Virgilio Sport

Mondiali Qatar 2022, Inghilterra: i gol di Kane per rinverdire i fasti del trionfo '66

Dal gol fantasma di Hurst nel '66 alla mano de Dios di Maradona, l'Inghilterra di Gareth Southgate è di diritto tra le favorite dei prossimi Mondiali di Qatar 2022 ma nonostante i gol di Kane e i talenti di Bellingham, Sterling e Foden rischia di essere l'ennesima delusione

Pubblicato:

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Può essere la volta buona. Come ogni edizione dei Mondiali del resto. Da quell’oramai lontano 1966, con annessa discussa vittoria in casa con giallo arbitrale sul gol/non gol di Hurst in finale, l’Inghilterra non ha mai più alzato la Coppa del Mondo al cielo. Ci proverà nuovamente in Qatar trascinata dai gol di Kane ma anche con i tanti dubbi sulla gestione del ct Southgate.

Inghilterra ai Mondiali: quando la tradizione non basta più

Sono i padri del calcio, coloro che anche un po’ in maniera egoistica si arrogano l’invenzione del “giuoco” più bello del mondo. L’Inghilterra è da sempre considerata una delle grandi del calcio a livello di Nazionale. Al pari di Italia, Argentina, Germania, Brasile e Francia. A vedere bene però il palmares i Leoni inglesi sono un po’ da considerarsi una sorta di sorella minore, una cenerentola tra le big mondiali.

Mondiali Inghilterra ’66: un solo trionfo, il gol fantasma di Hurst

Era ancora la vecchia Copa Rimet che l’Inghilterra ha alzato al cielo di Wembley, quindi in casa, per la sua prima e unica volta. Lo ha fatto in una finale che è passata alla storia per il dubbio eterno sul quel gol fantasma di Hurst. Nei tempi supplementari della finale con la Germania, dopo il 2-2 del ’90, Hurst girò a rete un cross dalla destra di Ball. La palla picchia contro la traversa e batte sulla linea di porta per poi schizzare via messa fuori dai tedeschi.

Il gol fantasma di Hurst nel ’66. Sono attimi interminabili. L’arbitro Gottfried Dienst sta per assegnare l’angolo quando viene richiamato dal guardalinee sovietico, Tofik Bachramov che gli fa convalidare la rete, per lui la palla ha superato la linea. Per molti, soprattutto tedeschi, è uno degli scandali più grandi dei Mondiali di calcio, al pari del gol di mano di Maradona e l’arbitraggio di Byron Moreno in Italia-Corea.

Inghilterra, dal gol di Maradona alle grandi delusioni

Quasi come una maledizione per quella vittoria con giallo peraltro in casa nel ’66, l’Inghilterra è entrata in un vortice di insuccessi che non ha avuto mai termine. Nonostante grandi campioni, da Lineaker a Gascoigne passando per Shearer e Beckham. Nelle ultime edizioni due ottavi di finale, due quarti, un’eliminazione al primo turno (in Brasile al pari dell’Italia, nel 2014, nel girone con Costa Rica e Uruguay) e il quarto posto in Russia, eliminati dalla Croazia di Brozovic e Mandzukic a un passo dalla finale con la Francia.

Inghilterra quarta ai Mondiali come nell’edizione di Italia ’90 sconfitta ai rigori dalla Germania in semifinale e poi dall’Italia di Baggio e Schillaci nella finalina per il bronzo di Bari. Indelebile e passata anch’essa alla storia l’eliminazione ai Mondiali di Messico ’86. Agli ottavi l’Argentina vince 2-1 con Maradona che nel giro di pochi minuti fa gol con la “mano de Dios” e poi segna la più bella rete della storia del calcio andando via in serpentina a tutta la squadra inglese schierata, portiere compreso.

L’Inghilterra oggi: la stella Kane, il dubbio Southgate

L’Inghilterra arriva in Qatar reduce dalla finale degli Europei di due anni fa persa in casa ai rigori contro l’Italia ma anche dalla cocente eliminazione nel girone di Nations League, con tanto di retrocessione per via dell’ultimo posto nel girone con gli azzurri, la Germania e l’Ungheria.

Tante le critiche piovute in questi ultimi mesi sul ct Southgate che sembra aver perso gran parte della fiducia conquistata dopo la finale mancata in Russia 2018 e la stessa finale degli Europei persa a Wembley. Hanno fatto discutere le scelte del c.t. che ha escluso il milanista Tomori e il romanista Abraham.

La stella dell’Inghilterra: Harry Kane. 51 gol in 75 presenze con la maglia della nazionale dei Tre Leoni sono il biglietto da visita per il centravanti del Tottenham che sogna di trionfare i compagni al trionfo a suon di gol. Tanta fisicità ma anche talento nei vari Jude Bellingham, Phil Foden e le eterne promesse Sterling e Rashford.

Mondiali, Inghilterra: convocati per Qatar 2022

  • PORTIERI: Jordan Pickford (Everton) Nick Pope (Newcastle), Aaron Ramsdale (Arsenal)
  • DIFENSORI: Trent Alexander-Arnold (Liverpool), Conor Coady (Everton), Eric Dier (Tottenham), Harry Maguire (Manchester United), Luke Shaw (Manchester United), John Stones (Manchester City), Kieran Trippier (Newcastle), Kyle Walker (Manchester City), Ben White (Arsenal)
  • CENTROCAMPISTI: Jude Bellingham (Borussia Dortmund), Mason Mount (Chelsea), Kalvin Phillips (Manchester City), Declan Rice (West Ham), James Maddison (Leicester City), Jordan Henderson (Liverpool), Conor Gallagher (Chelsea)
  • ATTACCANTI: Marcus Rashford (Man United), Phil Foden (Manchester City), Jack Grealish (Manchester City), Harry Kane (Tottenham), Bukayo Saka (Arsenal), Raheem Sterling (Chelsea), Callum Wilson (Newcastle).

Inghilterra: girone e partite a Qatar 2022

L’Inghilterra al Mondiale di Qatar 2022 è stata inserita nel Girone B con i cugini del Galles, gli Stati Uniti e l’Iran. Ecco il calendario completo con date e orari delle partite della squadra di Southgate:

  • 21/11, Inghilterra-Iran alle 14.00
  • 25/11, Inghilterra-Stati Uniti alle 20.00
  • 29/11, Galles-Inghilterra alle 20.00

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...