Virgilio Sport

Napoli-Udinese 3-2, pagelle: Osimhen non si ferma più, Elmas gol alla Kvara

Serie A 2022-23, i voti del Napoli nella gara con l'Udinese. Osimhen implacabile, Elmas prezioso, delude solo Olivera

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Non si ferma la valanga-Napoli: undicesima vittoria di fila, primo posto saldissimo, morale alle stelle e la consapevolezza di avere mille frecce al proprio arco nonostante l’affannoso finale dove ha rischiato di mettere tutto in discussione pur essendo con tre gol di vantaggio. Anche senza Kvara per la terza partita consecutiva gli azzurri si sbarazzano dell’Udinese non senza soffrire, sia nel primo quarto d’ora quando con un ritmo troppo compassato aveva illuso i friulani di poter pungere, sia nel concitato finale quando l’Udinese fa due gol e riapre una partita che sembrava chiusa. La svolta col gol (il nono in campionato) di Osimhen, sempre più leader, che ha sbloccato tutta la squadra. Di Zielinski il gol del raddoppio. Nella ripresa il sigillo di Elmas prima della parziale rimonta dei friulani che ha spaventato il Maradona e un po’ anche Spalletti.

Napoli-Udinese le pagelle del Napoli

  • Meret 6 – La parata in avvio su Deulofeu vale un gol: nel dimenticatoio le critiche dopo la prova negativa col Bologna, nel primato del Napoli c’è anche l’orma dei suoi guanti. Non colpevole sul gol di Nestorovski, meno convincente su quello di Samardzic.
  • Di Lorenzo 6,5 – Moto perpetuo a destra, si sdoppia nelle due fasi ma capisce che deve coprire di più e rinuncia ad alcune incursioni.
  • Kim 6 – La sua grande intelligenza tattica gli consente di farsi trovare sempre al posto giusto tranne nel finale, una sua distrazione costa il gol del 3-2, poi perde la bussola negli ultimi minuti.
  • Juan Jesus 6 – Soffre in avvio l’assenza di punti di riferimento ma si riprende (Ostigard 6)
  • Olivera 5,5 – Si vede molto meno di Mario Rui in fase offensiva ma garantisce solidità dietro: la coperta, del resto, è quella. Spalletti lo lascia negli spogliatoi nell’intervallo (Mario Rui 6, rimedia un giallo ma non allenta mai la concentrazione)
  • Anguissa 6,5 – Meno preciso del solito negli appoggi ma sempre prezioso e multi-uso. Delizioso l’assist per Elmas.
  • Lobotka 6,5 – Rispetto alle prestazioni cui aveva abituato tutti appare meno coinvolto nel gioco ma non sbaglia quasi mai quando viene chiamato in causa.
  • Zielinski 7 – E’ tornato ai livelli di inizio stagione, prima cuce a centrocampo poi realizza il gol-capolavoro del 2-0. Seconda rete di fila dopo quella all’Empoli. (Ndombelè 6)
  • Lozano 6,5 – E’ il grimaldello per creare superiorità numerica, si conferma dopo la prova decisiva contro l’Empoli (Politano 5,5 Non entra mai in partita)
  • Osimhen 8 – Spietato. Alla prima vera occasione sale in cielo su assist di Elmas e spinge in rete. Mette lo zampino anche sul secondo gol con un assist di tacco e quando può va a dare una mano anche in difesa. Inimitabile.
  • Elmas 6,5 – Inizia facendo più confusione che altro ma indovina l’assist per Osimhen. Nella ripresa splendido il gol del 3-0, segnato quasi alla “Kvara”.

Napoli-Udinese, le pagelle dell’Udinese

  • Silvestri 6– Nulla può sui gol anche se inizialmente non sempre trasmette sicurezza al reparto. Si riscatta con una grande parata su Elmas ed evitando un passivo ancora più pesante su Osimhen.
  • Perez 5 – Non trova mai le misure quando il Napoli avvolge l’area friulana.
  • Bijol 5 – Impazzisce nel vano tentativo di fermare Osimhen.
  • Ebosse 6 – Cerca di sopperire con la velocità e piazza qualche buon recupero ma Lozano lo salta spesso. Cresce nella ripresa come tutta la squadra.
  • Ehizibue 6 – Efficace in fase propulsiva, riesce a inserirsi con pericolosità ma fallisce una palla gol su assist di Pereyra.
  • Lovric 6,5 – Quando trova spazio si rende anche pericoloso, è tra quelli che provano sempre a tenere sveglia la gara.
  • Walace 5,5 – Volenteroso ma spesso impreciso (Jajalo sv)
  • Arslan 6 – Ha piedi e polmoni, è uno degli ultimi ad arrendersi (Samardzic 6,5 – il mancino tedesco ha qualità e si vede anche nelle giornate difficili, il suo gol riapre la gara)
  • Pereyra 6,5 – Il Tucu è una spina nel fianco, schierato a tutta fascia sulla sinistra costringe Lozano e Di Lorenzo ad affannosi recuperi, si innervosisce quando cambia la partita ma è l’uomo più pericoloso anche quando si accentra a distribuire assist.
  • Beto 6 – Non gli arrivano molti palloni giocabili, non si abbatte mai ma deve arrendersi allo strapotere della difesa azzurra (Nestorovski 6,5, un gran gol che spaventa il Napoli nel finale: non segnava dall’ultima giornata della passata stagione)
  • Deulofeu sv – Messo tra le linee si rende subito pericoloso, sia nelle imbucate sia sotto porta con un graffio – in sospetto off-side – che obbliga Meret a un mezzo miracolo ma la sua partita dura solo 22′. Esce in lacrime per infortunio (Success 6, parte timido ma cresce nella ripresa)

Napoli-Udinese, le pagelle dell’arbitro

Arbitro Ayroldi 5,5 – Sceglie la linea inglese, fischia poco o niente – a volte ignorando anche qualche fallo evidente – ma usa comunque lo stesso metro per entrambe le squadre, poi cambia registro. Primo giallo al 25′ a Juan Jesus, subito dopo ammonito anche Walace (troppo severa la sentenza) e Pereyra. Con la partita chiusa presto sbaglia meno.

Napoli-Udinese, le conclusioni

Dopo la sosta arriva subito uno scontro diretto per il Napoli, che il 4 gennaio è atteso a San Siro dall’Inter mentre per l’Udinese c’è l’Empoli.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Falkensteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...