Virgilio Sport

Vedova Mihajlovic rivela retroscena su lite con Mancini e comportamento Bologna

Arianna Mihajlovic racconta il dramma vissuto dopo la morte del marito a causa della leucemia ed altri aneddoti: "Ecco cosa mi ha detto un medico".

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Il dolore per la scomparsa di Sinisa Mihajlovic – marito, padre e nonno esemplare – è ancora vivo. Impossibile farsene una ragione. Da quel maledetto 16 dicembre 2022, quando l’ex allenatore del Bologna si è arreso alla leucemia dopo una lunga battaglia, è trascorso più di un anno e Arianna Mihajlovic ha vissuto momenti estremamente duri.

Vedova Mihajlovic: il dramma per la morte di Sinisa e la depressione

Arianna Mihajlovic, moglie dell’allenatore serbo, si è confessata in un’intervista rilasciata a Il Messaggero. Dopo la morte del marito, la depressione ha bussato alla sua porta. “A un certo punto il professionista a cui mi sono rivolta mi ha detto: ‘o ti rialzi e vivi per te e i tuoi figli, oppure ti lasci andare e te ne vai come Sinisa‘. Parole forti che mi hanno scosso e ricordato chi sono. Niente è come prima, ma ho dei figli meravigliosi e una nipotina. Ho deciso di vivere”. Domenica è in programma Lazio-Bologna, due squadre che hanno segnato la vita sportiva di Mihajlovic. “Tornerò allo stadio e mi riavvicinerò al calcio da cui mi ero allontanata”.

Il retroscena sull’esonero di Mihajlovic e cosa ha fatto il Bologna

Non ci gira intorno, Arianna Mihajlovic. Quando Sinisa fu esonerato per lasciar spazio a Thiago Motta, non la prese affatto bene. “Non se lo aspettava e ci è rimasto molto male. Non si sarebbe mai dimesso, voleva continuare perché la sua voglia di lottare era unica”. Per il Bologna, però, solo parole dolci. “Già, il club ha onorato lo stipendio di mio marito fino alla scadenza del contratto. Un gesto straordinario, che in un momento di sbandamento mi ha dato delle sicurezze. Nessuno mi ha dimenticato, una società speciale e una città speciale”.

Mihajlovic: lo screzio con Roberto Mancini e la verità non detta

La moglie del tecnico serbo rivela che ci sono state frizioni tra Sinisa e Roberto Mancini, amici da sempre. “Vicende personali, forse incomprensioni”. Ma il tutto è stato superato in fretta. “E negli ultimi giorni Sinisa mi aveva detto che Roberto era nel suo cuore come altri tre o quattro suoi amici”.

L’ex ct della nazionale italiana è stato molto presente nel momento più tosto. “Non è mai mancato accanto a noi quando la morte si stava avvicinando”. All’ex allenatore la famiglia ha preferito non raccontare la verità, ovvero che ormai non c’erano più speranze di cura per la leucemia che era tornata a presentarsi in maniera feroce. “Dopo la ricaduta, la situazione si è aggravata: mi sono confrontata con i miei cinque figli quando i medici non ci hanno dato più speranze. Insieme abbiamo deciso di non procurare un altro dolore a Sinisa. Oggi questo pensiero un po’ ci tormenta: lo abbiamo tradito oppure amato, nascondendo la verità?”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...