Virgilio Sport

Milan-Inter: Pioli aspetta Leao, Inzaghi sfoglia la margherita

Mentre i rossoneri sono in ansia dopo l'esito degli esami del portoghese, in casa nerazzurra c'è il problema abbondanza in attacco

Pubblicato:

Milan e Inter si preparano al derby di Champions League con umori un po’ diversi. Tra due giorni ci sarà il calcio d’inizio dell’andata della semifinale europea e Stefano Pioli è in ansia per la situazione di Rafael Leao, che sarà atteso fino all’ultimo minuto utile. Simone Inzaghi invece si ritrova con un’abbondanza inattesa in attacco.

Situazione in casa Milan: presenza di Leao in dubbio

Dopo gli esami di ieri, per Rafa Leao è arrivato il responso: elongazione del muscolo lungo adduttore della coscia destra. Sarà monitorato fino all’ultimo per provare a mandarlo in campo contro l’Inter, ma i dubbi sono tanti. Certo, il portoghese è uscito dal campo appena ha sentito tirate, contro la Lazio, e questo ha evitato guai peggiori.

Leao verrà sottoposto a trattamenti ogni giorno nel tentativo di recuperare, ma vederlo in campo a oggi sembra difficile. Quando è tornato in panchina, sabato, Leao ha mimato il gesto dello stiramento con una smorfia eloquente. L’infortunio è arrivato nel tentativo di calciare in porta dopo un allungo dei suoi sulla fascia. Uscendo dallo stadio, Rafa ha provato a rassicurare i tifosi: “Nessun problema, niente di grave”. Scrivendo poi una storia su Instagram: “Ci vediamo presto in campo”. Quanto ‘presto’ ora è da vedere.

Milan: senza Leao, si scalda Saelemaekers

Senza Leao, Stefano Pioli ha in mente il piano B, ossia schierare al suo posto il belga Saelemaekers. Le alternative sono Origi e Rebic. Il primo è entrato molto bene in campo sabato contro la Lazio. Nel caso, giocherebbe a sinistra, con Brahim Diaz a destra e Bennacer come trequartista centrale. Alle spalle del francese Olivier Giroud, naturalmente.

Se dovesse prevalere un’idea maggiormente offensiva, ecco spuntare Origi o Rebic. Entrambi, però, non convincono da diversi mesi e per questo difficilmente Pioli si affiderà a uno di loro due per questa partita fondamentale del suo Milan. In questi giorni che mancano al derby, l’allenatore rossonero farà tutte l prove del caso, anche se non sarebbe facile sostituire un Leao particolarmente in palla.

Situazione Inter: tra Lukaku, Dzeko e Lautaro

Altra aria si respira in casa Inter. I nerazzurri nelle ultime settimane sono sembrati uno schiacciasassi. Come se improvvisamente la testa di tutti si fosse alleggerita. Il Biscione è arrivato in gran forma proprio nel mese decisivo per la stagione, con ancora due Coppe in ballo. Simone Inzaghi, in più, ha problemi di abbondanza in attacco.

Lukaku è tornato il Big Rom di Contiana memoria. Arrivando in doppia cifra, 10 gol segnati in stagione. Lautaro è il giocatore a cui quasi sempre si affida il tecnico e l’argentino, soprattutto in Europa, spesso ripaga questa fiducia. Ma non va dimenticato che c’è un certo Edin Dzeko, anche lui candidato a una maglia da titolare e riposato dopo la panchina dell’ultimo match di campionato. Sarà Inzaghi a doverne scegliere due.

In realtà, anche a centrocampo l’allenatore può scegliere. In difesa, invece, come sottolineato dallo stesso tecnico “siamo contati”. Ma proprio la difesa ha ben figurato nelle ultime uscite.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...