Virgilio Sport

Tifosi Juventus, la pazienza è finita: Non ci serve un Balotelli-bis

Non c'è solo il tracollo con l'Atletico Madrid e le difficoltà sul mercato a preoccupare i fan bianconeri in vista del debutto in campionato

Pubblicato:

“Ci sono delle regole, che se non vengono rispettate in più occasioni l’allenatore ha il dovere di intervenire”. Queste parole non le ha dette Massimiliano Allegri ieri, dopo aver escluso per motivi disciplinare Moise Kean dall’amichevole con l’Atletico Madrid, perché era arrivato tardi all’allenamento. Le disse tre anni fa Gigi Di Biagio, all’epoca ct dell’Under 21, commentando in conferenza stampa la decisione di escludere Moise Kean e Zaniolo (che era squalificato) dalla formazione per la partita con il Belgio sabato sera.

Kean recidivo nei ritardi, successe già con l’Under 21

Kean e Zaniolo infatti avevano tardato più volte all’appuntamento con gli allenamenti. Il bomber della Juve, in quella circostanza, pubblicò anche una storia su Instagram dal sapore di una vera e propria provocazione. Nel video l’attaccante ballava sulle note di “Dove e quando” di Benji & Fede. Un innegabile riferimento al provvedimento di Di Biagio.

Tutte le bravate di Kean, con Nazionale ed Everton

Ieri Allegri ha preso lo stesso provvedimento ma i precedenti di Kean sono parecchi. Già un anno fa il giocatore – che non giocherà la prima di campionato contro il Sassuolo per squalifica – aveva perso un treno importante nella sua carriera: in Nazionale Mancini lo aveva convocato per il ritiro pre-Europeo, ma il suo scarso rendimento e l’atteggiamento mostrato in campo nell’amichevole contro San Marino avevano fatto la differenza tenendolo fuori dalle scelte finali del Ct.

Anche quando era all’Everton si ricorda un episodio poco edificante. Durante il lockdown del 2020 non solo partecipò a una festa con diversi ospiti in aperta violazione della quarantena obbligatoria, ma fu lui stesso a inviare le immagini in un gruppo Snapchat, di diverse ragazze al party illegale impegnate nella lap dance, con tanto di didascalia beffarda: “Quarantena pulita”. Durissima condanna dell’Everton e una maxi multa da 160 mila sterline.

Per i tifosi della Juve Kean è un nuovo Balotelli

Fioccano i commenti dei tifosi: “e poi scopri che Kean è il fratello minore di Balotelli” e ancora: “Ho smesso di pensare a lui come giovane promessa dal momento che ha dichiarato Balotelli mio idolo” e ancora: “Avere talento senza avere la TESTA è sprecato”.

Arriva il foglio di via per Kean dal popolo bianconero

Il web è scatenato: “Mannaggia a quel giorno che abbiamo ripreso Kean a 10 mln in più di quello che l’avevamo venduto, mentre De ligt l’abbiamo venduto a 15 mln in meno di quello che l’avevamo pagato” e anche: “Un bambino per il quale l’anno prossimo avremo un obbligo di riscatto a 38 mln di euro. Ma voi siete pazzi” e poi: “Kean non è un calciatore da Juve nè dal punto di vista tecnico nè da quello comportamentale!”

C’è chi scrive: “Kean ogni tanto ha dei colpi di testa comportamentali simili a quelli di alcuni fuoriclasse, senza però essere un fuoriclasse…” e ancora: “Mi chiedo se qualcuno l’ha attaccato al muro, fossi nella società andrei ai microfoni a metterlo sul mercato istantaneamente” e anche; “Reduce da una stagione raccapricciante si permette di arrivare in ritardo” e poi:”calciatore da serie B e si permette anche di fare tardi” e infine: “Con Moggi sarebbe stato messo fuori squadra per settimane!”.

Tifosi Juventus, la pazienza è finita: Non ci serve un Balotelli-bis Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...