Virgilio Sport

Roma-Verona, debutto da tre punti per De Rossi: "Ecco come stanno Dybala e Spinazzola"

La Roma di De Rossi batte 2-1 il Verona non senza sofferenza dopo un ottimo primo tempo. La sua prima da allenatore "tra emozioni e tensione" e il saluto nel finale alla Curva

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Debutto da tre punti per Daniele De Rossi. La Roma convince nel primo tempo, soffre nella ripresa, ma alla fine piega 2-1 il Verona e il nuovo tecnico, acclamato dall’Olimpico al pari di Mourinho, tira subito un sospiro di sollievo. E fa il punto sulle condizioni di Spinazzola e Dybala.

Roma, buona la prima di De Rossi: le emozioni vissute dal nuovo tecnico

Una vita in giallorosso da calciatore prima della nuova sfida da allenatore in un momento molto particolare per il club. “Ho sempre avvertito l’affetto della gente quando venivo a vedere le partite e in città. Da una parte ho provato grandissima emozione, dall’altra tensione per il lavoro da fare – ha confessato De Rossi ai microfoni di Dazn -. A fine partita ho voluto ringraziare i tifosi che hanno intonato il mio nome durante la partita, non potrei essere più contento”.

Al triplice fischio il saluto di De Rossi alla Curva

“Sarà uno dei momenti da inserire nell’album dei ricordi della mia vita, della mia carriera. Ecco, la seconda carriera qui è a Roma mi è stata donata, vediamo quanto durerà. Ma so che sulle mie spalle c’è l’amore di questa gente che non mi ha fatto mai dimenticare che siamo stati insieme per 20 anni – dice ancora De Rossi -. Certo, se avessimo giocato meglio il secondo tempo saremmo andati via tutti più contenti. Ma dobbiamo festeggiare le vittorie e ricreare entusiasmo. Anche nella sofferenza la squadra ha comunque lottato e speso tanto”.

Roma-Verona 2-1: l’analisi del match secondo De Rossi

Primo di tempo di assoluto dominio della Roma, avanti di due reti e sempre propositiva. Nella ripresa il ritmo è calato e la squadra ha sofferto, fino a rischiare la clamorosa rimonta del Verona che ha sprecato anche un rigore. “Mi è piaciuto molto il primo tempo. Poi se la palla non va veloce diventa dura e il gioco prevedibile. È importante avere dominio e gestione della palla. Se lo facciamo a un tocco e velocemente ha un senso, altrimenti non addormentiamo la partita ma ci addormentiamo noi. Se il possesso palla lo fai lento ti ammazzano, ma con questi giocatori sono sicuro che possiamo divertirci“.

Allarme Roma: Spinazzola e Dybala infortunati, il punto

Già prima dell’inizio della partita dell’Olimpico Dybala si era toccato il flessore sinistro. L’argentino è rimasto in campo fino al minuto 57, quando poi è stato richiamato in panchina. Ancora meno è durata la partita di Spinazzola, costretto ad alzare bandiera bianca a metà del primo tempo. “Sì, Dybala già sentiva qualcosina prima della gara e possiamo dire lo stesso anche ora. Si sentiva indolenzito, non era tanto tranquillo né libero di spingere, ma ci ha detto che non è nulla di preoccupante, che non ha niente. È anche un po’ colpa nostra con i carichi di lavoro. Spinazzola qualcosina si è fatto, ma anche nel suo niente di gravissimo”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...