Virgilio Sport

Us Open: Djokovic alla decima finale, siparietto polemico con Shelton, la risposta dell'americano

Il serbo si giocherà il trofeo con Medvedev ma dopo il successo in semifinale ironizza sull'avversario, imitandone provocatoriamente l'esultanza

09-09-2023 09:24

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Un cannibale. Nole Djokovic impiega solo 2 ore e 40′ per vincere la semifinale degli Us Open contro Shelton in tre set 6-3 6-2 7-6 e centra la 36esima finale della sua incredibile carriera per Nole, la decima a New York dove troverà Medvedev che ha battuto Alcaraz), ma il match con l’americano, rivelazione del torneo, è stato caratterizzato da un siparietto polemico.

Djokovic imita polemicamente l’esultanza di Shelton

Dopo il punto vincente nel tie-break del terzo set Djokovic si è appropriato, modificandolo in tono apparentemente provocatorio, del gesto di esultanza che era diventato un marchio di fabbrica del tennista Usa, ovvero il “gesto del telefono”, come a dire sono connesso.

Il serbo ha mimato “la chiusura della chiamata”, prendendosi così gioco del rivale. La reazione di Shelton è stata fredda: i due si sono scambiati una gelida stretta di mano a rete. in conferenza Djoko ha minimizzato: “Queste partite mi tengono vivo, ringrazio questa gente per l’atmosfera. Le cose sono andate molto bene oggi, ma non è stato facile. A 36 anni fare grandi risultati? E’ un mix fra disciplina, lavoro e sacrificio. Sono felice di tutti i traguardi raggiunti. Sarà un’altra finale Slam e non potrei chiedere di più”

Shelton, risposta fredda alla provocazione del serbo

E’ toccato poi a Shelton parlare nel post partita e gli è stato chiesto anche di questo episodio: “Non me ne sono accordo se non dopo la partita. Non mi piace quando sui social mi dicono come dovrei o non dovrei esultare. Penso che se vinci la partita hai diritto a fare ciò che vuoi. Ma fin da bambino mi hanno detto che l’imitazione è la forma di stima e adulazione migliore”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...