Virgilio Sport

Polveriera Juventus, alta tensione dopo la sconfitta contro il Benevento

Secondo 'La Stampa' al termine della gara persa contro la squadra di Inzaghi ci sarebbe stato un aspro confronto all'interno degli spogliatoi. La società smentisce e rinnova la fiducia ad Andrea Pirlo.

Pubblicato:

La scelta della Juventus di far comparire davanti alle telecamere il direttore sportivo Fabio Paratici prima di Andrea Pirlo dopo la sconfitta casalinga contro il Benevento aveva fatto pensare per qualche minuto a decisioni clamorose e inaspettate da parte della dirigenza in merito al futuro del tecnico bresciano.

In realtà, il dirigente piacentino ai microfoni di ‘Sky Sport’ si è limitato ad esprimere la forte delusione della società per il momento vissuto dalla squadra, che contro la squadra allenata da Pippo Inzaghi ha visto interrompersi la striscia di quattro vittorie consecutive in campionato senza riuscire quindi a sfruttare il turno di riposo forzato dell’Inter, fermata venerdì dall’Ats di Milano dopo le positività al Coronavirus di quattro giocatori della rosa di Antonio Conte.

“La linea non cambia, il progetto e tracciato e non prevede cambiamenti in corsa”. Così Paratici ha sgombrato subito il campo dai dubbi in merito alle voci su un possibile esonero di Andrea Pirlo.

In verità ci sarebbe un altro retroscena sul perché l’allenatore non è stato il primo tesserato della Juventus a parlare con i media dopo il secondo ko interno della stagione in campionato.

Secondo quanto riportato da ‘La Stampa’, infatti, al termine della partita ci sarebbe stato un acceso confronto all’interno dello spogliatoio, dove la temperatura si sarebbe rapidamente alzata con tanto di urla e insulti reciproci. Non è dato sapere chi se la sia presa con chi e se il diverbio abbia riguardato solo i giocatori o anche l’allenatore.

La società ha prontamente smentito l’indiscrezione, pubblicata peraltro da un quotidiano storicamente vicino alla Juventus, così come è stata smentita la notizia, riportata da ‘Sport Mediaset’, di un summit imprevisto alla Continassa nella mattinata di lunedì tra il presidente Andrea Agnelli, lo stesso Pirlo e addirittura il presidente di Stellantis John Elkann, nel quale si sarebbe parlato della crisi attraversata dalla squadra e di progetti a medio-lungo termine.

Se è vero che nello sport fa bene tornare in campo subito dopo una sconfitta, la sosta del campionato per gli impegni delle Nazionali servirà quantomeno per allentare la tensione. Andrea Pirlo è al momento confermato non solo per l’immediato, ma anche per la prossima stagione, ma il Maestro conosce bene il mondo bianconero per non sapere che a scrivere il futuro saranno i risultati.

Un riscatto nel derby pre-pasquale e soprattutto un finale di stagione all’altezza tra campionato e finale di Coppa Italia sono condizioni necessarie per conservare la panchina per l’annata 2021-2022.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...