,,
Virgilio Sport SPORT

Marelli fa chiarezza su Mazzoleni e Juve-Milan

L'ex arbitro analizza alla moviola i casi più discussi della domenica e bacchetta anche Mastella

Il caso Mazzoleni e l’arbitraggio di Doveri in Benevento-Cagliari e i casi da moviola in Juventus-Milan sono stati analizzati ai raggi X da Luca Marelli. L’ex arbitro comasco sul suo canale youtube analizza le situazioni più discusse e parte da Benevento-Cagliari che è stata la partita dove sono scoppiate le polemiche più forti per il rigore prima dato e poi negato ai sanniti, che ha provocato reazioni furiose da parte di tutto l’ambiente beneventano, politici compresi.

Per Marelli Mazzoleni non poteva intervenire a Benevento

Spiega Marelli: “Doveri è tra i primi tre arbitri insieme a Orsato e Valeri e rimane uno dei candidati anche per arbitrare Juve-Inter di domenica prossima. Non ha arbitrato male a Benevento ma c’è quell’episodio dell’84’ che fa discutere, ovvero il contatto tra Viola e Asamoah nell’area del Cagliari. L’arbitro è in buona posizione e assegna il rigore al Benevento, non può aver visto perfettamente il contatto ma per dinamica questo è un fallo che si fischia. Il contatto c’è, lieve quanto si voglia ma c’è. Un minuto e mezzo dopo Mazzoleni richiama Doveri al Var ma è un episodio dubbio non un chiaro ed evidente errore”

“Possiamo non essere d’accordo col protocollo ma esiste e deve essere rispettato da arbitro e Var. In questa circostanza il Var non può intervenire. Questo malvezzo di intervenire su episodi dubbi dura da un mese ed è iniziata da quell’intervista di Rizzoli in cui diceva che andavano rivisti TUTTI gli episodi dubbi, smentendo il protocollo. Mazzoleni ha sbagliato, non c’è alcun dubbio. Che Doveri abbia revocato il rigore si può discutere, forse avrebbe fatto meglio a confermare il rigore”.

Marelli attacca Vigorito, Mastella e Rizzoli

Poi Marelli passa ad analizzare le reazioni ed è severissimo: “Il concetto espresso da Vigorito a fine gara è corretto ma la forma è sbagliata e diffamatoria: non si può dire che Mazzoleni venga mandato a penalizzare le squadre del Sud, è un’accusa gravissima, si passa dalla parte del torto. Anche il ds Foggia si è lasciato andare a valutazioni personali dicendo a Mazzoleni che non aveva la coscienza pulita, non si può dire una cosa del genere, verrà squalificato. Si può aver ragione concettualmente ma queste accuse non si possono fare. E anche l’intervento di Mastella non mi è piaciuto. Bisogna lamentarsi con cognizione di causa, non si può dire che aveva sbagliato in Napoli-Cagliari sul gol annullato a Osimhen: lì l’errore lo ha commesso Fabbri, sbagliando, ma Mazzoleni a Napoli non poteva intervenire. Perché il Var non può valutare l’entità di un contatto. Mettere sullo stesso piano i due episodi significa fare confusione. Anche la moglie di Mastella ha esagerato chiamando in causa Draghi: con tutto il rispetto del Benevento penso che il presidente del Consiglio abbia ben altro a cui pensare. Ripeto: Vigorito ha ragione concettualmente ma non possiamo avallare questi comportamenti. E’ vero però che non capisco più le designazioni di Rizzoli: perché mandare ancora al Cagliari Mazzoleni al Var?”.

Per Marelli in Juve-Milan Valeri è stato bravo

Su Juve-Milan Marelli chiude così: “Abbiamo sentito tante polemiche sulla designazione prima del match ma Valeri ha arbitrato ottimamente. Un solo piccolo errore ma nel complesso ha arbitrato benissimo. Due i casi discussi. Al 46′ il Milan segna con Diaz, Valeri convalida la rete. Dalle prime immagini sembrava ci fosse un tocco di braccio ma sfiora solo col braccio e lo tocca col costato. Gol regolare ed anche Calvarese conferma al Var. Al 55′ viene concesso un rigore al Milan per il mani di Chiellini su segnalazione del Var, in realtà andava dato già a occhio nudo. E’ un rigore netto che Valeri poteva fischiare da solo. Inutile soffermarsi sul fallo col braccio molto largo di Chiellini, giusta anche l’ammonizione”.

SPORTEVAI | 10-05-2021 10:33

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...