Virgilio Sport

Roma presa a pugni in Norvegia: la ricostruzione dei fatti, retroscena

Un tesserato della Roma sarebbe stato aggredito da qualcuno della squadra del Bodo Glimt negli spogliatoi al termine della partita di Conference League. Intervenuta la polizia, indagini Uefa

08-04-2022 11:14

Davvero un incubo per la Roma la seconda trasferta in Norvegia. Come se non bastasse la sconfitta sul campo del Bodo Glimt per 2-1 nell’andata dei quarti di finale di Conference League, che fa il paio con il 6-1 rifilato nel girone, la squadra giallorossa denuncia una vera e propria aggressione fisica subita negli spogliato dopo la partita. Un pugno in faccia sarebbe stato sferrato contro un tesserato giallorosso. Intervenuta anche la polizia.

Roma: Nuno Santos aggredito dall’allenatore da Knutsen

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, ma anche da alcuni media norvegesi, Knutsen, allenatore del Bodo, avrebbe  aggredito Nuno Santos, il preparatore dei portieri della Roma. Secondo queste indiscrezioni negli spogliati del piccolo stadio norvegese ci sarebbe anche stato l’intervento delle forze dell’ordine su segnalazione. La stessa polizia norvegese ha confermato di aver ricevuto la chiamata dallo stadio per i disordini nello spogliatoio.

Il sito web vicino alla Roma, forzaroma.info si spinge oltre ed entra nei dettagli della ricostruzione dell’episodio violento. Secondo quanto emerso dai racconti, il tecnico dei norvegesi avrebbe sferrato un cazzotto a Santos poco dopo la fine del tunnel che porta dal campo agli spogliatoi, con conseguente parapiglia, concluso all’arrivo delle forze dell’ordine.

La denuncia di Pellegrini: “Sono scosso”

Tra i primi a denunciare quanto accaduto dopo la partita negli spogliatoi, è stato Lorenzo Pellegrini che ieri ha siglato il gol del provvisorio vantaggio della Roma, suo 12° in stagione. Ma il centrocampista di Mourinho aveva poca voglia di festeggiare, e non solo per la sconfitta.

“Il loro allenatore ha aggredito il nostro preparatore dei portieri in maniera forte. Noi siamo venuti qui con tutto il rispetto, per loro e per la competizione. Fatti così sono un insulto per tutti, per la Roma, per noi e per la competizione. È una vergogna”.

L’allenatore del Bodo Glimt risponde: “Noi provocati”

È stato solo un incidente, non ci saranno conseguenze“, si è affrettato a minimizzare l’ufficio stampa del Bodo Glimt. Di diverso tenore invece le parole del principale protagonista dell’aggressione, l’allenatore dei norvegesi, Knutsen che parla apertamente di provocazione da parte della Roma e in particolare di Nuno Santos.

“Non c’è stato molto fair play. La Roma è venuta qui con un ‘atteggiamento’ diverso in questa partita. L’assistente (Nuno Santos, ndc) si comportava come un pazzo. Mi ha insultato prima della partita e ha continuato a farlo per tutta la gara“. 

Aggressione Roma, indagine Uefa

La Norvegia non può essere considerata per niente una terra felice per la Roma. Come se non bastasse il 6-1 rifilato dal Bodo Glimt qualche mese nel girone di qualificazione, ieri i giallorossi non solo ci hanno riperso sullo stesso campo con la stessa squadra, per 2-1, risultato comunque rimediabile al ritorno all’Olimpico, ma Mou è anche in ansia per le condizioni di Mancini uscito malconcio e in attesa di ulteriori accertamenti in giornata.

Anche l’accoglienza non era stata delle migliori. Lo stesso Mourinho, prima della partita, in uno dei vari spostamenti tra conferenza stampa e sopralluogo sul campo, era stato preso a palle di neve da alcuni ragazzi norvegesi assiepati vicino alle recinzioni dello stadio nei pressi del bus della Roma. Sui fatti dell’aggressione, comunque la Uefa ha deciso di aprire un’indagine. Non è esclusa l’ipotesi di una squalifica per l’allenatore del Bodo Glimt.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...