Virgilio Sport

Mondiali, chi passa agli ottavi in caso di parità di punti dei gironi. Il regolamento e il peso dei gol

La fase a gironi può concludersi con la parità in classifica tra due o più squadre. Come si stabilisce in modo preciso l'ordine definitivo

29-11-2022 11:23

Con la terza partita si chiude la fase a Gironi dei Mondiali. Gli ultimi punti a disposizione possono potenzialmente scombussolare le classifiche, provocare promozioni o eliminazioni inattese. Tra le varie ipotesi non sono da scartare anche passaggi come seconda classificata che in certi casi potrebbe significare un tabellone a eliminazione diretta più favorevole (vedi gli abbinamenti possibili agli ottavi). Non si escludono pareggi sospetti, alcune squadre molto rilassate. In generale però con questo tipo di regole, diventa difficile pilotare i risultati, tenuto anche conto che le due partite dell’ultimo turno di ciascun girone si giocano in contemporanea.

Come si stabilisce chi passa agli ottavi

Queste sono le regole per stabilire l’ordine preciso delle squadre in ciascuna classifica.

  1. maggiore numero di punti;
  2. migliore differenza reti;
  3. maggiore numero di reti segnate;
  4. maggiore numero di punti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  5. migliore differenza reti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  6. maggiore numero di reti segnate negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  7. maggiore numero di punti fair play, secondo questa scala di punteggi: cartellino giallo: 1 punto; cartellino rosso indiretto (prodotto da una doppia ammonizione): 3 punti; cartellino rosso diretto: 4 punti; cartellino giallo sommato al cartellino rosso diretto: 5 punti.
  8. sorteggio effettuato dal comitato FIFA.

Per prima cosa ovviamente conta il numero di punti totalizzato: se non dovessero verificarsi ex aequo, il passaggio agli ottavi è automatico per le due squadre che hanno ottenuto più punti. Potrebbe esserci parità anche tra le prime due e stabilire chi sia prima o seconda potrebbe fare molta differenza per l’abbinamento degli ottavi. In questo caso per stabilire la graduatoria precisa si applicano le regole di cui sopra. Però l’applicazione più importante è sicuramente per stabilire chi rimarrà dentro e chi uscirà dai Mondiali.

Se più squadre arrivano a pari punti, la prima opzione è riordinare le squadre in base alla differenza reti complessiva. In caso di parità si procede al conteggio dei gol fatti in totale. Se anche i gol fatti fossero pari, si procede con l’esame degli scontri diretti, applicando la classifica avulsa nel caso di più squadre coinvolte. Se per caso anche gli scontri diretti fossero pari, si vede la differenza reti negli scontri diretti. In subordine si calcolano i gol segnati sempre negli scontri diretti. Queste tre opzioni dovrebbero dirimere le situazioni che coinvolgono più squadre. Se anche l’esame degli scontri diretti non dovesse sciogliere la parità assoluta, si procede con il fair play e quindi si attribuiscono dei punti a ciascun provvedimento disciplinare subito dalle varie squadre nel corso delle tre partite: si forma un classifica all’inverso, ossia chi ha totalizzato meno punti (quindi è stata più disciplinata), meglio si piazza in classifica. Se poi nemmeno con questo calcolo si riuscisse a sbloccare la situazione si ricorrerà al sorteggio: ipotesi che non si augura a nessuno.

La situazione nelle classifiche

GIRONE A

Qualificate Olanda e Senegal

GIRONE B

Qualificate Inghilterra e USA

GIRONE C

  • Classifica attuale: Polonia 4, Argentina e Arabia 3, Messico 1.
  • Ultimo turno: Polonia-Argentina e Arabia-Messico

In questo girone il rischio parità assoluta è piuttosto probabile, perché già adesso Argentina e Arabia sono appaiate e in caso di doppio pareggio o doppia vittoria nelle due partite in programma, scatterebbe la misurazione a partire dalla differenza reti. In caso di doppio pareggio passerebbe l’Argentina perché ha una differenza reti generale migliore, anche se l’Arabia ha vinto lo scontro diretto. Se invece le due squadre vincessero e si ritrovassero in testa a 6 punti, per stabilire chi sia prima o seconda bisognerà vedere il punteggio delle ultime partite in termini di risultati. Altri pareggi in classifica possono verificarsi tra Polonia e Arabia al secondo posto (in caso di sconfitta dei polacchi con l’Argentina e pareggio degli arabi) e sarebbero attualmente in vantaggio gli europei; parità a 4 punti al secondo posto tra Polonia e Messico (se il Messico vince e la Polonia perde) e in questo momento sarebbe avanti la Polonia; parità a 4 punti tra Argentina e Messico (in caso di vittoria del Messico e pareggio dell’Argentina) e in questo momento sarebbe avanti l’albiceleste. Insomma è un girone molto ingarbugliato e a nessuno converrà fare calcoli, solo la vittoria garantisce speranze di qualificazione. L’unica che può fare calcoli è la Polonia a cui in effetti basterebbe un pareggio per passare.

