Virgilio Sport

Mondiali scherma 2023 l'Italia a Milano per strafare: protagonisti e ambizioni Azzurre

Il tricolore non vuol fare sconti a nessuno: punta al primo posto nel medagliere per nobilitare l’avventura meneghina che avrà un sapore speciale, quando alle Olimpiadi di Parigi 2024 mancano 12 mesi

Pubblicato:

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Un mese fa in Polonia non c’è stata storia: Italia prima nel medagliere dei campionati Europei e tanti saluti alla (pur) acerrima concorrenza. Che a Milano, dove sabato 21 luglio scattano i Mondiali, sarà ancora più agguerrita: Polonia, Ungheria, Francia e Germania sono le rivali storiche che è continentali, ma quando di mezzo ci si mettono anche Stati Uniti e Corea del Sud (giusto per citare i più temibili) tutto diventa più complicato.

Ma l’Italia non vuol fare sconti a nessuno: punta dritta al primo posto nel medagliere, obiettivo tale da nobilitare l’intera avventura meneghina che avrà un sapore certamente speciale, quando ai Giochi Olimpici di Parigi 2024 mancano ormai appena 12 mesi. In palio peraltro ci sono una marea di pass olimpici: tornare a casa con una medaglia al collo e la certezza di poter disputare le Olimpiadi vale più di qualsiasi vittoria.

Fioretto caput mundi

Ma quante sono le reali ambizioni di medaglia dell’Italia, padrona di casa? Le 12 gare in programma potranno offrire equilibrio e incertezza, ma una cosa nel tempo è rimasta intonsa e immutata: il fioretto è l’arma per eccellenza che parla italiano, e la sensazione è che anche stavolta possano arrivare una pioggia di medaglie.

Tra gli uomini la pattuglia composta da Alessio Foconi, Daniele Garozzo, Filippo Macchi e Tommaso Marini parte con i favori del pronostico tanto nella gara individuale, quanto in quella a squadre, dove probabilmente il discorso per l’oro sarà un affare “interno” con gli USA.

Tra le donne, se possibile, le prospettive sono ancora più bellicose: un quartetto come quello composto da Martina Batini, Arianna Errigo (che torna a tirare col fioretto dopo gli excursus spada), Martina Favaretto e Alice Volpi però o un gradino davanti a tutte, col rischio concreto di derby nell’individuale e la voglia di regalarsi un oro nella competizione a squadra (ma occhio alle francesi, a caccia di rivincite).

La spada ha voglia di stupire

Spada e sciabola hanno destini e percorsi differenti, se non altro per il fatto che qui la concorrenza è più che mai agguerrita. La spada è forse la più incline a umori contrastanti: nel femminile Rossella Fiamingo, Federica Isola, Mara Navarria e Alberta Santuccio possono dire la loro nella gara individuale, ma appaiono più forti e solide soprattutto sulla gara a squadre, dove il podio appare alla portata.

Nel maschile, i recenti Europei hanno detto che Davide Di Veroli e Federico Vismara non temono rivali: la doppietta oro-argento nella finalissima (15-14 il punteggio) é la cartolina di presentazione al resto del mondo, benché nella gara a squadre il rischio concreto è che si possa finire per fare molta più fatica. Il Pass per Parigi e obbligatorio: arrivare a medaglia è l’unico modo per strapparlo senza patemi.

Priorità ai pass olimpici

La sciabola viaggia all’opposto, nel senso che le squadre sembrano meglio attrezzate per competere per una medaglia piuttosto che i singoli nell’individuale. Soprattutto gli uomini sembrano avere più chance di rivelarsi competitivi, con Luigi Samele che proverà a spingersi avanti anche nella gara singola (anche Luca Curatoli ha ambizioni di podio).

Tra le donne Martina Criscio, reduce dal bronzo europeo, è forse la carta migliore da poter calare, anche se il rientro di Rossella Gregorio e la crescita costante di Michela Battiston indicano che il movimento è decisamente bello pimpante.

Il programma si aprirà sabato 22 aprile con i turni preliminari di spada femminile e sciabola maschile, seguir ti domenica da fioretto femminile e spada maschile e infine lunedì da sciabola femminile e fioretto maschile. Da martedì, con la stessa doppia alternanza giornaliera, via ai tabelloni che portano alle medaglie. Le gare a squadre partiranno dal 27 luglio.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...