Virgilio Sport

Torino-Udinese 1-1 pagelle: Zarraga illude, Ilic il gol del mese, Samardzic testa altrove

Top e flop della partita Torino-Udinese 1-1, valevole per la 17a giornata di serie A: bene il centrocampo bianconero, delude l'attacco granata

23-12-2023 17:03

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

Ottanta minuti al piccolo trotto e 10’ al galoppo: finisce 1-1 tra Torino e Udinese con i fuochi d’artificio riservati nel finale. Il primo gol in A di Zarraga all’81’ illude i friulani ma all’88’ un tiro-cross di Ilicic beffa Masina per un pari tutto sommato giusto. E’ la prima volta nella storia che Toro e Udinese pareggiano dopo sei successi per i granata, tre per i bianconeri mentre i friulani si confermano mister X con l’undicesimo pari stagionale. A fare la partita è stato il Toro, con l’Udinese pronta a ripartire ma i ritmi bassi e le difese bloccate hanno caraterizzato quasi tutto il match prima del finale incandescente. La squadra di Juric raggiunge la Lazio a 24 punti al nono posto mantenendo una striscia positiva da novembre (una sola sconfitta, 3 vittorie e 3 pareggi) mentre l’Udinese va a 14 punti ed è sempre in zona-caldissima.

Torino-Udinese, la chiave tattica della partita

Niente più 3-5-2 per il Toro, Juric conferma il 3-4-1-2 proposto nelle ultime gare. L’Udinese in campo con il solito 3-5-1-1 appare però quasi completamente rinunciatario alla manovra non sfruttando Wallace, Samardzic e Pereyra. Mentre i bianconeri perdono facilmente palla e restano molto schiacciati, i granata preferiscono utilizzare maggiormente le corsie esterne con la velocità di Soppy sulla destra e Lazaro sulla sinistra. I granata riescono ad avere maggiori punti di riferimento in avanti con Sanabria e Zapata fissi in area di rigore, pronti a ricevere palla con Vlasic alle loro spalle.

Nella seconda frazione di gioco il Torino cerca di alzare il ritmo e trova più verticalizzazioni e triangolazioni in avanti. I centrocampisti dell’Udinese, quando Sanabria o Zapata ricevono palla, escono in raddoppio frontale su di loro senza dare la possibilità agli attaccanti avversari di scaricare palla all’indietro.

La corsia destra diventa la fascia di riferimento per il Toro nel secondo tempo dal momento della sostituzione di Soppy per Vojdova: il laterale del Kosovo in fase offensiva conquista più metri in avanti e si alza in pressing su Kamara dell’Udinese. In fase finale di partita, Cioffi schiera Success e Thauvin (al posto di Ebosele e Lucca) in avanti con Pereyra alle loro spalle, confermando il 3-5-2. Zarraga, al posto di Samardzic, si imbuca in area di rigore e sfugge alla marcatura di Tameze. Il Torino non molla e dalle corsie esterne prova a mettere dentro traversoni verso il centro, finché Ilic sbaglia ma trova anche il gol.

Clicca qui per rivivere tutti i momenti salienti di Torino-Udinese

I top e flop del Torino

  • Ilic 7. Poteva (e voleva) essere un semplice cross ma si è trasformato nel gol più della partita e probabilmente del mese: dalla sinistra fa partire un traversone alto e potente diretto verso la porta che coglie Silvestri alla sprovvista.
  • Lazaro 6.5. Meglio nel secondo tempo quando alza la pressione su Ebosele e diventa un’arma in più per i granata nei cross a tagliare verso l’area di rigore. Ha creato il maggior numero di occasioni.
  • Rodriguez 6.5. I suoi interventi sul centro sinistra di difesa impediscono ad Ebosele di passare, va in marcatura fissa in area su Lucca assieme agli altri due centrali difensivi.
  • Buongiorno 6. A tu per tu con Lucca che annulla totalmente.
  • Tameze 5. Sull’unica azione dell’Udinese si fa sfuggire Zarraga che alle sue spalle attacca il primo palo e mette a segno un gran gol.

I top e flop dell’Udinese

  • Zarraga 7. Entra al 71′ e mette a segno un gran gol, sull’unica azione veramente pericolosa dell’Udinese: attacca il primo palo e di destro al volo sfrutta un cross per far gol.
  • Ferreira 7. Oltre ad avere il maggior numero di contrasti vinti nella partita (4), riesce a mettere una gran palla sul primo palo, al centro dell’area, pesca Zarraga e il suo cross si tramuta in assist.
  • Lovric 6.5. E’ tra i migliori del centrocampo, bene nei passaggi e abile nei dribbling.
  • Walace 6. In fase difensiva dimostra di essere un perno fondamentale di collegamento tra la difesa e il centrocampo. Ha vinto più sfide durante la partita (9).
  • Samardzic 5. Il suo cuore non è più bianconero, delusione totale: la testa probabilmente è al mercato.

Torino-Udinese: il tabellino del match

Torino (3-5-2): Milinkovic-Savic; Tameze, Buongiorno, Rodriguez; Soppy (57′ Vojvoda), Vlasic, Ricci, Ilic, Lazaro (86′ Karamoh); Sanabria, Zapata. A disp. Gemello, Popa, Zima, Sazonov, Gineitis, Vojvoda, Radonjic, Seck, Karamoh, Pellegri. All. Juric.

Udinese (3-5-2): Silvestri; Ferreira, Perez, Kristensen; Ebosele, Samardzic, Walace, Lovric, Kamara; Pereyra, Lucca. A disp. Padelli, Okoye, Tikvic, Masina, Ehizibue, Kabasele, Zarraga, Camara, Quina, Pafundi, Success, Thauvin. All. Cioffi.

Arbitro: Fabbri di Ravenna

Reti: 80′ Zarraga (U), 88′ Ilic (T)

Note. Ammoniti: Sanabria (T), Lucca (U)

Clicca qui per rivedere tutti i risultati stagionali del Torino

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...