Virgilio Sport

Portici, Emanuele Filiberto: "Qui perché amo il Sud". Ma i tifosi non ci stanno

Emanuele Filiberto si presenta: “Insieme potremo fare tante cose, anche andare in Serie B”. Gli ultras del club vesuviano sul piede di guerra

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Inizia ufficialmente l’avventura di Emanuele Filiberto e della Casa Reale Holding spa al timone della SSD Portici, club dell’area vesuviana che milita nel campionato di Serie D. Dunque, il membro di casa Savoia cala il tris: dopo il Savoia, squadra di Torre Annunziata, e il Real Agro Aversa, che giocano in Eccellenza, ecco la compagine del Miglio d’Oro. Questa mattina, presso il Resort Tre Fontane Luxury di Portici, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione calcistica 2023/2024. Intanto tifosi e Movimento Neoborbonico sono sul piede di guerra: l’arrivo di Emanuele Filiberto è infatti considerato come uno schiaffo alla storia.

Emanuele Filiberto: “Amo il Sud Italia, amo Napoli”

“Vi chiederete perché Emanuele Filiberto, tifoso della Juve, principe di Venezia, uomo del Nord, sia qui. Perché amo il Sud Italia, amo Napoli, amo la gente, amo i giovani”. Si è presentato così il nuovo patron del Portici, circondato da tutti i componenti della Casa Reale Holding spa: da Nazario Matachione a Marcello Pica, da Alfonso Santillo a Tina Santillo, fino ad Arcangelo Sessa.

“Sono certo che insieme potremo fare tante cose – ha continuato -. Abbiamo scelto il calcio come aggregatore, perché parla a tutti ed è ciò di cui oggi si ha bisogno. Non volevamo che il Portici fallisse, ma mi aspetto una risposta concreta dalla città e dagli imprenditori. Possiamo salire fino alla Serie B, anche se da soli sarà difficile”.

Società contestata: spuntano striscioni in città

Il nuovo corso targato Emanuele Filiberto non è partito col piede giusto. Non appena l’acquisto del club da parte della Casa Reale Holding spa è diventato ufficiale, gli ultras del Portici hanno manifestato il proprio malcontento attraverso uno striscione esposto in centro città diventato subito virale. “Questa cordata appartiene ad una casata, da noi disprezzata la vostra presenza sarà sempre indesiderata” c’era scritto a caratteri cubitali. Una contestazione che ha trovato l’appoggio del Movimento Neorbonico, che attraverso la sua pagina Facebook, ha ribadito che “Portici è Borbonica, e questo è solo l’inizio”. L’ultimo striscione con su scritto “Non ci servono lezioni di storia, basta sapere che siete tifosi e proprietari del Savoia” è spuntato ieri, alla vigilia della presentazione.

Emanuele Filiberto a Portici, rivolta social

Non solo gli ultras e il Movimento Neorbonico, basta dare uno sguardo al profilo Instragram del Portici per capire cosa stia succedendo. Diversi i commenti al vetriolo all’ultimo post, quello relativo alla conferenza odierna. “Non vi vogliamo, meglio il fallimento” scrive un utente. E, ancora, “vedere quel simbolo sabaudo è vomitevole, Portici è borbonica”. Insomma, si prevede un’estate rovente – e non per la colonnina di mercurio – alle falde del Vesuvio.

Portici, Emanuele Filiberto: "Qui perché amo il Sud". Ma i tifosi non ci stanno Fonte: ANSA

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...