Virgilio Sport

MotoGP, Lorenzo accusa gli ultimi tre campioni: in pista mancava Marquez

Il cinque volte iridato ha espresso il proprio parere sui titoli di Mir, Quartararo e Bagnaia. Bravi, ma non i migliori. Per il maiorchino, quello resta il pilota Honda.

04-12-2022 22:03

In questo 2022 il Motomondiale ha visto un pilota italiano tornare a vincere il titolo mondiale con Pecco Bagnaia e la Ducati. La classe regina MotoGP nelle ultime tre stagioni ha avuto un po’ di ricambio con tre piloti diversi su tre moto diverse capaci di conquistare il campionato. Successi ottenuti in tre anni dove Marc Marquez non è mai stato al massimo della condizione.

La convinzione di Lorenzo

Prima di farsi male nella famosa gara di Jerez de la Frontera del 19 luglio 2020, Marquez era stato il fenomeno assoluto in MotoGP riuscendo a vincere sei campionati in sette stagioni, di cui gli ultimi quattro consecutivi dal 2016 al 2019, anno in cui ha condiviso il box Honda con Jorge Lorenzo.

E proprio secondo il maiorchino, la mancata forma ottimale dell’otto volte iridato ha falsato un po’ gli ultimi campionati: “Per me chi ha vinto non era il migliore, che per me resta ancora Marc Marquez. Senza di lui è stato molto più facile“, queste le prime parole di Lorenzo in un’intervista a solomoto.es.

Marc resta il migliore per Jorge

Lorenzo non dà dunque molto merito ai titoli conquistati negli anni da Joan Mir, Fabio Quartararo e lo stesso Bagnaia: “Con Marc al 100% in pista, di sicuro almeno uno di questi tre titoli sarebbe andato a lui. Non so se avrebbe potuto fare tris, ma avrebbe almeno avuto la possibilità di vincerli”.

Per il tre volte iridato in MotoGP, gli infortuni di Marquez hanno condizionato gli ultimi anni: “Penso sia ancora il migliore. Non a livello fisico in questo momento. Ma è l’unico che non ha paura di cadere. A volte questo aspetto gli si ritorce contro, ma quando va tutto bene è una grande qualità“.

I pensieri sulla prossima stagione

Forse ancora deluso per la fine del suo rapporto con la Ducati, Lorenzo ha cercato così di sminuire gli ultimi titoli mondiali e quindi anche quello di Bagnaia. Quando ha condiviso il box con Marquez nel 2019, il maiorchino si è poi dovuto ritirare quindi conosce bene il valore dell’ex rivale.

Per Lorenzo c’è stato poi modo di parlare anche della moto con cui ha vinto i titoli in MotoGP: “La Yamaha tornerà a vincere così come la Honda, è sicuro. La domanda è però quando. E sembra che per entrambe ci vorrà del tempo, a meno che le cose non inizino a cambiare alla svelta”.

MotoGP, Lorenzo accusa gli ultimi tre campioni: in pista mancava Marquez Fonte: Getty Images

Leggi anche:

Caricamento contenuti...