Virgilio Sport

Playoff di Serie B: il borsino. Cagliari, Venezia, Sudtirol, Reggina, Bari e Parma: chi salirà in Serie A

Storia e curiosità dei playoff di Serie B e un focus sulle sei squadre pronte a contendersi l'accesso alla Serie A

Pubblicato:

Matteo Occhiuto

Matteo Occhiuto

Giornalista e telecronista

Sei contendenti, un solo biglietto per il Paradiso. La stagione regolare della Serie B è giunta al termine e adesso è tempo dei playoff che metteranno in palio l’ultimo posto promozione disponibile, dopo quelle ottenute da Frosinone e Genoa.

Bari, Parma, Cagliari, Südtirol, Reggina e Venezia si contenderanno il trono, nel mini torneo che chiuderà un’annata esaltante per il torneo cadetto: basti pensare che, solo nell’ultima giornata, sono stati oltre 140mila gli spettatori che hanno affollato i dieci stadi della B.

Registrati a Virgilio Sport per continuare a vedere questo contenuto

Bastano pochi click

Come funzionano i playoff: il regolamento

Il regolamento dei playoff suddivide le sei partecipanti in un tabellone che vedrà scontrarsi le compagini giunte dal quinto all’ottavo posto in un turno preliminare.

Il match si disputerà in gara secca e metterà di fronte Cagliari (5^) e Venezia (8^) da un lato e Südtirol (6^) e Reggina (7^) dall’altro. Si giocherà all’Unipol Domus e al Druso: sardi e altoatesini, oltre al fattore campo, avranno a disposizione due risultati su tre per accedere al turno successivo.

Gli undici di Inzaghi e Vanoli, infatti, dovranno vincere in trasferta per giungere alle semifinali: per farlo ci saranno a disposizione i tempi regolamentari ed, eventualmente, supplementari. Qualora permanesse ulteriormente la parità, ad andare avanti sarebbero Cagliari e Südtirol, in virtù del miglior piazzamento in classifica.

A quel punto, entreranno in scena Bari e Parma. I galletti di mister Mignani troveranno in semifinale la vincente di Südtirol-Reggina, mentre ai crociati di Pecchia toccherà una fra Cagliari e Venezia.

Dalle semifinali in poi il confronto si snoderà su doppia sfida (andata e ritorno), con la seconda gara giocata sul campo della miglior qualificata, ovvero al San Nicola e al Tardini per quanto riguarda l’accesso all’ultimo atto della post-season.

Inoltre, per le semifinali e la finale, infatti, in Serie B non saranno previsti i tempi supplementari: in caso di parità nel doppio confronto, sarà premiata la squadra meglio piazzata in regular-season. Va da sé, dunque, che al Bari, giunto terzo, quattro pareggi potrebbero fruttare il ritorno in massima serie. Non varrà l’ormai datata regola dei gol in trasferta.

Il calendario dei playoff di Serie B

I playoff in Serie B scattano venerdì 26 maggio, con la prima delle due gare valide per il turno preliminare fra Südtirol e Reggina. Sabato 27, invece, sarà il turno di Cagliari-Venezia.

Ci saranno pochissime pause fra una partita e l’altra: le semifinali andranno in scena il 29 e il 30, con le gare di ritorno previste il 2 e 3 giugno.

Giovedì 8 e domenica 11 le date della Finale. Tutti i match si giocheranno in notturna, come comunicato dalla Lega B, con il fischio d’inizio previsto alle ore 20:30.

Questo il programma completo:

Turno preliminare (gara unica)

Venerdì 26 maggio 2023 – Südtirol vs Reggina (ore 20.30)

Sabato 27 maggio 2023 – Cagliari vs Venezia (ore 20.30)

Semifinali (andata e ritorno)

Lunedì 29 maggio 2023 – Südtirol/Reggina vs Bari (ore 20.30)

Martedì 30 maggio 2023 – Cagliari/Venezia vs Parma (ore 20.30)

Venerdì 2 giugno 2023 – Bari vs Südtirol/Reggina (ore 20.30)

Sabato 3 giugno 2023 – Parma vs Cagliari/Venezia (ore 20.30)

Finale (andata e ritorno)

Giovedì 8 giugno 2023 (ore 20.30)

Domenica 11 giugno 2023 (ore 20.30)

Le partite in diretta streaming su DAZN: abbonati qui

Obiettivo Serie A: come stanno le magnifiche 6

Saranno quindi Bari, Parma, Cagliari, Südtirol, Reggina e Venezia a partecipare ai playoff.

