,,
Virgilio Sport SPORT

Top e Flop 9ª giornata: le pagelle più spietate della serie A

Nella nona giornata di campionato la fanno da padrone i protagonisti e le polemiche di Roma-Napoli e Inter-Juventus, oltre al poker di Simeone

25-10-2021 12:15

C’è tantissimo di Roma-Napoli e Inter-Juventus ma anche del Milan neo capolista in coabitazione con gli azzurri nell’immancabile analisi del meglio ma anche del peggio del campionato con il solito, immancabile, polverone arbitrale che ha contraddistinto anche la nona giornata di serie A. A fare la differenza come sempre i nostri “top e flop” con un pizzico di cattiveria e di ironia che non guasta mai. Vediamo chi sono.

Miglior portiere: Rui Patricio ferma il Napoli

In una giornata con pochi clean sheets emerge la prestazione, ancora una volta di Rui Patricio, sicuro contro il Napoli e anche fortunato quando Osimhen prende per ben due volte consecutivamente prima il palo e poi bacia la traversa. Un bravo anche ad Ospina, ennesima prestazione di livello e porta blindata, nella stessa gara, Roma-Napoli, e Dragowski terzo altro portiere imbattuto di giornata.

Miglior difensore: Koulibaly è abbonato

Potremmo fare benissimo copie e incolla di quanto scritto da inizio campionato, Koulibaly è un muro davvero invalicabile per tutti, e quando Abraham gli sfugge per colpa di Zielinski che si fa beffare da Cristante, la dea bendata grazia il Napoli facendo sbagliare l’ex Chelsea. Un po’ come Bonucci insostituibile nelle rotazioni di Allegri, e De Vrij altro invalicabile della difesa nerazzurra che capitola solo nel finale ma per colpe non sue.

Miglior centrocampista: Candreva sfida Bennacer

Se il Milan oggi è in testa alla classifica il merito all’80° è suo. Bennacer ha deciso la sfida del Dall’Ara con un gol da cineteca risvegliando i rossoneri dal torpore dell’intervallo e risvegliando anche Ibra mandandolo in gol nel finale. Ma c’è anche un altro sempreverde del campionato italiano, Candreva, decisivo ancora una volta con e per la Samp nel battere lo Spezia. Senza dimenticare Malinovski sempre protagonista con l’Atalanta. E poi Pobega in grande spolvero col Toro.

Miglior attaccante: Simeone stavolta batte tutti, che poker!

Non c’è storia nemmeno a volerne parlare. Un unico e solo protagonista di giornata. Il Cholito Simeone che mette sul tavolo da gioco di Verona un poker d’antologia facendo le fortune di chi ce l’ha al Fantacalcio e le imprecazioni collassanti di chi ha la sfortuna di averlo contro a cominciare dal povero Sarri.

Eppure di attaccanti in evidenza ieri ce ne sono stati tanti, come sempre, a cominciare dal bentornato per Dybala che cambia la Juve e pareggia il gol di Dzeko altro che timbra sempre il cartellino alla faccia delle vedove di Lukaku. Ma ci sono anche altri protagonisti di giornata: Pinamonti uomo match dell’Empoli contro la Salernitana. Firma la sua prima doppietta in Serie A; Sanabria gol e assist nel successo del Toro col Genoa.

Flop: Dumfries entra e rovina tutto

C’è la Lazio questa settimana dietro la lavagna. Difficile sceglierne uno nella debacle della sempre fatal Verona. Forse Radu che si perde Simeone sin dal tunnel degli spogliatoi, ma forse anche Sarri dovrebbe cominciarsi a porsi delle domande. Detto di un’autorete pressoché imperdonabile quella di Henry che regala il raddoppio al Sassuolo e un altro autogol, di Giasy, che costa caro allo Spezia.

Ma ovviamente tra i peggiori dei peggiori c’è lui, l’uomo che ha rovinato, anzi, ha negato la vittoria all’Inter contro la Juventus. I più maligni potrebbero pensare all’arbitro Mariani, e nemmeno l’addetto al Var, Guida. All’origine c’è lo sciagurato intervento di Dumfries che è entrato male in partito e ha finito peggio. Ma in generale gli arbitri li tiriamo in ballo tra i peggiori per un po’ troppa suscettibilità dimostrata ieri nelle espulsioni a raffica degli allenatori, da Mourinho a Spalletti, nella stessa gara peraltro, passando per Inzaghi e Gasperini. Esagerati.

SPORTEVAI

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...