Virgilio Sport

Serie C, steccano tante big: Top e Flop della 1a giornata

Weekend complicato per tante squadre candidate alla vittoria finale in Lega Pro: i risultati, tra conferme e sorprese

05-09-2023 10:39

Pietro De Conciliis

Pietro De Conciliis

Giornalista

Giornalista pubblicista e speaker radiofonico, per Virgilio Sport si occupa di calcio con uno sguardo attento e competente sui campionati di Serie B e Serie C

Cala definitivamente il sipario sulla 1a giornata della regular season di Lega Pro, che ha regalato come sempre gol e sorprese. Steccano tante big, attese al varco dopo il calciomercato estivo, mentre arrivano conferme da alcune squadre di seconda fascia, almeno ai nastri di partenza. Questi i top e flop del primo weekend stagionale in Serie C.

Top e Flop della 1a giornata di Serie C: i risultati delle big

Lungo fine settimana in Serie C, tra conferme e risultati piuttosto sorprendenti, tenendo conto degli organici costruiti in estate e dei valori tecnici in campo. Non bagnano l’esordio con una vittoria le ambiziose Vicenza e Triestina: il Lane viene fermato tra le mura amiche dall’Albinoleffe, mentre gli alabardati si sono fatti beffare da un Trento cinico e compatto, bravo ad approfittare della superiorità numerica.

Padova ancora in fase di rodaggio contro il Mantova, come testimonia il pari maturato, mentre è stata convincente la prima della Pro Vercelli, vittoriosa contro il neopromosso Lumezzane al “Piola”.

Nel gruppo B, invece, possono sorridere Pescara e SPAL, capaci di battere rispettivamente Juve Next Gen e Vis Pesaro. Pareggio interno per la Virtus Entella, stoppata dall’Ancona, mentre pesa il k.o del Cesena in terra sarda contro l’Olbia.

Nel girone C, steccano tre big su quattro: il Crotone ha vinto, soffrendo, lo scontro diretto del “Massimino” con il neopromosso Catania, grazie al gol partita di Alessio Tribuzzi. Costretto a frenare gli entusiasmi anche l’Avellino di Massimo Rastelli, sconfitto con un secco 0-2 in un “Partenio-Lombardi” gremito. Tanto da rivedere per il trainer biancoverde. Paga lo scotto del “noviziato” il Benevento di Matteo Andreoletti, in vantaggio con Pastina, ma completamente annichilito da una Turris evidentemente più in palla nell’arco dei 90 minuti.

Ecco i risultati finali delle partite che hanno visto protagoniste le big della Serie C nei tre gironi:

GIRONE A

  • Vicenza-Albinoleffe 0-0
  • Mantova-Padova 1-1
  • Pro Vercelli-Lumezzane 4-1
  • Triestina-Trento 0-1

GIRONE B

  • V. Entella-Ancona 1-1
  • Olbia-Cesena 2-1
  • Pescara-Juve Next Gen 3-1
  • SPAL-Vis Pesaro 1-0

GIRONE C

  • Avellino-Latina 0-2
  • Catania-Crotone 0-1
  • Turris-Benevento 3-1

Delusione Triestina: Tesser fallisce l’esordio con gli alabardati

Esordio negativo per la Triestina di Attilio Tesser, reduce da una clamorosa salvezza conquistata lo scorso anno ai playout. La compagine alabardata, costruita per competere per le zone nobili della classifica, non ha certo iniziato nel migliore dei modi, cadendo in casa al “Nereo Rocco” contro un Trento molto pragmatico. Decisivo un super gol di Sangalli, con i padroni di casa che non sono mai riusciti a reagire complice l’espulsione di Christian Pierobon al 50′.

Questa l’analisi di mister Tesser nel dopo gara, tra prestazione ed inferiorità numerica:

Ci siamo difesi con ordine e nella ripresa siamo ripartiti comunque bene. Il fallo che ci è costato l’inferiorità numerica, ed è stato un’ingenuità, è arrivato su un angolo nostro appena fuori la loro area. Dopo l’espulsione abbiamo fatto fatica, calando fisicamente e non riuscendo più a gestire le uscite e ad accompagnare l’azione.

E intanto, sul mercato ha salutato ufficialmente Simone Andrea Ganz, attaccante che non è mai stato nei piani tecnici di Tesser:

Ci sono delle volte in cui nel calcio non puoi decidere il tuo futuro. A volte gli altri decidono per te, che non fai più parte del loro progetto. E Tu non puoi fare altro che accettare la decisione e guardare avanti. Anche questo fa parte del percorso e parte del gioco Aspettando una nuova sfida, arrivederci Triestina, ha scritto il “figlio d’arte” sui social.

Avellino, Benevento e Catania: Esordio “No” per le grandi del girone C

Tra le sorprese del 1° turno della regular season di Lega Pro, compaiono sicuramente le sconfitte di Avellino e Benevento, maturate rispettivamente contro le meno quotate Latina e Turris. Lupi frenetici e nervosi dopo il gol del vantaggio dell’ex Peppe Fella, che ha sbloccato la contesa nella prima frazione di gioco, su una banale rimessa laterale spizzata da Mastroianni. Male Cionek e Ghidotti nella circostanza. Nella ripresa, il palo di Gori e la clamorosa occasione fallita da Patierno aumentano soltanto i rimpianti dei padroni di casa, puniti nel finale dal raddoppio di Fabrizi.

Campanello d’allarme anche per la squadra di Matteo Andreoletti, che sembrava aver messo in discesa la gara con Pastina, a pochi minuti dal fischio d’inizio. Poi la reazione dei corallini, spinti dal gioco di Bruno Caneo e da una chiara freschezza atletica: uno-due micidiale della Turris con Maniero e Cum, prima dell’eurogol di D’Auria al minuto 87.

La giornata, però, si era aperta al “Massimino” con l’attesissimo scontro fra Catania e Crotone: nonostante il risultato finale, non ha certo sfigurato l’undici etneo, che ha colpito tre legni e impegnato in più occasioni l’estremo difensore pitagorico, D’Alterio, bravo a tenere a galla i suoi. Il campionato è appena iniziato e l’impressione è che le big possano venir fuori alla distanza, rispettando i pronostici.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...