,,
Virgilio Sport SPORT

Troppe critiche all'Inter, lo sfogo di Antonio Conte

L'allenatore dei nerazzurri tra rabbia e amarezza alla vigilia della partita contro il Napoli: "Il problema sono io, l'importante è che non tocchino la squadra. Lo scudetto non è ancora vinto".

Dopo la sofferta vittoria sul Cagliari l’Inter è attesa sul campo del Napoli per quello che, calendario alla mano, potrebbe essere l’ultimo, vero ostacolo sulla strada verso lo scudetto.

Gli altri due test di un certo spessore contro Roma e Juventus saranno infatti in programma alla terzultima e alla penultima giornata quando, qualora i nerazzurri saranno riusciti a mantenere quantomeno intatto il vantaggio attuale di undici punti sul Milan, il titolo potrebbe già essere stato messo in bacheca.

Le ultime prestazioni tutt’altro che spettacolari, tuttavia, in particolare quelle contro Sassuolo e Cagliari, hanno riacceso il dibattito sulla qualità del gioco dell’Inter.

Un argomento che indispettisce non poco Antonio Conte, duro sul tema nella conferenza stampa di vigilia della gara del “Maradona”: “Ci mancano ancora dei punti per arrivare alla meta. Non possiamo fare calcoli perché nella mia esperienza passata non conviene farlo. Diventerebbe deleterio. Ho capito che sono io il problema a prescindere. L’importante è che non tocchino l’Inter“.

“Non dobbiamo leggere quello che si scrive in giro. Si sta dando per scontato il fatto che lo scudetto sia stato assegnato e questo è un rischio da non correre, una trappola in cui non cadere. Sappiamo i sacrifici fatti per arrivare in questa posizione ma dobbiamo essere umili per sapere che ancora mancano degli step per coronare un sogno”.

Conte regala poi un retroscena di mercato su Kalidou Koulibaly: “Ho sempre ritenuto il Napoli tra le due-tre squadre che potevano competere per la vittoria dello scudetto perché conosco il valore della rosa e perché hanno Gattuso, che è un bravissimo allenatore. Tra l’altro hanno un giocatore come Koulibaly che reputo uno dei difensori più forti in circolazione e che avrei voluto portare al Chelsea. Ci aspetta una gara molto impegnativa”.

La delicata situazione di Rino Gattuso a Napoli offre poi a Conte un’altra riflessione sul ruolo dell’allenatore: “Rino è molto bravo, ma sappiamo benissimo tutti che l’allenatore è la persona più soggetta a ricevere critiche se mancano i risultati e spesso anche quando i risultati ci sono non si è mai considerati bravi… Non è stato un anno facile nemmeno per me. Se un giocatore mi chiede consiglio se fare o no l’allenatore, gli rispondo che ci vuole passione”.
 

OMNISPORT | 17-04-2021 14:14

Troppe critiche all'Inter, lo sfogo di Antonio Conte Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...