Virgilio Sport

Mario Balotelli pronto a lasciare la Turchia, niente Valencia: annuncio a sorpresa sulla nuova squadra

A riprovarci con l'attaccante ex Inter, Milan e Manchester City è stato il Sion che già aveva tentato di convincerlo anni fa, quando infine Balo preferì il Nizza

15-07-2022 15:26

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Rimangono ricordi indelebili che sono legati solo alla sua immensa figura di giocatore, forse complicato anche ingestibile secondo alcuni, ma capace di una generosità calcistica ineguagliabile. Così è Mario Balotelli, nato a Palermo e cresciuto nella provincia bresciana che gli ha donato due famiglie e una piazza importante per appagare quel talento irrequieto da calciatore incapace di star bene in una definizione.

Dal Lumezzane al Sion, società che oggi sarebbe interessata al suo acquisto c’è tutta la vita e il calcio che è stato e che Balo è stato capace di donare al suo pubblico, troppo distratto dalle sue prodezze per biasimarlo troppo. No al Valencia, sì alla Svizzera, dunque.

Balotelli al Sion, la conferma

L’indiscrezione è stata confermata dal presidente del club svizzero, Christian Constantin, in un’intervista a Blick che ha descritto una situazione in fieri:

“È vero, siamo in trattativa da settimane. Volevamo rimanere discreti, ma le informazioni sono trapelate in Italia. Questo è un segnale che c’è interesse da entrambe le parti”, ha detto lasciando intendere che il contratto che lo lega all’Adan Demirspor di Vincenzo Montella non è un ostacolo insormontabile per lui.

Come per il club turco che, al giusto prezzo, sarebbe pronto ad assecondare il desiderio di lasciare la Turchia dell’attaccante, nonostante un contratto che lo lega alla società fino al 2024.

“Oggi è impossibile per me fare una previsione sulle possibilità di successo del trasferimento – ha continuato Constantin -, ma stiamo parlando di un giocatore che, se si considera solo il talento, ha quello che serve per vincere il Pallone d’Oro. La prima volta che ho parlato per lui è stato con Raiola nel 2016, prima che firmasse con il Nizza. Anche ora siamo in contatto con i suoi agenti e in passato con loro abbiamo fatto ottimi affari come Wesley e Kasami”.

Il primo contatto e la scelta del Nizza

SuperMario gode della stima del presidente del Sion, che già nel 2016 in un contesto distante da quello in cui versa attualmente il calciomercato, aveva tentato di assoldare Balotelli, quando allora l’attaccante sembrava invogliato a trasferirsi all’estero e a individuare un nuovo ambiente che gli consentisse di riprendere con continuità a giocare.

Preferì il Nizza, all’epoca, e le ragioni sono comprensibili se calata quella scelta nelle condizioni di allora. Poi le cose sono cambiate, ci sono state anche il Brescia e il Monza, ma il trasferimento in Turchia è stato necessario e anche importante per farsi notare ancora da Mancini.

Il sogno del ritorno in azzurro

Oggi che le priorità sono mutate e l’ex Inter, Milan e Manchester City ha manifestato priorità differenti, anche di ragione familiare, quanto proposto dal Sion – guidato dall’italiano Paolo Tramezzani – avrebbe una sua validità. E sognare così un ritorno in Nazionale che anche lo stesso ct Roberto Mancini non ha escluso del tutto, in questa nuova Italia.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Sassuolo - Empoli
Salernitana - Monza
Genoa - Udinese
SERIE B:
Cremonese - Palermo
Brescia - Reggiana
Sudtirol - Bari
Cittadella - Catanzaro
Ternana - Lecco
Pisa - Venezia
Como - Parma

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...