,,
Virgilio Sport SPORT

Tokyo 2020, si ferma la marcia di Irma Testa: è bronzo

L'atleta di Torre Annunziata è stata sconfitta dalla filippina Nesthy Petecio nella semifinale della categoria 57 kg.

È sempre più un’Olimpiade nel segno del bronzo quella di Tokyo 2020 per l’Italia.

La numero 13 della spedizione azzurra, poche ore dopo il terzo posto ottenuto da Simona Quadarella negli 800 metri del nuoto, la conquista Irma Testa, che vede interrompersi la propria marcia nel torneo di pugilato categoria 57 kg.

Per l’atleta di Torre Annunziata si è rivelato fatale l’ostacolo rappresentato dalla filippina Nesthy Petecio.

La numero 2 del ranking mondiale e campionessa del mondo in carica era un avversario di spessore, ma Irma Testa ha combattuto al meglio, dando vita ad un match molto equilibrato.

Unanime il verdetto dei giudici in favore di Irma nel primo round, ma Petecio ha risalito la china nella seconda e nella terza ripresa, il cui successo è stato assegnato dai giudici a Petecio. Solamente il quinto giudice, nel terzo round, ha accordato una leggera preferenza all’italiana, ma non è bastato per proseguire il cammino.

Per i colori azzurri arriva comunque la prima medaglia di bronzo nella storia del pugilato femminile. Ricordiamo infatti che ai Giochi olimpici nella boxe non è prevista la finale per il terzo posto e a ciascuno degli atleti sconfitti nelle semifinali viene assegnata la medaglia di bronzo.

Nei quarti testa aveva eliminato la canadese Caroline Veyre, con verdetto unanime. Nei primi due turni, invece, ad arrendersi all’italiana erano state l’irlandese Michaela Walsh e la russa Liudmila Vorontsova.

“La medaglia è una bella soddisfazione. Questo risultato è dedicato al mio maestro e a tutto il movimento del pugilato italiano femminile” aveva dichiarato Irma dopo la vittoria nei quarti.

Si chiude quindi con un bronzo la spedizione dell’Italia a Tokyo 2020, dopo che Giordana SorrentinoAngela Carini erano state eliminate prima di entrare in zona a medaglia nelle rispettive categorie (51 e 69 chilogrammi).

Per la prima volta dall’edizione di Anversa nel 1920, l’Italia non era riuscita a qualificare rappresentanti maschili nel torneo di pugilato.

OMNISPORT | 31-07-2021 07:08

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...