La cavalcata del Bari

I galletti di Mignani arrivano con i favori del miglior piazzamento in classifica. Giunti terzi, da neo-promossi, i biancorossi hanno lottato a lungo con Frosinone e Genoa per la promozione diretta, arrendendosi solo nel finale della regular-season.

Cheddira e compagni, per i playoff, potranno contare sulla spinta del San Nicola: ci si attendono oltre 40mila spettatori per la semifinale di ritorno, che si giocherà contro una fra Südtirol e Reggina.

La sorpresa Südtirol

Gli altoatesini, matricola del campionato, hanno stupito tutti. L’organizzazione di Bisoli ha risollevato il Sudtirol dopo un inizio di stagione difficile, portando Odogwu e soci a veleggiare fra i primi posti della graduatoria.

Un finale in flessione ha poi prodotto il sesto posto finale ma a Bolzano si sogna, anche in virtù di una squadra che non ha nulla da perdere e che già ha raggiunto un obiettivo inaspettato qualificandosi alla post-season.

Il cuore della Reggina

Ad affrontare il Südtirol nel preliminare ci sarà la Reggina di Pippo Inzaghi. Stagione complessa per gli amaranto, che hanno volato nel girone d’andata (chiuso al secondo posto), incappando in qualche difficoltà di troppo nel 2023.

Hernani e compagni cercheranno l’impresa al Druso, tentando di imitare quella ottenuta nella trentottesima giornata di campionato contro l’Ascoli, con il gol di Canotto al 94esimo a regalare il pass per gli spareggi promozione nonostante la penalizzazione di cinque punti in classifica.

Il Parma a caccia della Serie A

Dall’altro lato del tabellone, invece, ci saranno il Parma, già certo della semifinale, oltre a Cagliari e Venezia. I ducali sono alla prima partecipazione ai playoff di Serie B e hanno strappato il quarto posto proprio nella giornata che ha chiuso la regular-season del campionato, battendo 2-1 al Tardini il Venezia.

Il club emiliano vuole fortemente cancellare la delusione della passata stagione, quando Buffon e soci non arrivarono nemmeno ai playoff, e tornare in quella Serie A persa nel 2021. Tanti giovani talenti compongono la rosa a disposizione di Pecchia, oltre all’intramontabile Vazquez e al già citato Gigi Buffon.

Cagliari: la svolta di Claudio Ranieri

A proposito d’esperienza, impossibile non citare quella di Sir Claudio Ranieri e del suo Cagliari, anch’esso debuttante nei playoff di Serie B.

Tornato in Sardegna dopo oltre trent’anni, l’allenatore campione d’Inghilterra con Leicester ha dato una svolta alla stagione rossoblù. Lapadula (vincitore del premio Pablito con 21 reti in campionato), Pavoletti, Nandez, Mancosu e Rog sono solo alcuni dei nomi di un organico di altissima qualità, forse il più completo dei sei che giocheranno questi playoff.

Venezia, dai playout ai playoff grazie a Vanoli

Il Cagliari, tuttavia, dovrà fare molta attenzione al Venezia di Paolo Vanoli. L’allenatore, giunto in Laguna a novembre, ha preso una squadra ultima in classifica e l’ha portata fino all’ottavo posto. Trascinati dai gol di Joel Julius Ilmari Pohjanpalo, gli arancioneroverdi sognano in grande, forti del grande entusiasmo che si respira in Laguna.

Da Lapadula a Zaro, i protagonisti della Serie BKT

Sono tanti i volti attesi in questa post-season. Impossibile non partire da quello che, probabilmente, è l’uomo più in forma dell’intero panorama del campionato, quel Gianluca Lapadula che si è laureato capocannoniere della stagione regolare.

Spetterà a lui e ai suoi col trascinare il Cagliari, anche per cercare di entrare nella storia: gli basterebbe gonfiare la rete anche solo in un’occasione per diventare il miglior marcatore della storia dei playoff. Attualmente è in testa, sì, ma in compartecipazione a quota 5 con Ciano, Diaw, Gytkjaer e Tavano.

Occhi puntati, poi, su Walid Cheddira. Laureatosi capocannoniere della Coppa Italia, il bomber marocchino sogna di dar seguito ai 22 gol stagionali, cercando di aumentare il bottino per riportare il Bari in Serie A.