GIRONE D

  • Classifica attuale: Francia 6, Australia 3, Tunisia e Danimarca 1.
  • Ultimo turno: Francia-Tunisia e Danimarca-Australia

Questo è un girone in cui le gerarchie sono praticamente definite. La Francia è sicura di passare, molto probabilmente come prima. L’unica che possa darle fastidio è l’Australia che battendo in goleada la Danimarca e sperando nel contemporaneo ko dei transalpini contro la Tunisia potrebbe scipparle il primo posto ricorrendo alla differenza reti. Stiamo parlando di una possibilità più che remota. Di fatto la corsa è sul secondo posto attualmente occupato dall’Australia. Difficili anche gli ex aequo. Può accadere a 4 punti tra Australia (se pareggia la sua partita) e la Tunisia se batte la Francia. In questo caso conterà la differenza reti con l’eventuale preferenza per l’Australia che ha vinto lo scontro diretto; sempre a 4 punti c’è la possibilità di parità tra Tunisia e Danimarca se vincono entrambe le partite. E a questo punto conterà la differenza reti. In caso di parità dei primi valori, questa parità potrebbe andare a scadere fino alla classifica fair play.

GIRONE E

  • Classifica attuale: Spagna 4, Giappone e Costa Rica 3, Germania 1.
  • Ultimo turno: Spagna-Giappone e Germania-Costa Rica

Questo è un girone in cui può succedere di tutto. La logica vorrebbe che Spagna e Germania vincano l’ultima partita e passino come prima e seconda. Però possono succedere situazioni di parità, praticamente identiche a quelle del Girone B con l’unica differenza che qui a dover sperare che nessuno faccia biscotti sia la Germania. I tedeschi possono temere in primis un pareggio tra Spagna e Giappone: entrambe le squadre sarebbero abbastanza al sicuro. La Spagna passerebbe sicura o per prima o per seconda, il Giappone sarebbe quasi qualificato perché per uscire dovrebbe solo temere che Costa Rica faccia risultato contro la Germania. Costa Rica dopo lo 0-7 iniziale è messa talmente male in differenza reti che anche arrivasse a pari punti, non avrebbe possibilità di passare. Quindi ricapitolando: situazioni di ex aequo possono essere: al primo posto a quota 6 tra Giappone e Costa Rica (in caso di vittoria di entrambe) con il Giappone in questo momento avanti per differenza reti; a quota 4 al secondo posto tra Spagna e Costa Rica, Spagna e Germania e tra Giappone e Germania. In tutti i casi conterà la differenza reti e sarà importante vedere i risultati dell’ultima partita.

GIRONE F

  • Classifica attuale: Marocco e Croazia 4, Belgio 3 e Canada 0.
  • Ultimo turno: Belgio-Croazia e Marocco-Canada

Questo è un girone in cui probabilmente salterà una big. Il Belgio (numero 2 del ranking Fifa) per passare può solo battere la Croazia (vicecampione uscente). In caso di vittoria dei Diavoli Rossi, la Croazia potrebbe sperare di salvarsi solo se il Canada (già eliminato) riuscirà a battere il Marocco attualmente primo a 4. Ci sarebbe parità al secondo posto proprio tra Marocco e Croazia e a quel punto scatta il conteggio di differenza reti e gol fatti etc che in questo momento premia gli slavi. Altro scenario potrebbe essere che Marocco e Croazia invece vincono e si ritrovano in testa a 7 punti: a questo punto chi passa per prima viene decisa con la differenza reti: adesso è in vantaggio la Croazia ma l’ultima partita potrebbe ribaltare tutto. può succedere di tutto.

GIRONE G

  • Classifica attuale: Brasile 6, Svizzera 3, Serbia e Camerun 1.
  • Ultimo turno: Brasile-Camerun e Serbia-Svizzera

Questo è un girone uguale a quello della Francia. Anche il Brasile è sicuro di essere agli ottavi, deve solo capire se come primo o secondo. Può solo essere raggiunto a quota 6 dalla Svizzera e poi bisognerebbe vedere la differenza reti. Ipotesi piuttosto remota: il Brasile dovrebbe perdere con il Camerun e la Svizzera battere la Serbia. Altra possibile parità è a quota 4 tra Serbia e Camerun (se vincono entrambe) e si andrebbe a fare la differenza reti; tra Svizzera e Camerun (se una pareggia e l’altra vince) con differenza reti determinante ma con lo scontro diretto che eventualmente farebbe pendere l’ago della bilancia verso gli elvetici.

GIRONE H

  • Classifica attuale: Portogallo 6, Ghana 3, Uruguay e Corea del Sud 1.
  • Ultimo turno: Portogallo-Corea del Sud e Uruguay-Ghana

Situazione identica al Girone G. Il Portogallo è già promosso e può solo essere insidiato per il primo posto dal Ghana, nel caso in cui i lusitani perdessero contro la Corea e gli africani rullassero l’Uruguay. Entrambe ipotesi peregrine, ma possibili. Possibili situazioni di parità a quota 4 con Ghana e Corea del Sud e tra Uruguay e Corea (nel caso vincessero entrambe). Siccome è altamente improbabile che la Corea possa anche solo dar fastidio al Portogallo è presumibile che la seconda qualificata uscirà dallo scontro diretto Ghana-Uruguay in cui sono gli africani ad avere a disposizione due risultati su tre.

Il calendario degli ottavi di finali che si sta formando

FAQ

A parità di punti in classifica cosa conta di più?

La differenza reti generale

Esiste la possibilità di un sorteggio a parità di punti?

Sì è l'ultima opzione

Come si stila la classifica fair play?

Attribuendo un valore ai vari provvedimenti disciplinari:

  • cartellino giallo: 1 punto;
  • cartellino rosso indiretto (prodotto da una doppia ammonizione): 3 punti;
  • cartellino rosso diretto: 4 punti;
  • cartellino giallo sommato al cartellino rosso diretto: 5 punti.

VIRGILIO SPORT

Mondiali, chi passa agli ottavi in caso di parità di punti dei gironi. Il regolamento e il peso dei gol Fonte: ANSA

Leggi anche:

Caricamento contenuti...