Virgilio Sport

Pagelle Napoli-Empoli 0-1: Berisha mura Kvara, Rui infortunio fatale, jolly Kovalenko. Garcia rischia grosso

Il Napoli cade ancora al Maradona: quarta sconfitta in otto partite. Fischi per Garcia dopo l'ennesima prestazione no degli azzurri. L'Empoli ringrazia e vince con Kovalenko.

12-11-2023 14:42

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Se doveva dare delle risposte, il match tra Napoli ed Empoli le ha fornite tutte. Garcia non è in grado di guidare la svolta auspicata da De Laurentiis e dai tifosi azzurri. Quattro sconfitte al Maradona in otto gare sono troppo per i campioni d’Italia in carica, che mancano il sorpasso al Milan al terzo posto rimanendo invischiati in un limbo di difficile definizione. Risale invece l’Empoli, che non va quasi mai in sofferenza al Maradona, trova in Berisha una saracinesca e poi pesca il jolly nel finale con una magìa di Kovalenko. Zero a uno ed è pioggia di fischi, oltre che meteorologica.

Napoli-Empoli, la chiave della partita

Per la gara che può decidere il suo destino, Garcia rivoluziona il Napoli. Dal 4-3-3 si passa al 4-2-3-1, con Simeone centravanti. Fuori Natan, Zielinski e Kvaratskhelia, con Ostigard in difesa, Raspadori alle spalle della prima punta ed Elmas largo a sinistra. Il terzino mancino è Olivera, poi nel riscaldamente un problema al polpaccio di Meret costringe a un altro cambio: gioca Gollini. L’Empoli la sua stella l’aveva persa alla vigilia: Baldanzi infortunato, nel 4-3-2-1 di Andreazzoli c’è spazio per Cancellieri e Cambiaghi alle spalle di Caputo.

I cambiamenti tattici non modificano la sostanza di un Napoli che fa fatica a rendersi pericoloso. Gli unici lampi arrivano da qualche giocata di Politano e da palle inattive (colpo di testa di Anguissa su corner), su cui è bravo Berisha. L’Empoli, anzi, si fa minaccioso con pressing e ripartenze. Caputo, Cancellieri e soprattutto Cambiaghi spaventano il pubblico del Maradona: bravo Gollini a evitare guai sulla conclusione del giovane toscano.

Rivivi le emozioni di Napoli-Empoli

Nella ripresa Garcia ci mette una decina di minuti per rientrare sui suoi passi e tornare all’antico. Dentro Kvara e Zielinski, fuori Simeone ed Elmas. È di nuovo 4-3-3, con Raspadori che va a fare il centravanti, quando tutti avrebbero immaginato un assalto con Simeone in campo. Il Napoli presidia maggiormente la metà campo avversaria, ma non tira. Ci riesce solo dopo la seconda batteria di cambi: dentro Cajuste e Lindstrom al posto di Anguissa e Politano, stremati.

Il danese costringe Berisha a un nuovo intervento salva-risultato e con la sua verve dà una scossa ai suoi. Ci prova anche Kvaratskhelia, trovando ancora super Berisha davanti in due circostanze: addirittura prodigiosa la seconda, di piede con un riflesso da portiere da hockey. Piove sul bagnato per Garcia, perché Rui – ultimo cambio – si fa male e non può essere sostituito. E così dal ‘buco’ del portoghese nasce l’azione del gol dell’Empoli, confezionato dai nuovi entrati: tocco arretrato di Ebuehi, parabola magica di Kovalenko ed è colpaccio.

Cosa ha funzionato nel Napoli

Poco, a dire il vero. In mezzo al campo, se non altro, i campioni d’Italia hanno ritrovato un protagonista dello Scudetto finalmente nella sua versione migliore: Anguissa, vero e proprio guerriero della mediana. E in porta c’è una sicurezza in più: Gollini.

Cosa non ha funzionato tra gli azzurri

Ritmi lenti, pochi lampi, mancanza di incisività nella manovra: il nuovo abito cucito da Garcia per il Napoli non ha determinato grossi miglioramenti nel gioco azzurro. Squadra impacciata e poco pericolosa, almeno per un tempo.