Dopo un digiuno durato un mese, è tornato a segnare nell’ultima di campionato: ai playoff Walino, come viene chiamato dalle parti del San Nicola, cercherà di tornare il bomber implacabile del girone d’andata.

Sempre a proposito di attaccanti, in Laguna tutte le fiches sono puntate su Joel Pohjanpalo. 10 gol negli ultimi due mesi di regular-season sono il miglior biglietto d’accesso ai playoff, conquistati grazie alla sua qualità offensiva.

Il vichingo degli arancioneroverdi è capitano e idolo del Venezia, oltre che vice-capocannoniere della B. Sarà subito scontro fra grandi punte con Lapadula, in un duello che si preannuncia scoppiettante.

In casa Südtirol, invece, a fare da padrona è la grande solidità difensiva manifestata nell’arco di tutta la stagione. Merito del maniacale lavoro di Bisoli, ma anche dell’ottimo rendimento di Giovanni Zaro. Difensore classe 1994, arrivato forse un po’ tardi all’appuntamento con il grande calcio dopo essere cresciuto nel settore giovanile dell’Inter.

Stagione maestosa la sua, con 3.240 minuti giocati (ha saltato solo due giornate, giocando sempre titolare e per l’intero match nelle altre occasioni) e ben cinque reti messe a segno.

Sempre scuola Inter, invece, è il volto della stagione della Reggina. Stiamo, ovviamente, parlando di Giovanni Fabbian. Otto reti per lui, nominato MVP della stagione regolare degli amaranto.

Classe 2003, ha messo lo zampino sul decisivo gol di Canotto nel match contro l’Ascoli che ha qualificato la formazione di Inzaghi ai playoff. In estate, a prescindere da quello che faranno i calabresi in post-season, il biglietto con destinazione Serie A è garantito. Magari proprio in nerazzurro.

Chi in Serie A ha giocato e illuminato per diversi anni è Franco Vazquez. Giocatore di qualità sconfinata, stella di un Parma che partirà dalle semifinali. Lui proverà a guidarlo, dopo aver messo a referto 11 reti in regular season.

La sua esperienza, unita a quella di Buffon, potrebbe fare la differenza in scontri da dentro o fuori così delicati, come insegna il passato del playoff di Serie B.

La storia dei playoff di Serie B

Quella che sta per iniziare sarà l’edizione numero diciotto dei playoff di Serie B. L’appendice del torneo per decidere la terza promozione in Serie A è stata introdotta nell’annata 2004/2005, con la vittoria del Torino sul Perugia in finale.

La formula originale prevedeva la partecipazione di quattro squadre (dalla 3ª alla 6ª classificata) che si affrontavano in semifinali e finale (entrambe basate su gare di andata e ritorno).

A partire dall’annata 2013/14 la griglia è stata allungata, permettendo la partecipazione anche alle formazioni giunte al settimo e all’ottavo posto.

Le prime due edizioni, come detto, furono vinte dal Torino che, però, dopo il primo trionfo dovette rinunciare per problemi finanziari al salto in Serie A.

Solo in una stagione non si sono disputati i playoff: stiamo parlando del 2006/2007, dopo il Genoa seguì direttamente Juventus e Napoli per via del distacco sulla quarta in classifica.

Nei primi anni, i playoff sono stati sempre vinti dalla squadra arrivata terza nella stagione regolare: è successo dal 2004/05 al 2010/11.

A spezzare “il dominio delle terze” fu la Sampdoria che nei playoff del 2012 vinse la finale contro il Varese dopo essersi qualificata come sesta forza della B. I blucerchiati, ad oggi, restano l’unica squadra ad aver vinto la post-season partendo dal sesto posto.

Tutti i playoff della storia della Serie B

Stagione: 2004/05

  • Partecipanti: Torino, Perugia, Treviso, Ascoli
  • Semifinali: Torino-Ascoli 3-1 (1-0, 2-1), Perugia-Treviso 3-0 (1-0, 2-0)
  • Finale: Torino-Perugia 2-2 (2-1, 0-1)
  • Promossa: Torino (3^) per miglior piazzamento

Stagione: 2005/06

  • Partecipanti: Torino, Mantova, Modena, Cesena
  • Semifinali: Torino-Cesena 2-1 (1-1, 1-0), Mantova-Modena 1-1 (0-0, 1-1)
  • Finale: Torino-Mantova 5-5 (2-4, 3-1 dts)
  • Promossa: Torino (3^) per miglior piazzamento

Stagione: 2006/07

I playoff non si disputarono: il Genoa, terzo, fu promosso direttamente in Serie A per il vantaggio di 10 punti sul Piacenza quarto.

