Virgilio Sport

Saudi League, tris di Benzema con l’Al-Hittad che ora aspetta Maldini e Lopetegui, l’Al-Hilal resta primo

Benzema torna al gol, Neymar dice addio al campo e l'Al Hilal lo mette fuori rosa. L'Al Ittihad punta invece ad un nuovo allenatore e nuovo dt

11-11-2023 12:30

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

Dalla lite con l’allenatore Nuno Espirito Santo alla rinascita. Benzema nella Saudi League torna al top della condizione fisica – e mentale – e ne fa tre all’ Abha di Tatarusanu portando la sua squadra alla vittoria casalinga per 4-2. L’ Al Ittihad – dopo l’esonero dell’allenatore portoghese a causa dei deludenti risultati in campionato e in Champions asiatica – ha nel mirino Lopetegui (ex nazionale spagnola) che già conosce Benzema dal 2018 quando era al Real e Paolo Maldini a cui potrebbe essere affidato il ruolo di direttore tecnico. L’ Al Hilal continua a correre da prima in classifica dicendo però definitivamente addio a Neymar. Il resoconto sugli anticipi della 13esima giornata di Saudi League.

Benzema è tornato al gol e attende Lopetegui dopo Espirito Santo

L’ attaccante francese ha risposto in modo esemplare alle critiche legate all’esonero dell’allenatore Nuno Espirito Santo, cancellando anche la delusione subita dopo la sconfitta per 2-0 in Champions asiatica con una tripletta. L’ Al Ittihad -dopo la vittoria dello scorso campionato- si riavvicina nella parte alta della classifica portandosi al quinto posto ed a -1 uno dall’ Al-Taawoun, sconfitto ieri fuori casa dall’ Al Hilal.

Il club di Jeddah è ora pronto a ripartire con un nuovo allenatore e direttore tecnico: Lopetegui, la cui ultima avventura è stata in panchina al Wolverhampton che ha salvato dalla retrocessione in Premier, e Paolo Maldini che darebbe uno schiaffo morale al Milan dopo la sua esclusione ad inizio giugno dal club rossonero.

L’Al Hilal è inarrestabile anche senza Neymar

A Riyadh, nell’altro scontro, l’Al Hilal – privo di Milinkovic e del solito Neymar ancora infortunato – continua a collezionare vittorie. L’Al Taawon – squadra rivelazione del campionato – dell’ex Bologna Musa Barrow è la sua ultima vittima: sconfitto per 2-0 e scivolato fuori dal podio. La gara è stata trasmessa ieri in diretta su La7D e verrà riproposta oggi su La7. Aleksander Mitrovic, autore del gol, è sempre più il leader dell’attacco guidato da Jesus: raggiunge quota 10 reti in Saudi Pro League e 17 in totale in questa stagione.

Con undici vittorie e due pareggi, l’Al Hilal domina la classifica in solitaria con 35 punti, vantando il miglior attacco e difesa del campionato, guidata dal comandante Koulibaly. La squadra dimostra una coesione straordinaria, anche senza due colonne come Neymar e Milinkovic, confermando che tutti i giocatori sono perfettamente integrati nei meccanismi di gioco.

In particolare, Mitrovic ha dovuto lottare per 81 minuti prima di segnare il gol del vantaggio, concludendo di testa su un calcio di punizione di Malcom, dopo che il Var gli aveva negato la gioia nel primo tempo. Il risultato è stato sigillato da Mohamed Kanno al 99′ con una splendida punizione, consolidando ulteriormente la posizione di vertice dell’Al Hilal nella Saudi Pro League.

Nonostante la mancanza di vittorie da oltre un mese, l’Al Taawoun ha mostrato solidità e qualità a centrocampo – grazie al contributo del madridista Alvaro Medran – e nella difesa a cinque con Faqeehi, terzino sinistro arabo classe 2002 che si è distinto per le sue giocate e chiusure.

Neymar abbandonato definitivamente dall’ Al Hilal

Non è un momento facile per Neymar: dal tentativo da parte di alcuni banditi di rapire la figlia in Brasile all’intervento chirurgico subito per la ricostruzione del legamento crociato e dei due menischi del ginocchio sinistro post infortunio. L’Al-Hilal ha deciso di abbandonare l’attaccante brasiliano fino a fine stagione e si è attivata per la sospensione temporanea del contratto a causa dei tempi di recupero pari a 7 mesi che impediscono al brasiliano di poter tornare a tempo per completare il campionato in corso.

L’obiettivo è quello di liberare uno slot per tesserare un nuovo straniero già a gennaio, dal momento che allo stato attuale il club ha occupato tutti gli 8 posti a disposizione per giocatori non sauditi.

Come comunicato dal media saudita Arriyadiyah, la decisione è scaturita da un consulto tra i dirigenti addetti al mercato e il tecnico Jorge Jesus che ha esposto alla società la necessità di inserire in rosa un terzino sinistro. In questo modo Neymar, che dopo l’infortunio ha ricevuto testimonianze di solidarietà da parte di tifosi e compagni, tornerebbe a far parte ufficialmente della rosa dell’Al-Hilal solo a partire dalla stagione 2024-’25 con la sua ultima presenza che dovrebbe restare quella del 29 settembre nel 2-0 contro l’Al-Shabab.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Sassuolo - Empoli
Salernitana - Monza
Genoa - Udinese
SERIE B:
Cremonese - Palermo
Brescia - Reggiana
Sudtirol - Bari
Cittadella - Catanzaro
Ternana - Lecco
Pisa - Venezia
Como - Parma

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...