Virgilio Sport

Pagelle Roma-Monza 1-0: Di Gregorio Superman, El Shaarawy kryptonite, D'Ambrosio flop

Top e flop della partita Roma-Monza, valevole per la 9a giornata di serie A 2023/2024: bene El Shaarawy e Di Gregorio, male gli attaccanti della Roma

22-10-2023 14:53

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

Dopo 90 minuti di sofferenza, nonostante una superiorità numerica per oltre un tempo per il rosso a D’Ambrosio, la Roma batte il Monza e scaccia i fantasmi. Che a decidere la partita sia poi un gol di El Shaarawy, uno dei giocatori tirati in ballo da Corona nel caso-scommesse (ma che non risulta alla Procura) sembra un segno del destino. Due pali, di Lukaku e Amzoun, e le parate di un super Di Gregorio avevano bloccato i giallorossi ma quando lo 0-0 sembrava inevitabile è arrivato il gol-partita dell’italo-egiziano, che era entrato dopo un quarto d’ora nella ripresa. Mai banali gli incroci tra Mourinho e Palladino che, dopo il caso-Chiffi dell’anno scorso al Brianteo e le accuse del tecnico monzese (“comportamento inqualificabile di Mourinho”) anche stavolta hanno avuto un vivace battibecco in campo. Finale a sorpresa: al 99′ esplode di rabbia l’allenatore portoghese che viene espulso e salterà Inter-Roma.

Roma-Monza, la chiave della partita

La Roma in campo con il solito 3-5-2 difende anche a quattro per contenere le ripartenze del Monza di Palladino. Di Gregorio si conferma tra i portieri con più parate in Serie A e salva sulle due occasioni create nel primo tempo dalla Roma su palla inattiva. Il fallo di D’Ambrosio che prima del riposo si fa espellere e lascia il Monza in dieci diventa la chiave del match che porta i giallorossi a spingere di più sull’acceleratore.

Palladino inserisce Carboni per ridare equilibrio alla linea difensiva del suo Monza. Il gioco della Roma resta confusionario e poco efficace, ma i giallorossi trovano il gol partita con El Sharawy a pochi minuti dal termine.

Rivivi le emozioni di Roma-Monza

Roma, cosa ha funzionato

La difesa a quattro della Roma chiude gli attacchi del Monza. Gli uomini di Mourinho – nella prima frazione di gioco – chiudono le linee di passaggio costringendo il Monza ad andare sugli esterni. Il centrocampo giallorosso resiste e fa da filtro nelle ripartenze avversarie. L’inferiorità numerica del Monza alla fine sarà decisiva.

Roma, cosa non ha funzionato

Palladino imbriglia la Roma nel primo tempo e i movimenti in attacco di Lukaku e Belotti sono poco efficaci e confusionari ma la voglia di vincere è stata superiore a tutto.

