Virgilio Sport

Pagelle Atalanta-Verona 2-2: Scamacca incanta anche al Gewiss, Noslin lo imita. De Ketelaere eccellente “lavatrice”, serataccia per Magnani

Continua il momento d’oro del centravanti che firma un gol e un assist, così come l’olandese dell’Hellas. Prezioso il lavoro dell’ex Milan sulla trequarti, male il centrale di Baroni

Pubblicato:

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

L’Atalanta paga la notte magica di Anfield con un secondo tempo deludente contro il Verona, che rimonta due reti e strappa un 2-2 che la porta fuori dalla zona retrocessione, a 28 punti con l’Empoli e a +1 sul Frosinone. I nerazzurri salgono a quota 51, a -4 rispetto al 5° posto occupato dalla Roma (entrambe hanno una gara in meno). Dopo la doppietta di Liverpool Scamacca incanta ancora con un gol e un assist, ma Noslin lo imita per l’Hellas. Tra gli altri ottimo De Ketelaere, serataccia per Magnani nella difesa di Baroni.

Atalanta-Verona, la chiave della partita

In avvio Baroni si presenta con l’inedito 4-1-4-1 per provare a pressare altissimo l’Atalanta, che però intuisce il pericolo e decide di andare direttamente da Scamacca e De Ketelaere: l’abilità dei due nel proteggere palla e aprire poi il gioco su centrocampisti ed esterni apre praterie alla Dea, che trova due gol in 5 minuti nel primo tempo. Nella ripresa i nerazzurri calano vistosamente in mediana, Baroni arretra Folorunsho nel 4-2-3-1 e l’Hellas ritrova solidità e carattere: la qualità per la rimonta la mette l’asse NoslinCentonze sulla destra.

Top e Flop dell’Atalanta

  • Scamacca 7,5 – Da Anfield al Gewiss, continua il momento d’oro del centravanti romano che alla prima palla giocabile sblocca la gara e alla seconda imbecca Ederson per il raddoppio.
  • De Ketelaere 7 – Un po’ rifinitore, un po’ centroboa, ripulisce con la sua tecnica decine di palloni sulla trequarti trasformandosi nella catapulta degli assalti nerazzurri. Esce quando non ne ha più.
  • Ederson 6 – Sia top che flop: nel primo tempo fa legna in mezzo e si butta negli spazi, raccogliendo l’assist di Scamacca per il 6° centro in campionato. Poi crolla nella ripresa e il Verona in mezzo cresce.
  • Carnesecchi 5 – Un paio di ingenuità con i piedi che avrebbero potuto costare care all’Atalanta nel primo tempo, nel secondo tarda un attimo l’uscita e si fa bruciare da Noslin sul 2-2.
  • Holm 5 – La vera nota negativa della serata: poca spinta e tante imprecisioni in appoggio. Nel finale spedisce alle stelle la palla del possibile 3-2.

Top e Flop del Verona

  • Noslin 7,5 – Pochi palloni dalle sue parti nel primo tempo, ma rispetto agli altri gialloblù ci prova. Nella ripresa i compagni lo assistono e lui ripaga con un assist e la zampata del 2-2 per la 3a rete in serie A.
  • Montipò 7 – Incolpevole sui gol, evita che l’Atalanta chiuda la gara già nel primo tempo con un tuffo spettacolare su tiro di De Ketelaere. Sul 2-2 risponde tre volte presente a Miranchuk, mettendo anche la sua firma sul pareggio.
  • Centonze 6,5 – Lontano dallo stile dei terzini tutto sprint e sovrapposizioni, il francese ex Nantes passeggia con tranquillità fino alla trequarti prima di disegnare parabole morbide che mandano in crisi la difesa bergamasca: sua la rifinitura per il 2-2.
  • Folorunsho 6,5 – Corre tanto ma a vuoto nel primo tempo, nella ripresa trova la posizione per tamponare il movimento di Koopmeiners e torna ad essere il motore della mediana dell’Hellas.
  • Lazovic 6 – Ectoplasma nel primo tempo, riapre la gara con la rasoiata all’angolino del 2-1.
  • Bonazzoli 5 – Cancellato da Hien, quando riesce a vedere palla se ne innamora rallentando la già incerta manovra del Verona.
  • Magnani 4,5 – Resta a guardare Scamacca sull’1-0, non s’intende con Dawidowicz sul raddoppio bergamasco lasciando una voragine sulla trequarti dell’Hellas dove Ederson va a banchettare.

La pagella dell’arbitro Sacchi

Juan Luca Sacchi: Partita senza grandi difficoltà, il direttore di gara di Macerata evita di spezzare il gioco con tanti fischi, ma interviene quando dovuto. Spende bene anche i cartellini. Voto 6.5.

Atalanta-Verona 2-2: il tabellino

Atalanta (3-4-2-1): Carnesecchi; Toloi (dal 18’ s.t. Kolasinac), Hien, Djimsiti; Holm (dal 36’ s.t. Hateboer), Pasalic, Ederson, Ruggeri; De Ketelaere (dal 18’ s.t. Miranchuk), Koopmeiners; Scamacca (dal 18’ s.t. Lookman). A disp. Musso, Rossi, Bakker, Bonfanti, Adopo, Touré. All. Gasperini

Verona (4-1-4-1): Montipò; Centonze (dal 45’ s.t. Tchatchoua), Dawidowicz, Magnani, Cabal; Dani Silva; Noslin, Folorunsho (dal 45’ s.t. Coppola), Suslov (dal 32’ s.t. S. Mitrovic), Lazovic (dal 32’ s.t. Vinagre); Bonazzoli (dal 13’ s.t. Swiderski). A disp. Perilli, Charlys, Belahyane, Tavsan, Henry, M. Chiesa, A. Cissè. All. Baroni

Arbitro: Sacchi di Macerata.

Marcatori: Scamacca (A) al 13’ p.t., Ederson (A) al 18’ p.t., Lazovic (V) all’11’ s.t., Noslin (V) al 15’ s.t.

Note: ammoniti Suslov (V), Dani Silva (V).

Serie A: la classifica completa

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...