Virgilio Sport

No al Mondiale per Club, sindacato calciatori porta la Fifa alla Corte di Giustizia UE: Inter e Juve in attesa

Fifpro ha annunciato di aver presentato denuncia legale per contestare l'organizzazione del prossimo Mondiale per Club a 32 squadre: "Si violano i diritti dei giocatori"

Pubblicato:

Il Mondiale per Club continua a far discutere e il rischio che la bolla possa scoppiare è molto alto. Le numerose partite e i calendari sempre più fitti hanno scatenato una forte reazione da parte del sindacato dei calciatori. La FIFPRO ha presentato un esposto contro la FIFA per contestare la programmazione della nuova competizione. La prossima stagione inizierà già dopo l’Europeo e il nuovo format della Champions League aumenterà ulteriormente i carichi di lavoro.

Il sindacato contesta il Mondiale per Club

Le parole di Ancelotti, nonostante la rettifica e la presa di posizione del Real Madrid, non sono passate inosservate. E forse è il pensiero di molti addetti ai lavori nel mondo del calcio. Sul Mondiale per Club pendono molti dubbi già dalle scorse settimane, quando sono arrivate le prime reazioni da parte di alcuni campionati, su tutti la Liga e la Premier League. Tanti piccoli ostacoli organizzativi che la Fifa e Infantino non avrebbero ancora superato, nonostante siano state ufficializzate le squadre che dovrebbero prendere parte al torneo. Tra questi i problemi economici e soprattutto il “rispetto” dei giocatori. E proprio su questo tema si è attivata la FIFPRO che ha contestato le decisioni della FIFA di stabilire unilateralmente il Calendario Internazionale delle partite e di creare e programmare il Mondiale per Club perché i sindacati dei giocatori ritengono che queste decisioni violino i diritti dei giocatori”si legge in una parte della nota ufficiale.

“La Fifa viola i diritti dei giocatori”

All’interno di un comunicato molto lungo si può mettere in evidenza un passaggio cruciale in cui emerge come questa nuova competizione vada a violare i diritti dei calciatori e in particolare per i giocatori più richiesti per le partite di club e per le competizioni delle squadre nazionali, il diritto a una pausa annuale garantita è diventato praticamente inesistente, con la Coppa del Mondo per Club FIFA 2025 che si tiene durante l’unico periodo dell’anno teoricamente disponibile per i giocatori per prendere tali pause”. Il Mondiale per Club infatti è stato pensato con una cadenza quadriennale e subito dopo una grande competizione come l’Europeo. In questo modo i tesserati avrebbero solo un’estate libera ogni quattro anni.

Il precedente della Superlega

La FIFPRO ha citato anche il caso Superlega spiegando come “tali decisioni unilaterali e discrezionali – che non sono il risultato di quadri giuridici chiari, obiettivi, trasparenti, non discriminatori e democratici – costituiscano ‘restrizioni della concorrenza per oggetto’ ai sensi dell’Articolo 101 TFUE. La FIFA ritiene normale occupare unilateralmente e abusivamente un’area che – in una governance moderna e aperta – ricade naturalmente nella competenza delle parti sociali e quindi nella negoziazione degli accordi collettivi tra i sindacati dei giocatori e le organizzazioni dei datori di lavoro”.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...