Le pagelle della Roma

  • Rui Patricio 6.5. Carica i suoi nel momento del bisogno. Nel secondo tempo viene più volte chiamato in causa e risponde presente.
  • Mancini 6. Dietro intercetta e recupera alcuni palloni velenosi. In attacco prova ad avvicinarsi al gol da situazioni di palla inattiva.
  • Cristante 5.5. Da centrale difensivo soffre un po’ essendo in una posizione a lui insolita ma si riprende nel momento in cui la Roma alza il baricentro e riesce a fare interventi di chiusura – in stile centrocampista -quando gioca più alto.
  • Ndicka 5.5. Quando si alza in posizione offensiva diventa un’opzione in più per la Roma anche se non trova il gol. In fase difensiva prova a limitare i danni nel primo tempo sugli attacchi del Monza. Llorente (5.5. dal 72′)
  • Karsdorp 5. Prova a rendersi utile spingendo sulla fascia ma non è mai determinante nel saltare l’uomo e nei cross che propone. Zalewski (5.5. dal 72′)
  • Bove 5.5. Poco preciso in fase di gestione palla, spesso per paura spazza via palloni che avrebbe potuto giocare in modo più facile e immediato. El Shaarawy (6.5 dal 62′). A furia di attaccare l’area sfrutta un rimpallo da distanza ravvicinata e insacca: Di Gregorio che non può niente.
  • Paredes 5.5. E’ in posizione di mediano ma fallisce comunque tutti i dribbling tentati. Poco precisi i suoi traversoni e i tiri dalla distanza.
  • Aouar 6.5. E’ il fantasista della Roma ma non basta. Sale per cercare profondità e si ricompatta in fase di recupero muovendosi in sintonia con il suo compagno di reparto Bove. Si divora un gol su colpo di testa da due passi.
  • Spinazzola 6. Le palle più pericolose provengono dalla fascia sinistra con i suoi cross a tagliare l’area. Kristensen (5.5 dal 77′)
  • Belotti 5.5. Dopo un primo tempo in ombra non riesce ad invertire il ritmo nella seconda frazione, gioca meglio di Lukaku ma è lui a fare i conti per primo uscendo dal campo al 62′. Azmoun (6 dal 62′). Colpisce un palo nei minuti finali di gara.
  • Lukaku 5.5. Si accende per la prima volta dopo 70 minuti colpendo un palo. Resta in campo per tutta la partita con scarsi risultati.

I top e flop di Roma-Monza

TOP:

  • El Sharaawy 6.5. (Roma). Entra nel secondo tempo e cambia la partita grazie ad un tiro da posizione ravvicinata da centro area dopo un rimpallo.
  • Colpani 6.5. (Monza). Porta praticamente su da solo tutto il Monza. Si fa trovare pronto a ricevere palla e gioca abilmente tra le linee.
  • Di Gregorio 8. (Monza). Evita due gol al suo Monza con interventi difficilissimi. Si fa trovare pronto e conferma il suo primato di portiere con più parate in Serie A ma deve arrendersi al 90′ ad El Shaarawy.

FLOP:

  • D’Ambrosio 4.5. (Monza). Commette una grossa ingenuità facendosi espellere per doppio giallo. Dopo un fallo inutile ed evitabile a centrocampo, lascia il Monza in dieci dal 41′ nel suo momento migliore del primo tempo.
  • Karsdorp 5.5 (Roma). Poco incisivo sulla destra.

Roma-Monza: il tabellino del match

ROMA (3-5-2): Rui Patricio; Mancini (C), Cristante, N’Dicka (73′ Llorente); Karsdorp (73′ Zalewski), Bove (63′ El Shaarawy), Paredes, Aouar, Spinazzola (78′ Kristensen); Belotti (63′ Azmoun), Lukaku. A disp. Svilar, Boer, Llorente, Celik, Kristensen, Zalewski, Pagano, Pisilli, Azmoun, Joao Costa, El Shaarawy
All. José Mourinho

MONZA (3-4-2-1): Di Gregorio; D’Ambrosio (Espulso al 41′), Pablo Marì, Caldirola; Pereira (46′ Birindelli), Gagliardini, Pessina (C), Kyriakopoulos (85′ Donati); Colpani (64′ Vignato), Machin (45′ + 2′ Carboni); Colombo (64′ Dany Mota). A disp. Lamanna, Sorrentino, Gori, Donati, Bettella, Birindelli, Carboni, Akpa Akpro, Carboni, Carboni, Bondo, Vignato, Maric, Dany Mota, Ciurria. All. Raffaele Palladino

Arbitro: Giovanni Ayroldi (Molfetta)
Note: Ammoniti: 23′ e 41′ D’Ambrosio (M), 70′ Cristante (R), 78′ Mancini (R), 97′ Gagliardini (M), espulso D’Ambrosio (M) per doppia ammonizione al 41′.
Calci d’angolo: 8 – 4

Marcatori: 90′ El Shaarawy

Decide insomma il giocatore accusato da Corona assieme a Zalewski come altro scommettitore.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lecce - Inter
Milan - Atalanta

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...