Virgilio Sport

Sinner mette nel mirino un altro grande sogno: la Coppa Davis

Nuovo appuntamento a Torino con il grande tennis. Nel girone Stati Uniti e Colombia. L'altoatesino vuole brillare nel suo esordio in azzurro: "Daremo il 100% in Coppa Davis".

Pubblicato:

Tutti innamorati pazzi di Jannik Sinner. La giovane stella azzurra ha brillato alle ATP Finals di Torino, confermando di essere destinato a diventare uno dei migliori tennisti al mondo. La stagione dell’altoatesino non è ancora conclusa.

Dopo le ATP Finals, Sinner in Coppa Davis

L’avventura alle ATP Finals di Torino (dove ha preso il posto dell’infortunato Matteo Berrettini) si è conclusa con una sconfitta, a testa alta, con Daniil Medvedev, numero 2 del mondo: “E’ stato bellissimo giocare a Torino, ovvio che non avrei voluto entrare in questo modo con Matteo costretto al ritiro. L’esperienza è positiva, ora vedrò come migliorare, utilizzando l’esperienza fatta qui. Sono molto curioso di vedere cosa mi aspetta in futuro”, le sue parole nella conferenza post match. In realtà, il futuro di Jannik Sinner è già scritto. Nessun riposo (che tra l’altro sarebbe più che meritato) ma un altro grande appuntamento da affrontare al meglio, ovvero la Coppa Davis. Curiosamente, le sfide che attendono l’Italia sono ancora in programma a Torino.

Coppa Davis, Sinner vuole fare il massimo

L’appuntamento è, infatti, ancora al Pala Alpitour di Torino dove, dal 26 al 28 novembre, si svolgeranno le gare valide per il girone E (Italia, Stati Uniti e Colombia). La formula è semplice: per accedere ai quarti di finale e, quindi, alla fase finale del torneo (in programma a Madrid), è necessario vincere il proprio girone o finire tra le due migliori secondi dei sei gruppi. L’Italia di capitan Filippo Volandri, considerato l’infortunio di Matteo Berrettini, punterà molto su Jannik Sinner, al suo esordio con la casacca azzurra: “Non vedo l’ora di giocare per l’Italia, voglio dare il massimo per la squadra, per farne parte e vincere per il nostro Paese. Speriamo di riuscirci, ma di una cosa possiamo essere sicuri: daremo il 100%”, le parole dell’altoatesino, chiamato a guidare l’Italia verso grandi traguardi in Coppa Davis.

Coppa Davis, fiducia nel gruppo azzurro

Nella sua storia, l’Italia ha vinto una sola volta la Coppa Davis, nel lontano 1976. Per ben sei volte, si è arresa in finale. L’ultima è stata raggiunta nel 1998 (vittoria degli Svezia con un secco 4-1). In questa edizione, la squadra di capitan Filippo Volandri sembra avere le carte in regola per provare ad arrivare fino in fondo. Oltre al talento di Jannik Sinner, c’è tanta fiducia nei mezzi dell’esperto Fabio Fognini. Lorenzo Musetti e Lorenzo Sonego sono poi giovani dalle ambizioni importanti, desiderosi di brillare in azzurro. Dovesse essere confermato il forfait di Matteo Berrettini, sarebbe Simone Bolelli a completare la squadra azzurra di Coppa Davis. Un gruppo di qualità che, sospinto dal pubblico italiano, potrebbe davvero stupire tutti.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...