Virgilio Sport

Napoli: Chi è Danso, il colosso austriaco che può prendere l’eredità di Kim

Fisicità, rapidità, senso dell’anticipo: il difensore austriaco del Lens ha caratteristiche molto simili al sudcoreano in partenza. De Laurentiis proverà in tutti i modi a prenderlo  

22-06-2023 13:52

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

Un colosso dal passo rapido, che ama giocare in anticipo ed è dotato di grande personalità: non parliamo di Kim Minjae, ma di quello che il Napoli spera sia il suo clone Kevin Danso, 24enne difensore austriaco del Lens, rivelazione in Ligue 1. Le sue caratteristiche sono assai simili a quelle del sudcoreano in partenza per il Bayern o, forse, la Premier League: scopriamo meglio chi è Danso.

Napoli: chi è Danso, perfetto sostituto di Kim

Ha genitori di origini ghanesi Kevin Danso, ma è nato nel 1998 a Voitsberg, in Austria, e a 6 anni s’è trasferito in Inghilterra a Milton Keynes, cittadina celebre per essere la sede della scuderia Red Bull di Formula 1. E in effetti Danso è un difensore di grossa cilindrata: alto 190 cm, ha un’imponenza pari a quella di Kim Minjae, il centrale sudcoreano decisivo per lo scudetto del Napoli, e come lui è dotato di una sorprendente rapidità.

La forza di Kim era la frequenza di passo, quella di Danso l’esplosività, che gli permette di essere molto efficace anche nel breve, nonostante la stazza. Come Kim, Danso prova a irrompere improvvisamente sull’avversario prima che tocchi palla: l’anticipo è la specialità della casa. Se lo manca, è abile nel recupero e molto efficace in scivolata. E l’austriaco ha una buona tecnica anche in fase di impostazione. Deve crescere tatticamente, anche perché nel Lens gioca a 3 e rispetto a Kim è più giovane di un paio di anni. Tutto da verificare, poi, il livello di concentrazione: a Napoli non hanno mai visto un centrale più “sul pezzo” del sudcoreano.

Napoli, la carriera di Danso

Inizia a giocare a calcio nelle giovanili del Reading e del MK Dons, la squadra di Milton Keynes, poi nel 2014 si accorge di lui l’Augusta, che nel 2017, quando Danso ha soli 18 anni, lo fa esordire in Bundesliga. Debutta anche nella nazionale austriaca, poi segue l’esperienza in prestito al Southampton, ma nella Premier 2019/20 Danso non trova spazio, nonostante si adatti a giocare come terzino. E così nell’agosto 2020 torna in Germania al Fortuna Dusseldorf, su cui torna a buoni livelli.

Il Lens lo nota e paga 5,5 milioni di euro per prenderlo. È un affare: Danso si afferma come uno dei migliori centrali della Ligue 1, poi si conferma nel campionato appena concluso dal Lens al 2° posto: per lui 76 presenze 3 gol e 6 assist (a confermare la sua utilità sulle palle inattive) nelle due stagioni francesi.

Napoli, quanto costa Danso

Per il Napoli Danso potrebbe essere la soluzione ideale per sostituire Kim: le caratteristiche tecniche sono molto simili, il costo del cartellino – la richiesta di partenza è di 25 milioni di euro – può essere limata perché il giocatore pare molto interessato a trasferirsi nel club campione d’Italia. Che anche stavolta De Laurentiis ci abbia visto giusto?

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Juventus - Frosinone
Cagliari - Napoli
Lecce - Inter
Milan - Atalanta
SERIE B:
Modena - Spezia

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...