Stagione: 2007/08

  • Partecipanti: Lecce, Albinoleffe, Brescia, Pisa
  • Semifinali: Lecce-Pisa 3-1 (1-0, 2-1), Albinoleffe-Brescia 2-2 (0-1, 2-1)
  • Finale: Lecce-Albinoleffe 2-1 (1-0, 1-1)
  • Promossa: Lecce (3^)

Stagione: 2008/09

  • Partecipanti: Livorno, Brescia, Empoli, Grosseto
  • Semifinali: Livorno-Grosseto 4-3 (0-2, 4-1), Brescia-Empoli 4-1 (1-1, 3-0)
  • Finale: Livorno-Brescia 5-2 (2-2, 3-0)
  • Promossa: Livorno (3^)

Stagione: 2009/10

  • Partecipanti: Brescia, Sassuolo, Torino, Cittadella
  • Semifinali: Brescia-Cittadella 1-1 (1-0, 0-1), Sassuolo-Torino 2-3 (1-1, 1-2)
  • Finale: Brescia-Torino 2-1 (0-0, 2-1)
  • Promossa: Brescia (3^)

Stagione: 2010/11

  • Partecipanti: Novara, Varese, Padova, Reggina
  • Semifinali: Novara-Reggina 2-2 (0-0, 2-2), Varese-Padova 3-4 (0-1, 3-3)
  • Finale: Novara-Padova 2-0 (0-0, 2-0)
  • Promossa: Novara (3^)

Stagione: 2011/12

  • Partecipanti: Sassuolo, Verona, Varese, Sampdoria
  • Semifinali: Sassuolo-Sampdoria 2-3 (1-2, 1-1), Verona-Varese 1-3 (0-2, 1-1)
  • Finale: Varese-Sampdoria 2-4 (2-3, 0-1)
  • Promossa: Sampdoria (6^)

Stagione: 2012/13

  • Partecipanti: Livorno, Empoli, Novara, Brescia
  • Semifinali: Livorno-Brescia 2-2 (1-1, 1-1), Empoli-Novara 5-1 (1-1, 4-1)
  • Finale: Livorno-Empoli 2-1 (1-1, 1-0)
  • Promossa: Livorno (3^)

Stagione: 2013/14

  • Partecipanti: Latina, Cesena, Modena, Crotone, Bari, Spezia
  • Preliminari: Crotone-Bari 0-3, Modena-Spezia 1-0
  • Semifinali: Latina-Bari 4-4 (2-2, 2-2), Cesena-Modena 2-1 (1-0, 1-1)
  • Finale: Latina-Cesena 2-4 (1-2, 1-2)
  • Promossa: Cesena (4^)

Stagione: 2014/15

  • Partecipanti: Vicenza, Bologna, Spezia, Perugia, Pescara, Avellino
  • Preliminari: Perugia-Pescara 1-2, Spezia-Avellino 1-2 dts
  • Semifinali: Vicenza-Pescara 2-3 (0-1, 2-2), Bologna-Avellino 3-3 (1-0, 2-3)
  • Finale: Bologna-Pescara 1-1 (0-0, 1-1)
  • Promossa: Bologna (4^) per miglior piazzamento

Stagione: 2015/16

  • Partecipanti: Trapani, Pescara, Bari, Cesena, Spezia, Novara
  • Preliminari: Bari-Novara 3-4 dts, Cesena-Spezia 1-2
  • Semifinali: Trapani-Spezia 3-0 (1-0, 2-0), Pescara-Novara 6-2 (0-2, 4-2)
  • Finale: Trapani-Pescara 1-3 (0-2, 1-1)
  • Promossa: Pescara (4^)

Stagione: 2016/17

  • Partecipanti: Frosinone, Perugia, Benevento, Cittadella, Carpi, Spezia
  • Preliminari: Benevento-Spezia 2-1, Cittadella-Carpi 1-2
  • Semifinali: Frosinone-Carpi 0-1 (0-0, 0-1), Perugia-Benevento 1-2 (0-1, 1-1)
  • Finale: Benevento-Carpi 1-0 (0-0, 1-0)
  • Promossa: Benevento (5^)

