Virgilio Sport

Matri studia da dirigente: "Tare è un maestro"

Alessandro Matri è uno dei collaboratori di Igli Tare alla Lazio: "Sto frequentando il corso da direttore sportivo e cerco di imparare da lui".

Pubblicato:

Matri studia da dirigente: "Tare è un maestro" Fonte: Getty Images

Alessandro Matri ha deciso di dire basta al calcio giocato solo pochi mesi fa, a maggio, dopo una breve esperienza in prestito al Brescia: da allora ha iniziato il percorso per diventare direttore sportivo, ruolo che gli piacerebbe ricoprire in un futuro neanche troppo lontano.

Intervistato da ‘Tuttosport’, l’ex attaccante ha rivelato il soprannome affibbiatogli da Andrea Pirlo con cui è ancora in ottimi rapporti dopo aver condiviso lo spogliatoio alla Juventus. “Direttore? Così mi chiama soltanto Pirlo, ma per prendermi in giro… (risata). Alla Juventus siamo stati compagni, anche di stanza, siamo grandi amici e sono rimasto il suo bersaglio preferito per scherzi e battute. Come lo chiamo io? Andrea o… ‘mister’. Ma c’è una differenza: lui ha il patentino e allena la Juventus. Io, invece, sto frequentando il corso da direttore sportivo e grazie alla Lazio sto cercando di imparare il mestiere da Tare, che è un maestro”.

La scintilla con Tare è scoccata durante la stagione 2015/2016 che vide Matri vestire la maglia della Lazio. “Nella stagione in cui avevo giocato qui, nel 2015-16, con Tare si era creato un bel rapporto, umano e professionale. A quel tempo Igli mi disse: ‘Quando smetti, mi piacerebbe averti nel mio staff’. Io non gli avevo dato troppo peso, all’epoca. Invece… nei mesi scorsi, dopo che ho annunciato l’addio al calcio, Tare mi ha inviato un messaggio con scritto: ‘Ricordati quello che ti avevo detto’. Poi ci siamo incontrati e da settembre sono tornato alla Lazio come collaboratore della direzione sportiva. Affianco Tare al campo e nelle trattative, ma sempre due passi dietro. Lo guardo, lo ascolto, cerco di imparare e provo a rubargli qualche segreto del mestiere. La giornata è molto più lunga, rispetto a quella a cui ero abituato da giocatore, anche perché Igli è un dirigente h24. È anima e cuore, sta sul pezzo tutto il giorno”.

L’obiettivo di Matri è proprio quello di emulare il dirigente albanese piazzando un colpo da vero e proprio talent scout. “Più che un grande nome, mi piacerebbe arrivare in anticipo su un talento con potenzialità da campione. Un po’ come ha fatto Tare con Milinkovic”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Salernitana
SERIE B:
Modena - Catanzaro

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...