Virgilio Sport

Napoli, Raspadori incanta e chiede spazio: ecco chi rischia di perdere il posto

L'ex Sassuolo brilla in amichevole con due gol e un palo nel nuovo ruolo disegnatogli da Spaletti, come cambiano gli azzurri

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Il colpo in canna ce l’aveva da tempo ma come faceva a cambiare un meccanismo quasi perfetto? Col 4-3-3 il Napoli stava facendo sfracelli in campionato e in Champions, non era tempo di esperimenti quando condizione, morale e meccanismi erano al top, meglio aspettare. Luciano Spalletti però l’idea di mettere Giacomo Raspadori alle spalle di Osimhen ce l’aveva da tempo e ieri, nell’amichevole con l’Antalyaspor ha cambiato il modulo del suo Napoli. E si è divertito parecchio.

Napoli, Raspadori segna due gol e colpisce un palo in amichevole

Aspettava con ansia il ritiro in Turchia, Spalletti, proprio per verificare alcune sue idee. Il 4-2-3-1 l’anno scorso era stato un modulo utilizzato spesso, soprattutto quando non mancava Anguissa e l’idea non era stata accantonata. Quest’anno il tecnico azzurro l’aveva riproposta per larghi tratti nella gara col Lecce, pareggiata in casa, quando i nuovi erano ancora fuori condizione e si era riproposto di provarla più in là. Ieri Raspadori è stato utilizzato da 10 e non solo e ha brillato con due gol e un palo.

Napoli, per Spalletti Raspadori ha numeri da centrocampista

In conferenza dopo la partita Spalletti ha detto: “Raspadori ha i numeri da centrocampista come chilometri e ha le accelerazioni da attaccante dentro questa continuità. E’ un pensiero che avevamo e ci siamo tolti lo sfizio di vederlo anche lì. E la risposta è stata positiva”.

Napoli, Raspadori intoccabile in Nazionale ma ora cerca spazio in A

Intoccabile in Nazionale, con Mancini che lo utilizza sempre o come prima punta o come attaccante esterno, Raspadori ora vuol riprendersi spazio a Napoli e il 4-2-3-1 potrebbe essere il vestito adatto per farlo rendere al meglio.

Con uno tra Lozano e Politano a destra e Kvara a sinistra, l’ex Sassuolo potrebbe fare il trequartista dietro Osimhen. A rischiare il posto sarebbe Zielinski, visto che Lobotka è intoccabile ed Anguissa è imprescindibile per la sua fisicità, soprattutto in un centrocampo a due.

Napoli, i tifosi esaltano Raspadori

Sui social fioccano i commenti: “Raspadori non è un numero 10, ma pure un 9, un 8, un 7. Insomma, dove lo metti, lo metti ti fa la differenza”, oppure: “Quando dialogano due fini dicitori come Ndombelè e Raspadori è poesia pura. Bello a vedersi” e ancora: “Raspadori è giocatore di pallone ed è tanta tanta roba”.

C’è chi scrive: “È l’evoluzione di quel ruolo. 4231 non significa più nulla, ora conta il concetto posizionale, è il modo per vedere più spesso raspa in campo nella seconda fase di stagione. Un giocatore del genere non può stare troppo in panca” e infine: “Raspadori sarà il centravanti del futuro del Napoli appena Osimhen andrà in un top club mondiale”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...