Stagione: 2017/18

  • Partecipanti: Frosinone, Palermo, Venezia, Cittadella, Bari, Perugia
  • Preliminari: Venezia-Perugia 3-0, Cittadella-Bari 2-2 dts
  • Semifinali: Palermo-Venezia 2-1 (1-1, 1-0), Frosinone-Cittadella 2-2 (1-1, 1-1)
  • Finale: Frosinone-Palermo 3-2 (1-2, 2-0)
  • Promossa: Frosinone (3^)

Stagione: 2018/19

  • Partecipanti: Benevento, Pescara, Verona, Spezia, Cittadella, Perugia
  • Preliminari: Verona-Perugia 4-1 dts, Spezia-Cittadella 1-2 dts
  • Semifinali: Benevento-Cittadella 2-4 (2-1, 0-3), Pescara-Verona 0-1 (0-0, 0-1)
  • Finale: Verona-Cittadella 3-2 (0-2, 3-0)
  • Promossa: Verona (5^)

Stagione: 2019/20

  • Partecipanti: Spezia, Pordenone, Cittadella, Chievo, Empoli, Frosinone
  • Preliminari: Cittadella-Frosinone 2-3 dts, Chievo-Empoli 1-1 dts
  • Semifinali: Spezia-Chievo 3-3 (0-2, 3-1), Pordenone-Frosinone 2-1 (1-0, 0-2)
  • Finale: Spezia-Frosinone 1-1 (1-0, 0-1)
  • Promossa: Spezia (3^) per miglior piazzamento

Stagione: 2020/21

  • Partecipanti: Monza, Lecce, Venezia, Cittadella, Brescia, Chievo
  • Preliminari: Venezia-Chievo 3-2 dts, Cittadella-Brescia 1-0
  • Semifinali: Monza-Cittadella 2-3 (0-3, 2-0), Lecce-Venezia 1-2 (0-1, 1-1)
  • Finale: Venezia-Cittadella 2-1 (0-1, 1-1)
  • Promossa: Venezia (5^)

Stagione: 2021/22

  • Partecipanti: Pisa, Monza, Brescia, Ascoli, Benevento, Perugia
  • Preliminari: Brescia-Perugia 3-2 dts, Ascoli-Benevento 0-1
  • Semifinali: Pisa-Benevento 1-1 (0-1, 1-0), Monza-Brescia 4-2 (2-1, 2-1)
  • Finale: Pisa-Monza 4-6 (1-2, 3-4 dts)
  • Promossa: Monza (4^)

Le curiosità dei Playoff di Serie B

  • Brescia, Perugia e Cittadella detengono il record per il numero di partecipazioni ai playoff (6). Sia lombardi che veneti hanno anche giocato 2 finali.
  • Nelle diciassette edizioni dei playoff di Serie B, per nove volte ha raggiunto la promozione la squadra giunta terza in classifica; per quattro a trionfare è stata la quarta della regular season; tre successi per la quinte, uno solo per le seste.
  • Da quando i playoff sono stati allargati anche alle squadre giunte 7^ e 8^ in regular-season, non è mai accaduto che le stesse vincessero il mini-torneo. In quattro occasioni (Pescara 7° 2014-15, Carpi 7° 2016-17, Cittadella 7° 2018-19 e Frosinone 8° 2019-20) sono arrivate in finale.
  • Il Livorno è l’unica squadra con il 100% di vittorie nei playoff: due partecipazioni (2008-09 e 2012-13) e due promozioni.
  • Il Cittadella è la squadra ad aver raggiunto la finale per il maggior numero di volte (due, 2018-19 e 2020-21) senza però essere riuscita a vincerla.
  • Il Perugia è la squadra ad aver raggiunto più volte i playoff (6) senza però essere riuscito ad andare in finale.
  • I migliori marcatori della storia dei playoff sono Davide Diaw, Camillo Ciano, Gianluca Lapadula, Christian Gytkjaer e Francesco Tavano (5). Solo il giocatore del Monza li ha siglati tutti in una singola edizione (2021-22)
  • Per quanto riguarda i playoff 2022/23, ci sono tre debuttanti (Südtirol, Cagliari e Parma) e tre ritorni (Bari, quarta volta, mancava dal 2017/2018, e Reggina, seconda volta, mancava dal 2010/11, Venezia, terza volta, mancava dal 2020/21, anno in cui vinse)

Le partite in diretta streaming su DAZN: abbonati qui

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...