Virgilio Sport

Mondiali, Argentina ed Olanda travolgono i social tra critiche e colpi di scena

Argentina ed Olanda regalano spettacolo in una partita chiusasi ai rigori: i commenti social dei momenti più salienti dell'ottavo dei Mondiali in Qatar

Pubblicato:

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista

Esperto di Motorsport ma, più in generale, appassionato di tutto ciò che sia Sport, anche senza il Motor. Dà il meglio di sé quando la strada fa largo alle due o alle quattro ruote

Ai Mondiali in Qatar l’Argentina batte un’Olanda all’inizio un po’ spenta ma poi capace di capovolgere una partita che sembrava già scritta, e che alla fine si è risolta soltanto ai rigori con colpi di scena che hanno appassionato il web.

Nella cornice dell’Iconic Stadium di Losail – dominato dalla torcida dei tifosi dell’Albiceleste – abbiamo assistito ad un match incredibile, in cui al un tatticismo forse un po’ esasperato ed intorpidito nel primo tempo e in buona parte della ripresa, si è fatto poi spazio una partita dove l’Olanda è sembrata un revival del calcio totale dei tempi d’oro, con gli uomini del ct Louis van Gaal che hanno spazzato via nell’immaginario dei commenti social un’Argentina protagonista sino a quel punto, trascinata da un solito impeccabile Messi e pur comunque vincente e finita in semifinale sudando le proverbiali sette camice.

Adani ancora al centro delle polemiche social

Anzitutto, il web ha scaldato i motori prendendo di mira il commento tecnico di Lele Adani sin da prima che l’arbitro Lahoz (uno che in carriera si è distinto per l’autorità mostrata in campo ed una certa dose di protagonismo sfoggiata anche in questa occasione) fischiasse l’inizio della partita. “C’è chi vedrà Olanda – Argentina solo per sentire i commenti di Adani e c’è chi mente”, si legge su Twitter, ma non mancano voci critiche già sentite in passato (“Tre motivi per tifare Olanda: Adani, Adani e Adani”), levatesi poi quando il match è entrato nel vivo: “40 secondi di partita ed Adani si è già giocato il primo sfondone pro Messi”, oppure “Lele Adani, ma anche basta. Fai la cronaca non il tifo smodato!”, “Tifo tutto ciò che gioca contro l’Argentina, perché ho molte cose da farmi perdonare ma una finale con il commento di Adani io proprio non me la merito” e “Prima ero indifferente all’Argentina, ora grazie al tifo passionato, sentito ed euforico di Adani posso dire che preferirei vedere la Francia campione del mondo piuttosto che la Seleccion”.

Messi trascinatore, i social incoronano le sue giocate

Ma l’assist no look di Messi a favore di Molina al 35′ accende l’immaginifico commento di Adani (“Dio benedica Lionel Messi!”, effettivamente autore di uno splendido passaggio senza il quale la rete non sarebbe stata possibile) e pure i commenti social: “Assist stupendo di Messi, ma date un calmante ad Adani per favore”, “Un commentatore dovrebbe accompagnare le immagini, riservato, di contorno. Adani è come la voce off che entra in scena e vuole rubare il ruolo al protagonista. Troppo. È una caricatura” e “È talmente assurdo nei suoi commenti urlatissimi e esaltatissimi che ascoltandolo a me viene da ridere per le boiate che dice. Non ce la faccio proprio a sparare addosso ad Adani, è disarmante”.

Il telecronista è poi oggetto di uno sfottò quando al 75′ c’è stata una invasione di campo: “Invasione di campo durante Olanda -Argentina. Adani voleva abbracciare Messi urlando “EL FUTBOOOOOOOOL!”. Portato via addirittura da 5 stewart che, evidentemente, non capiscono che Leo tramuta l’acqua in vino e abbraccia 90.000 persone in una volta”. Chiosa sul rigore decisivo di Lautaro: “Ho azzerato il volume della tv durante i rigori, a quanto pare ho fatto bene”.

