai Mondiali. La terza vincitrice invece, l’Italia nel 1968 era sì reduce dal disastroso mondiale inglese del ’66 ma aveva già formato quel gruppo eccezionale che solo due anni dopo in Messico andò a un passo dalla vittoria del Mondiale, fermato solo dal Brasile di Pelé. La Germania del ’72 e quella del ’80 erano le anticipatrici di una Mannschaft che avrebbe vinto il Mondiale del 74 e perso in finale quello dell’82. Oppure ancora nel 1984 la Francia targata Platini che viveva un momento magico (e ottenne il trionfo in casa…) con due finali mondiali sfiorate nell’82 e nell’86. Per i Galletti la seconda vittoria nel 2000 (quella del terribile golden goal di Trezeguet contro gli Azzurri di Zoff) coincise con la vittoria al Mondiale (pure quello in casa…) di due anni prima: e in quei Blues brillava la stella di Zidane. Così come anche i due Europei di fila vinti dalla Spagna nel 2008 e 2012 furono intervallati dalla vittoria del Mondiale 2010: le “furie rosse” erano semplicemente la squadra migliore.

Però gli Europei hanno anche regalato vittorie a squadre che pur forti in quel periodo storico, poi non hanno avuto nessun seguito a livello mondiale: per esempio la Cecoslovacchia del ’76 o l’Olanda di Gullit e Van Basten nell’88. Oppure ha regalato gloria inattesa a squadre mediocri come la Germania del ’96 o lo stesso Portogallo del 2016 (che riuscì nell’impresa quasi completamente orfana di CR7 in finale). E infine ha regalato imprese probabilmente irripetibili come la vittoria della Danimarca nel ’92 (squadra chiamata all’ultimo momento in sostituzione della Serbia coinvolta nella guerra dei Balcani) e la Grecia che da cenerentola sorprese tutti e raggiunse il tetto, pardon l’Olimpo, del calcio europeo nel 2004.

Qui di seguito l’elenco anno per anno di tutte le squadre vincitrici del Campionato Europeo.

Albo d’oro del Campionato Europeo di calcio

ANNO VINCITRICE
1960 UNIONE SOVIETICA
1964 SPAGNA
1968 ITALIA
1972 GERMANIA OVEST
1976 CECOSLOVACCHIA
1980 GERMANIA OVEST
1984 FRANCIA
1988 OLANDA
1992 DANIMARCA
1996 GERMANIA
2000 FRANCIA
2004 GRECIA
2008 SPAGNA
2012 SPAGNA
2016 PORTOGALLO
2020

Quanti Europei ha vinto…?

  • Spagna 3
  • Germania 3
  • Francia 2
  • Italia 1
  • Unione Sovietica 1
  • Portogallo 1
  • Cecoslovacchia 1
  • Olanda 1
  • Danimarca 1
  • Grecia 1

VIRGILIO SPORT | 26-05-2021 15:23

Europei, albo d'oro. Tutte le squadre vincitrici Fonte: ANSA

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...