Virgilio Sport

Napoli, per Garcia fiducia a tempo: Real dead line ma domani il “Maradona” sarà una bolgia

Crisi Napoli: il futuro di Rudi Garcia passa dalla super sfida di Champions col Real Madrid e dalle tre gare di campionato prima della sosta. Sullo sfondo Tudor più di Conte

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Fiducia a Rudi Garcia. Sì, ma a tempo. La sensazione è che il tecnico francese si giochi il suo futuro a Napoli nelle tre sfide di campionato contro Udinese, Lecce e Fiorentina, con in mezzo il match da sogno di Champions con il Real Madrid del grande ex Ancelotti. Intanto i tifosi partenopei comprendono il momento di difficoltà dei campioni d’Italia e si preparano a prendere d’assalto l’arena di Fuorigrotta per l’infrasettimanale con i friulani in programma domani alle 20:45.

Napoli, avanti con Rudi Garcia. Ma la fiducia non è illimitata

Le reazioni di Kvaratskhelia e Osimhen nei confronti dell’allenatore hanno sollevato un autentico polverone alle falde del Vesuvio. Ma il tempestivo intervento social di De Laurentiis (“Il Napoli riparte da Bologna. Bravi tutti”) è servito a stemperare gli animi. Bisogna ricompattare l’ambiente in vista di un ciclo di partite fondamentali per gli azzurri, chiamati ad affrontare il Real Madrid in casa dopo la trasferta di Lecce. Poi, dopo la sfida dell’8 ottobre con la Fiorentina che precede la sosta, si trarrà il bilancio dell’operato di Garcia.

Chi potrebbe sostituire Garcia? Ecco i nomi che circolano

La speranza è l’ex Roma riesca a raddrizzare la barca prima che la tempesta prenda il sopravvento. Intanto De Laurentiis – scrive La Gazzetta dello Sport – inizia a guardarsi intorno, pur non avendo preso contatti con altri allenatori. Del resto, nel 2019 scrisse un tweet simile a quello del post Bologna anche per Ancelotti, salvo poi esonerarlo poco dopo. Antonio Conte è una pista poco praticabile tanto per i costi quanto per il suo credo tattico. Diverso il discorso per Igor Tudor, che molto bene ha fatto a Verona da subentrato e poi all’Olympique Marsiglia.

Intanto il Maradona si strige attorno alla squadra

Contro l’Udinese si va verso i 40mila. Un segnale importante, quello dei tifosi del Napoli. Per quanto la maggioranza dei sostenitori azzurri invochi l’esonero di Garcia, ora è il momento di stare accanto alla squadra, già a -7 dall’Inter e fuori dalla zona Champions. “Tutti al Maradona per sostenere la squadra” scrive un utente sui social. “Secondo me il Napoli è sulla strada giusta. Buone vibes dopo Bologna” commenta ‘nientmale’. “Si preannuncia una bella atmosfera al DAM” aggiunge Peppe Scarparo. Insomma, Napoli è pronta a spingere il Napoli. Perché è nelle difficoltà che bisogna provare a essere uniti.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...