Ma su Twitter si elegia anche la giocata del plurivincitore del Pallone d’Oro che ha creato il gol nel primo tempo: “Messi ha gli occhi anche dietro la testa… Che roba!”, “Messi, insegnami la geometria” e “Togliete l’audio dalle parole di Adani e concentratevi solo sull’assist di Messi a Molina. Giocata dal metaverso”.

Olanda dal disastro all’estasi. E Van Gaal diventa un genio

Discorso Olanda: spenta e noiosa per buona parte del match, sino a quando all’83’ Weghorst alla prima ed autentica occasione utile ha colto la rete che ha aperto uno spiraglio diventato poi una crepa per l’Argentina. E pazienza se quest’ultima si è poi guadagnata un rigore causato da Dumfries (anche se qualcuno ha scritto: “Lo dico da simpatizzante dell’Argentina ma secondo me non era in area”), con anche il giocatore dell’Inter subissato da critiche social (“Dumfries giocatore scandaloso. Glieli do io 5 euro all’Inter e lo metto a tosare il mio prato”): la rappresentativa Oranje, per larga parte del match vittima di critiche social di ogni genere (“L’Olanda poteva anche non scendere in campo visto come non gioca. Inguardabile”, Non è l’Argentina ad essere forte, è l’Olanda che è davvero troppo scarsa”), è riuscita poi ad aprire la partita sul filo di lana nei dieci, interminabili (per gli argentini) minuti di recupero con il raddoppio di Weghorst che ha spedito il match ai supplementari.

Ottenuto tra l’altro con uno schema nella punizione al limite dell’area che ha mandato in estasi il web: “Per fare uno schema del genere al 101′ dei quarti di finale dei Mondiali, sotto 2-1, devi essere pazzo o fenomeno. Mai vista una cosa del genere. Chapeau”, “La punizione del 2-2 è geniale! Una delle cose più belle viste in questi Mondiali. È arte, è sregolatezza, è uno schema fuori dagli schemi. È pazzia, è coraggio, è incoscienza. Perché tutto puoi aspettarti tranne che quello”, “All’ultima azione utile di Olanda-Argentina gli Oranje nobilitano cinque partite di Mondiali in cui hanno espresso un calcio a tratti torbidissimo con un’idea che è olandesità pura al 100%, come i minuti sul cronometro. Comunque vada a finire, un popolo di pazzi”. Ed ovviamente van Gaal viene esaltato: “‘Lui non voleva solo partecipare al calcio moderno. Voleva avere il potere di farlo fallire’. Louis van Gaal è un genio totale”.

Critiche all’arbitro, autore di qualche ammonizione di troppo

Altro dato di questa partita è stato il nervosismo in campo, con due occasioni di rissa sfiorata (inspiegabile la calciata verso la panchina olandese da parte di Paredes dopo il fallo su Aké) mentre l’arbitro Lahoz, come abbiamo accennato, non ha lesinato cartellini. Tra i commenti social, si legge: “Arbitraggio fastidioso. Utilizzo molesto del fischietto, pure a gioco fermo. Sembra un vigile urbano in un incrocio col semaforo spento nell’ora di punta. Cartellini distribuiti a caso e ogni pallone in area fischia fallo in attacco”, “Giusta la tensione, l’adrenalina, anche un po’ di euforia… Ma non mi era mai capitato di vedere l’arbitro costretto ad ammonire un giocatore a centrocampo durante i rigori”, “Questa partita o finisce ai rigori o in ospedale perché si prendono a testate e sediate”.

Il tifoso Oranje diventato virale

Ed infine citiamo colui che ha acceso di più i social, specialmente Twitter, e non è stato né Messi né Weghorst, né nessun altro protagonista sul campo, bensì un tifoso ignoto dell’Olanda che nel pieno del recupero del secondo tempo indica l’orologio per poi fare un gestaccio. Cosa che lo ha fatto diventare automaticamente virale.

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...