Virgilio Sport

NBA, Draymond Green ritorna dopo la sospensione di 12 partite ma Golden State è a un bivio

La NBA ha deciso di dare il via libera a Draymond Green che in questa stagione si era reso protagonista di due episodi violenti in campo: il giocatore ha ricevuto anche supporto psicologico nel suo percorso

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Draymond Green si prepara a tornare. I Golden State Warriors ritrovano uno dei loro leader dopo la sospensione per 12 partite. La NBA ha deciso di dare il via libera al 4 volte campione dopo che quest’ultimo si è sottoposto ad una serie di trattamenti psicologici, e dopo incontri con la lega e con la squadra.

NBA: via libera a Draymond Green

La NBA ha deciso di dare il via libera a Draymond Green che è rimasto fermo ai box dopo una sospensione che in questo momento è di 12 partite. Al secondo episodio nel giro di pochissime partite, la lega ha infatti deciso di fermare il giocatore a tempo indeterminato per consentirgli di rientrare dopo che quest’ultimo avesse sostenuto una serie di incontri di terapia psicologica. Probabilmente ai 12 match già saltati se ne aggiungeranno altri, visto che il ritorno del giocatore è previsto ad una settimana da oggi.

Green: i due episodi della discordia

Un gioco sempre al limite quello di Draymond Green. L’ala dei Golden State Warriors non è mai stato il più talentuoso sul parquet ma sempre uno dei più efficaci per la sua visione di gioco, per la sua difesa ma anche per quella capacità di tenere altissima la tensione, di “andare sotto la pelle” degli avversari avvicinandosi al limite del regolamento. L’inizio di stagione però lo ha visto superare troppo spesso quella linea tra “l’agonismo” e la scorrettezza e dopo la terza espulsione stagione rimediata contro i Phoenix Suns ed un comportamento decisamente antisportivo nei confronti di Nurkic, la lega ha deciso di sospendere un giocatore che ha perso anche circa 150mila dollari per ogni partita saltata.

Golden State a un bivio

La NBA sembra essere disposta a dare una seconda opportunità a Draymond Green con il veterano dei Warriors che ora non potrà più sbagliare. Ma in casa Golden State è tempo di valutazioni e alcune di queste potrebbero riguardare proprio la “Point-forward” che è stato elemento essenziale nel creare la dinastia insieme a Steph Curry e Klay Thompson.

I Warriors stanno vivendo una stagione piuttosto complicato, i giovani che avrebbero dovuto rappresentare la linfa vitale non sono mai riusciti a trovare un posto nella squadra di Steve Kerr e per l’organizzazione è arrivato il momento di pensare al futuro provando a sfruttare gli ultimi anni di carriera di Curry. In questo futuro però potrebbe non esserci spazio per Green.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Udinese - Roma
Inter - Cagliari
SERIE B:
Venezia - Brescia

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...