Virgilio Sport

Supercoppa, Milan-Inter vale triplo: tra bacheca, mercato e campionato

Non è solo il primo trofeo stagionale, ma è anche un derby che sa tanto di autostima e di rincorsa al secondo posto in Serie A

18-01-2023 13:40

Milan-Inter di stasera è un derby che vale anche di più del solo trofeo in palio, la Supercoppa italiana. Le due squadre, infatti, potrebbero beneficiare di una vittoria a livello di morale e di autostima, fondamentale poi anche in campionato per inseguire almeno il secondo posto e il titolo di principale avversaria del Napoli. Tanti saranno i duelli in campo con vista anche sul futuro, sul calciomercato, come quello tra Skriniar e Leao.

Milan-Inter: chi riempie la bacheca?

Il Milan si è aggiudicato la prima edizione della Supercoppa. Era il 1988 e a San Siro i rossoneri ebbero la meglio per 3-1 sulla Sampdoria, che segnò con Vialli prima di essere rimontata. Sono in totale 7 i successi nella manifestazione, l’ultima volta è datata 2016 – in Qatar – quando i rigori furono amici del Diavolo e nemici della Juventus.

L’Inter ha l’obiettivo di affiancare il Milan come numero di Supercoppe vinte, essendo ferma a sei. La prima vittoria è del 1989, vittima ancora la Sampdoria con i gol di Cucchi e di Serena. I nerazzurri hanno aperto un vero e proprio ciclo tra il 2005 e il 2010, vincendo quattro trofei. Il sesto è recente, la Juve è stata battuta 2-1 con una rete all’ultimo minuto dei supplementari da parte di Sanchez. Nell’albo d’oro, però, proprio i bianconeri sono in testa con 9 successi.

Milan-Inter: chi vince, affossa l’altra

Milan-Inter è anche una partita che può essere analizzata in chiave campionato. Al momento, infatti, i rossoneri sono un punto avanti ai nerazzurri in classifica, ma proprio la squadra di Stefano Pioli ha rallentato nelle ultime settimane. Insomma, chi vince questa sera può prendere tantissima autostima per poi accelerare di nuovo anche nella classifica della Serie A. Al momento, per entrambe, il Napoli è lontano (-9 e -10 rispettivamente lo svantaggio), ma il campionato è ancora lungo e ancora non si sa con esattezza chi sia l’avversario più temibile per i partenopei.

Milan e Inter si giocano dunque una grossa botta di autostima a Riad. Chi prevarrà, in qualunque modo, potrà sentirsi più forte. Le vittorie aiutano a vincere e in questo senso il derby arriva nel momento giusto. Ecco perché i riflessi della Supercoppa si faranno sentire anche in campionato, statene certi.

Milan-Inter: tra duelli personali e mercato

Vedremo tanti duelli e faccia a faccia interessanti in Milan-Inter. Cominciamo dai due attaccanti, Olivier Giroud e Lautaro Martinez. Si sono trovati di fronte anche nella finale mondiale e ha avuto la meglio l’argentino. In questo periodo, Giroud pare un po’ intristito, ma nelle partite decisive spesso mette la sua firma. Meglio Lautaro, che ha cominciato a segnare con regolarità. E che l’anno scorso mise il suo sigillo nella vittoria contro la Juventus.

Spostiamoci a chi si troverà davvero faccia a faccia, ossia Skriniar e Leao. Entrambi sono uomini mercato, con il nerazzurro che pare più vicino all’addio del portoghese. Entrambi potrebbero aiutare le milanesi a fare cassa, ma poi? Poi bisognerebbe andare a caccia di un sostituto all’altezza. Per entrambi, venerdì potrebbero esserci novità. Nel derby di settembre, Leao stravinse la sfida con Skriniar segnando due gol.

A centrocampo ecco i due uomini su cui punta Roberto Mancini, Sandro Tonali e Niccolò Barella. Capaci ormai di fare entrambe le fasi, mobili e anche pericolosi in zona gol. Due che sentono in maniera particolare la stracittadina essendosi calati alla perfezione nella mentalità milanista e interista.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...