Virgilio Sport

Tennis Miami Open, ancora pioggia e rinvii: Sinner-Vavassori rischia di slittare di nuovo

Già posticipato il via al programma di sabato 23 marzo: sugli organizzatori del Master 1000 è bufera non solo in senso meteorologico, critiche anche da Coco Gauff.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Si profila una nuova giornata di rinvii, interruzioni e attese a Miami. La pioggia non concede tregua alla metropoli della Florida e il fatto che i campi, anche solo alcuni, non siano dotati di copertura non agevola le cose. Se nella giornata di venerdì si è giocato di fatto per poco più di due ore, con gli incontri spalmati sul maggior numero possibile di campi per provare a non “rimanere troppo indietro” col programma, disagi e slittamenti sono annunciati anche per la giornata di sabato 23 marzo.

Tennis Miami Open, primi rinvii: “Inclement weather”

Come da calendario, l’inizio del programma giornaliero era stato fissato per le 11 (le 16 in Italia): un quarto d’ora prima del via, però, è arrivato l’annuncio degli organizzatori su X. Via ufficiale spostato di un’ora, alle 12 (le 17 italiane), a causa dell’ormai famigerato “inclement weather”. Dopo un po’ è arrivato un ulteriore rinvio: via non prima delle 18 italiane. Seguito da un altro annuncio: si parte alle 18.30. Da notare che nel corso del venerdì gli annunci relativi agli slittamenti si sono susseguiti di ora in ora fino alla serata italiana, prima del sospirato via libera alle 21.30. In realtà tra asciugatura campi, riscaldamento degli atleti e procedure preliminari, si è partiti solo qualche minuto dopo le 22. Per poi fermarsi di nuovo dopo poco più di due ore.

Quando si gioca Sinner-Vavassori? Incertezza assoluta

L’incontro tra Sinner e Vavassori, interrotto sul 3-2 in favore di Jannik e sul punteggio di 40 pari, con Vavassori al servizio, era in programma “not before 5 pm”, vale a dire non prima delle 17 italiane. Dopo, comunque, la conclusione del primo match di giornata allo Stadium, quello tra Thiago Seyboth Wild e Taylor Fritz, fissato per le 16. Già, è abbastanza grottesco di suo: immaginare che il match si concluda in un’ora è di per sé utopistico. In ogni caso la partita tra Thiago e Taylor è stata spostata alle 18.30, quindi Sinner-Vavassori è già stata interessata dal primo slittamento: non prima delle 19.30-20. E chissà a che ora i due italiani scenderanno effettivamente in campo.

Miami, organizzatori nella bufera: le parole di Coco Gauff

Le previsioni, infatti, non sono rassicuranti. Su Miami dovrebbe abbattersi un forte acquazzone fino alle 13 locali (le 18 italiane), poi nuovo nubifragio intorno alle 15 (le 20 in Italia). Solo a partire dalle 17, quando in Italia saranno le 22, la situazione dovrebbe migliorare. E insieme a quelle atmosferiche, attorno all’organizzazione del Miami Open stanno scoppiando altri tipi di bufere. L’instabilità e l’incertezza hanno fatto sì che le poche partite di venerdì siano state disputate davanti a pochissimi intimi. Molti si chiedono come mai nella ricca Miami non ci sia neppure un campo coperto per proseguire gli incontri anche in caso di pioggia. E c’è chi, come la beniamina di casa Coco Gauff, ha definito “folle” il programma.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...