Virgilio Sport

Milan in semifinale tra caso-Bryant e bufera Rai

I rossoneri di Pioli devono ricorrere ai supplementari per avere la meglio di un buon Torino: nella semifinale di Coppa Italia troveranno la Juventus

Pubblicato:

Milan in semifinale tra caso-Bryant e bufera Rai Fonte: Ansa

Il Milan soffre, va avanti poi si ritrova sotto. Trova il pari con Calhanoglu (autore di una doppietta) e ai supplementari riesce finalmente a avere la meglio di un Torino, apparso in ripresa dopo la batosta contro l’Atalanta. I rossoneri avanzano così alla semifinale di Coppa Italia dove troveranno la Juventus. Per i tifosi milanisti una grandissima gioia, ma anche qualche polemica sui social dovuta alla decisione di non osservare il minuto di raccoglimento per Kobe Bryant, scomparso in un incidente in elicottero nella giornata di domenica.

Attacco ritrovato

Nonostante una partita con molte difficoltà e anche tanti errori sotto porta, la squadra rossonera sembra aver ritrovato un attacco in grado di far male. E se nei minuti regolamentari, Ibrahimovic aveva provocato sorpresa per un errore madornale da due passi, lo stesso svedese torna a essere il prediletto con il gol del 4-2: “La chiude il nostro Messia”. Un gol che per qualcuno non è un caso: “In una partita dedicata a Kobe, doveva sognare quello che ha più di tutti la Mamma mentality. Ibra anche oggi dimostra di essere un livello superiore”. Ma i tifosi sottolineano la prestazione di tutti da Rebic a Castillejo passando per l’ottimo impatto di Leao, l’unico che delude ancora è Piatek che sembra sempre di più un corpo estraneo.

Sorpresa Rebic

Tra le note più liete del Milan in questo momento della stagione c’è senza dubbio Rebic. Il giocatore croato ha fatto fatica ma forse proprio grazie all’arrivo di Ibrahimovic ha trovato il giusto spazio e probabilmente anche la giusta collocazione tattica. “In questo momento Rebic è una meraviglia”, sottolinea un tifoso. “In questi tre mesi mi sono chiesto come mai giocassero tutti tranne un vice campione del mondo in un Milan scorso. Ora mi godo questo Rebic”.

Il tributo

Tra le note della serata ce n’è stata anche una molto triste. La morte del cestista Kobe Bryant ha colpito tutto il mondo dello sport, ed anche gli appassionati di calcio sono stati colpiti da questa terribile tragedia. Il Milan ha deciso di omaggiare il cestista con un video toccante: “Il minuto di silenzio di San Siro – scrive il giornalista Riccardo Cucchi – il silenzio vale più di milioni di parole, specie di quelle sbagliate”. Un momento che ha toccato tutti anche se non è piaciuto il comportamento dei telecronisti Rai: “Nba tributo a Kobe: silenzio assordante. Italia durante il tributo a Kobe:  telecronista RAI parla”. Una cosa che non è piaciuta a molti fan: “Da brividi l’omaggio di San Siro a Kobe Bryant, se poi il telecronista Rai capisse che deve tacere sarebbe perfetto” o anche “La Rai è davvero imbarazzante, ha rovinato il tributo di San Siro a Kobe. Che vergogna”.

La polemica

Le squadre a inizio partita si sono schierate in campo per osservare il tradizionale minuto di raccoglimento ma dalla Lega e dalla FIGC non è arrivata nessuna indicazione in tal senso: “Mi vergogno di quello che vedo. Le squadre pronte a osservare il minuto di raccoglimento, ma l’arbitro ordina il rompete le righe perché non è stato concesse, e le tifoserie giustamente fischiano. Bravo il Milan che ha provveduto all’omaggio di testa sua prima degli schieramenti”, le parole del giornalista Tancredi Palmieri.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...