,,
Virgilio Sport SPORT

Rivoluzione Champions: ira dei tifosi su Agnelli

Cambia il format della Champions League, tifosi sul piede di guerra col presidente della Juve nel mirino

Manca solo l’ufficialità. La Champions League cambia ancora una volta. Da lunedì prossimo la massima competizione europea per club si rifà il trucco approvando un nuovo format in vigore nella stagione 2024-25. Una nuova rivoluzione per tenere buoni i massimi club europei che chiedono una maggiore partecipazione, maggiore visibilità, sempre più partite e introiti tv. E se da una parte Golia pare dettare legge, dall’altra c’è un Davide che si ribella. Per i tifosi italiani e non solo è l’ennesima deriva, e Andrea Agnelli, presidente della Juve e anche dell’ECA finisce nell’occhio del ciclone.

Come sarà la nuova Champions

Il Comitato Esecutivo dell’UEFA approverà lunedì un nuovo format per la Champions League in vigore dalla stagione 2024/2025. La rivoluzione prevede un aumento del numero delle partecipanti, da 32 a 36 squadre; aumento delle gare della fase a gironi per ogni squadra che passeranno dalle attuali 6 a 10 per un totale di 180 rispetto alle 96 partite che si disputano prima di Natale. In aggiunta anche 16 incontri di andata e ritorno che decreteranno i nomi delle 8 squadre che andranno alla fase finale.

Il format della Champions League 2024/2025

Le novità non finiscono qui. Sulle pressioni continue dei maggiori club europei rappresentati dall’ECA è stato riformato anche il funzionamento della prima fase, non ci saranno più gli 8 gironi da 4 squadre, bensì una classifica unica. Alla fine delle 10 partite sorteggiate, le prime 8 della graduatoria andranno agli ottavi di finale direttamente, le altre 8 usciranno dai playoff tra le squadre classificate dal 9° al 16° posto.

Lo scontro tra club per la partecipazione di diritto

Continua invece il braccio di ferro tra l’ECA e gli altri club riuniti in una Lega opposta, sulla volontà delle società più importanti di assicurarsi almeno due posti di franchigia, secondo il ranking Uefa, senza tener conto delle classifiche nazionali, un po’ come accade per l’Eurolega di basket sullo stile Nba.

Tifosi in rivolta, Agnelli nel mirino: la lettera

La riforma non trova il gradimento dei tifosi, un po’ a tutte le latitudini. “La champions è stata la morte delle coppe..erano tanto belle le 3 competizioni singole (uefa, coppa coppe e coppa campioni)” è uno dei tanti commenti che viaggiano in rete, insieme ai vari “che schifo”, “Il business ucciderà il calcio” e ancora “sta diventando una buffonata in nome del dio denaro”.

Ma soprattutto sono scesi in campo i gruppi ultras europei legati a club come Arsenal, Bayern Monaco, Manchester United, Real Madrid, Lione e PSG che hanno scritto una lettera aperta ad Andrea Agnelli, in qualità di presidente dell’ECA.

Il tuo piano di ristrutturazione della Champions League, come riportato da RMC Sportminaccia l’integrità di ‘tutto il nostro sportIl rischio è quello di allargare il divario tra i ricchi e il resto, distruggere i calendari nazionali e pretendere che i tifosi sacrifichino sempre più tempo e denaro per seguire il loro club. La lobby dei club sta cercando di trovare nuovi modi per dissanguarci. Ma non abbiamo il tempo né i soldi per investire nelle tue fantasie o finanziare la tua avidità illimitata“.

SPORTEVAI | 17-04-2021 09:11

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...