,,
Virgilio Sport SPORT

Pioli felice per il Milan in Champions: "La bella addormentata si risveglierà nella sua casa"

L'allenatore del Milan raggiante per il ritorno in Champions: "Prima dell'Atalanta ho chiesto alla squadra: 'Volete giocare ancora col Rio Ave?'. Rigori? Ne avremmo meritati di più".

Dopo un’assenza di sette anni, il Milan ha potuto finalmente festeggiare il ritorno tra le grandi d’Europa, in quella Champions League a cui ha legato indissolubilmente il suo nome grazie alle vittorie ottenute nel corso degli ultimi decenni.

Una rincorsa conclusa con il secondo posto alle spalle dell’Inter campione d’Italia, sancita dal successo sul campo dell’Atalanta all’ultima giornata che ha certificato la qualificazione: Stefano Pioli è uno degli artefici del progetto che sta dando i suoi frutti dopo anni di lacrime e sangue, passati a vivacchiare nella periferia del calcio.

Intervistato da ‘La Repubblica’, il tecnico ha parlato con entusiasmo del traguardo raggiunto sfoderando anche un’efficace metafora.

“La bella addormentata si risveglierà nella sua casa. In mezzo ai più grandi club. Prima dell’Atalanta ho chiesto ai ragazzi: volete ancora giocare col Rio Ave o è ora di Manchester City, PSG, Bayern? Un po’ strano che i vicecampioni d’Italia siano messi in quarta fascia. Ma vogliamo crescere. Affrontare le più forti aiuta, dovrà essere l’anno della nostra conferma”.

Gigio Donnarumma non rinnoverà il contratto in scadenza e sarà sostituito da Mike Maignan. Pioli elogia il 99 rossonero: “Gigio è stato un professionista esemplare, sempre concentrato sul campo. Poi una trattativa può funzionare oppure no. Ci siamo sentiti e ringraziati a vicenda, è un rapporto sincero. Gli ho fatto gli auguri per l’Europeo”.

Sul mercato Pioli si augura l’arrivo di una quarta punta che possa far tirare il fiato al quasi 40enne Ibrahimovic: “Mi dispiace per gli infortuni di Mario Mandzukic, scelto per alternarsi con lui senza che calasse il livello. Zlatan non potrà giocarle tutte. Sa quando forzare: il rapporto è sincero. La Champions è meno pesante dell’Europa League il giovedì. Ma ci vuole il quarto attaccante”.

Il Milan ha abbandonato il progetto della Superlega dopo l’iniziale adesione e le polemiche roventi che hanno indotto nove club su dodici a fare un passo indietro: “La meritocrazia è alla base dello sport, però UEFA e FIFA devono chiedersi perché club così importanti hanno pensato alla scissione. Significa che il sistema ha fallito”.

20 rigori a favore per il Milan (record per un singolo campionato di Serie A), anche pochi per Pioli che ‘consiglia’ il designatore Rizzoli sulla gestione degli arbitri in sede di VAR.

“Le polemiche non mi toccano: ne avremmo meritati di più. Il VAR torni alle origini: intervento in caso di errore evidente dell’arbitro. E poi basta fidarsi del fermo immagine. Sullo slancio, un contatto in foto lo vedi sempre, ma il calcio non è statico. Mi permetto anche un consiglio al designatore Nicola Rizzoli, che stimo: coppie fisse arbitro-VAR, che si alternino nei due ruoli per affinare uno stesso modo di arbitrare. Oggi cambiano di continuo: spesso si nota scarsa simbiosi”.
 

OMNISPORT | 31-05-2021 10:41

Pioli felice per il Milan in Champions: "La bella addormentata si risveglierà nella sua casa" Fonte: Getty

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...