Virgilio Sport

Napoli, intoppo su Osimhen: ADL chiede 150 milioni ma lui vuole più soldi per rimanere

Tiene banco la questione del futuro di Victor Osimhen. De Laurentiis fissa un prezzo molto alto per la cessione dell'attaccante, ma in caso di permanenza inevitabile un ritocco dell'ingaggio, come chiede il giocatore

21-06-2023 10:33

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista

Esperto di Motorsport ma, più in generale, appassionato di tutto ciò che sia Sport, anche senza il Motor. Dà il meglio di sé quando la strada fa largo alle due o alle quattro ruote

L’ideale sarebbe evitare la cessione, ma se questa avverrà sarà a peso d’oro: questa in brutale sintesi la situazione che riguarda il mercato di Victor Osimhen, stella di prima grandezza del Napoli scudettato. Aurelio De Laurentiis ha fissato un’asticella inevitabilmente alta per liberare il suo bomber, che condiziona anche il discorso riguardo al potenziale rinnovo.

La valutazione di De Laurentiis per Osimhen

Il piroclastico presidente degli azzurri campioni d’Italia infatti ha posto come valutazione del cartellino del nigeriano un valore che va da un minimo di 120 ad un massimo di 150 milioni. Sono cifre che comunque potrebbero essere alle portate delle big di Premier, della Ligue 1 e della Bundesliga interessate al calciatore, che attendono le mosse appunto di De Laurentiis ed anche dell’agente di Osimhen Roberto Calenda.

Se é vero che ADL, nelle ore successive al suggello definitivo dello scudetto, per non spegnere l’entusiasmo incontenibile dei tifosi aveva dichiarato che il centravanti mascherato sarebbe stato incedibile, in realtà davanti ad offerte di altissimo spessore difficilmente qualcuno lo avrebbe effettivamente inchiodato a Napoli (e il presidente ha dato prova del fatto che nessuno, neppure i top player, con lui possa considerarsi incedibile).

L’intesa per il rinnovo, ma non si esclude la cessione davanti ad offerte notevoli

Nel nuovo corso della squadra e di un mercato che dovrà fare a meno del deus ex machina Cristian Giuntoli, con un piede già alla Continassa, De Laurentiis aveva spiegato di aver trovato con l’entourage di Osimhen e con l’interessato una intesa (evidentemente di massima e verbale) per un rinnovo di due anni, spostando il termine del contratto dal 2025 al 2027. “Ma se dovesse arrivare l’offerta irrinunciabile per la salute del club, vedremo come comportarci”, aveva poi aggiunto ADL.

Chelsea, Manchester United e Paris Saint-Germain sono i club più citati in merito all’interessamento nei confronti del giocatore, perciò una volta fissato il prezzo del cartellino si spera possano arrivare offerte congrue, non al di sotto delle cifre poste da ADL altrimenti nisba.

L’adeguamento dello stipendio chiesto da Osimhen

Per quanto riguarda invece lo scenario alternativo, quello della permanenza, una valutazione del genere spinge il giocatore e chi lo rappresenta a chiedere un adeguamento del suo ingaggio in caso di firma del rinnovo. Si parla di un ritocco dai 4,5 milioni netti che attualmente percepisce l’attaccante a 6 milioni (8 lordi per il Napoli in virtù del decreto crescita). Uno stipendio che non riempie certo di entusiasmo De Laurentiis, ma intanto nei prossimi giorni dovrebbe tenersi l’incontro con l’agente Calenda per vedere di trovare la quadra e scoprire le carte.

E con il nuovo tecnico Rudi Garcia che segue la situazione per capire se avrà al suo servizio il capocannoniere dello scudetto da record del Napoli nella prossima stagione: altrimenti si parla di David del Lille come eventuale sostituto, valutato sui 60 milioni. Ma questa è un’altra storia.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...