Virgilio Sport

Milik rinato in Ligue 1: "Ora penso al Marsiglia ma..."

Arkadiusz Milik ha grandi ambizioni per il futuro: "Juventus? Voglio giocare nei migliori club. A Napoli mi dissero 'o rinnovi o te ne vai'".

Pubblicato:

Milik rinato in Ligue 1: "Ora penso al Marsiglia ma..." Fonte: Getty

Quattro goal in sette partite tra Ligue 1 e Coupe de France, fiducia finalmente ritrovata: Arkadiusz Milik ha già lasciato il segno tra le fila del Marsiglia, club rinnovato in panchina (Sampaoli nuovo tecnico) e ai piani alti (Longoria nominato presidente).

L’attaccante polacco ha rilasciato un’intervista a ‘L’Equipe’: ripercorsa la parte finale dell’esperienza a Napoli, dove si era giunti ad un punto di non ritorno. “A Napoli mi trovavo in una situazione strana. L’estate scorsa, la società mi disse: ‘O rinnovi o te ne vai’. Io volevo andare via per scoprire altro. Purtroppo in estate le cose non sono andate come volevo, la pandemia ha creato difficoltà. A gennaio ho ricevuto la proposta del Marsiglia, il club che mi ha voluto di più: ho pensato che potesse essere un’ottima occasione. Aspettare fino all’estate 2021 sarebbe stato troppo forse, anche se probabilmente avrei potuto scegliere una società più grande. Ma stare fermo un anno sarebbe stato troppo. Ero frustrato e stavo male perché altri giocatori in scadenza come me, che hanno rifiutato di rinnovare, giocavano lo stesso”.

Una situazione complicata all’ombra del Vesuvio, risolta con la cessione a gennaio.  “A Napoli sono stato emarginato, io pensavo a concentrarmi sul mio futuro. Sono tanti i calciatori in quella mia stessa situazione: ad esempio Alaba che non rinnoverà, eppure continua a giocare col Bayern e a dare il 100%. Ma preferisco non parlarne più, ora penso solo al Marsiglia”.

Nei mesi scorsi si è parlato molto di Juventus come ipotesi per Milik, che non esclude del tutto un avvenire a tinte bianconere. “La Juventus? Certo, ho dei sogni e ambisco a giocare nelle migliori squadre del mondo, l’obiettivo è questo. La strada per riuscire nel mio intento è dare il massimo ogni giorno per cercare di migliorarmi. Nel calcio due mesi sono molti e due anni sono enormi. Ho cominciato dieci anni fa, ora ne ho 27: posso dire di essere un calciatore diverso rispetto ad allora”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...