Virgilio Sport

Toto Wolff: "Abu Dhabi come la Mano de Dios". Possibili sanzioni per Hamilton

Il team principal della Mercedes ha paragonato quello che lui giudica un furto al celeberrimo gol di mano di Maradona in Argentina-Inghilterra ai Mondiali del 1986. Hamilton potrebbe essere multato per la sua assenza al gala di premiazione della FIA.

Pubblicato:

Toto Wolff: "Abu Dhabi come la Mano de Dios". Possibili sanzioni per Hamilton Fonte: Getty Images

Non pago di aver parlato di furto ai danni della Mercedes e di Lewis Hamilton da parte della direzione gara nel Gran Premio di Abu Dhabi, il team principal della Mercedes Toto Wolff oggi ha rincarato la dose in un’intervista alla Bild, nella quale ha rievocato due celeberrimi episodi dei mondiali di calcio, il gol di mano di Maradona all’Inghilterra nel 1986, soprannominato dallo stesso Pibe de Oro “Mano de Dios”, e il gol fantasma di Geoff Hurst decisivo per la conquista del titolo mondiale dell’Inghilterra contro la Germania nella finale del 1966.

“È un’ingiustizia che sta sicuramente alla pari con la Mano de Dios di Maradona o il gol di Wembley del 1966 – ha detto Wolff alla Bild -. Una decisione incoerente del direttore di gara ha tolto il titolo a Lewis. Potevamo appellarci, sì, e avremmo vinto in qualsiasi tribunale, ma non volevamo vincere il titolo così. E poi la FIA sarebbe stata al tempo stesso l’imputato e il giudice: saremmo stati in una situazione di impotenza, esattamente come domenica. Non mi sentivo così da quando ero un bambino. Io e Lewis siamo disillusi, ci piange il cuore. Quando i principi dello sport non sono rispettati e il cronometro non vale più nulla, si comincia a mettere in dubbio se tutto il lavoro, il sangue, il sudore e le lacrime valgono la pena di essere versati. Scambio di congratulazioni con Max? Sì, posso confermare. Mi ha risposto ‘Grazie mille, è stata una lotta dura, non vedo l’ora che arrivi il prossimo anno’. Anche con Christian Horner ci siamo sentiti, mi ha scritto che è stato un bel duello e che non dobbiamo dimenticare che siamo otto volte campioni del mondo tra i costruttori“.

Intanto il nuovo presidente della FIA Mohammed Bin Sulayem sta studiando possibili sanzioni, molto probabilmente una multa, nei confronti di Hamilton, che non era presente al Gala di premiazione della FIA dei vincitori di tutte le categorie automobilistiche della federazione, e che essendo arrivato tra i primi tre della classifica piloti, secondo l’articolo 6.6 del regolamento, era tenuto a parteciparvi.

“Da ex pilota, capisco che sia molto emozionato e deluso, ma non possiamo semplicemente ignorare le regole“, ha detto il neo presidente FIA, e il suo vice Robert Reid, anch’egli neoeletto, ha ribadito: “Se arrivi tra i primi tre in campionato, devi venire alla cerimonia di premiazione. Avremo un incontro da Peter Bayer (segretario generale della FIA per lo sport automobilistico con Jean Todt, ndr). Senza dubbio, alcune di queste cose saranno incluse, sono questioni-chiave che dobbiamo affrontare da qui al nuovo anno“.

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...