Le pagelle del Napoli

  • Gollini 6,5 – Reattivo tra i pali e in uscita, nega a Cambiaghi un gol praticamente fatto.
  • Di Lorenzo 5,5 – Il capitano in giornata no: pochi guizzi sulla destra, un solo affondo pericoloso con un cross per Simeone che non c’arriva.
  • Rrahmani 6 – Ha fatto di tutto per esserci, rinunciando alla Nazionale: ordinato nelle chiusure, efficace in marcatura.
  • Ostigard 6 – I palloni alti sono il suo terreno di caccia, si fa anche vivo in area avversaria in più di un’occasione.
  • Olivera 5,5 – Come Di Lorenzo, non riesce a essere determinante sulla sua corsia di competenza, quella mancina.
  • Anguissa 6,5 – Lottatore generoso e dalle mille risorse, tra i pochi a strappare applausi dal pubblico.
  • Lobotka 5,5 – Poca ispirazione nei piedi del regista slovacco, che anzi incappa in qualche errore pericoloso.
  • Politano 6 – Suoi gli unici lampi offensivi nel primo tempo, anche nella ripresa si batte con impegno.
  • Raspadori 5 – Impiegato sulla tre quarti non è né carne, né pesce: lega male il gioco e non punge in area.
  • Elmas 5,5 – Si muove con discreto zelo, agendo però troppo lontano dall’area di rigore: esce per esigenze tattiche.
  • Simeone 5,5 – Molto generoso ma altrettanto impreciso: segna ma è in netto offside, poi lascia spazio a Kvara.
  • Kvaratskhelia 5,5 – Entra in campo con gran voglia ma pasticcia più che inventare, trovando peraltro un Berisha insuperabile davanti.
  • Zielinski 5 – Errori di ogni sorta, non dà la scossa che sarebbe servita.
  • Lindstrom 6 – Unico tra i nuovi entrati a dare qualcosa in più alla squadra.
  • Cajuste 5,5 – Prende il posto di Anguissa e il centrocampo del Napoli va in difficoltà.
  • Rui SV – Entra, si fa male e il Napoli becca gol dove avrebbe dovuto esserci lui.
  • All. Garcia 4 – Prova a giocare il “suo” calcio e non gli va bene. Torna all’antico ed è peggio di prima. Forse De Laurentiis dovrebbe prendere atto che è il momento di cambiare.

Top e flop Empoli

Il top

  • Berisha – Tiene a galla l’Empoli con una serie di prodezze strepitose e poi arriva addirittura il jolly di Kovalenko.

Il flop

  • Bereszynski – Primo campione d’Italia in carica sulla strada del Napoli: pure lui sembra paurosamente imbrocchito rispetto allo scorso anno.

Napoli-Empoli, il tabellino

Napoli-Empoli 0-1

Napoli (4-3-3): Gollini; Di Lorenzo, Rrahmani, Ostigard, Olivera (39′ st Rui); Anguissa (27′ st Cajuste), Lobotka; Politano (27′ st Lindstrom), Raspadori, Elmas (9′ st Kvaratskhelia); Simeone (9′ st Zielinski). All. Garcia

Empoli (4-3-2-1): Berisha; Bereszynski (18′ st Ebuehi), Ismajli, Luperto, Cacace; Fazzini (26′ st Kovalenko), Ranocchia (35′ st Grassi), Maleh; Cancellieri (35′ st Maldini), Cambiaghi (18′ st Gyasi); Caputo. All. Andreazzoli

Arbitro: Prontera di Bologna
Rete: 46′ st Koevalenko
Note: ammoniti Cancellieri, Cajuste. Angoli 7-3. Recupero: 1′ pt, 5′ st. Spettatori 45mila circa.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Juventus - Frosinone
Cagliari - Napoli
Lecce - Inter
Milan - Atalanta
SERIE B:
Modena - Spezia

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...